Obrizzo gioca a scacchi all’Hamiltown

Obrizzo gioca a scacchi all’Hamiltown

Hamiltown

Mercoledì 18 Luglio intorno alle ore 1 AM sono andato a fare visita al mio amico Obrizzo.

Obrizzo lavora come portiere notturno al Bijou Hamiltown. Aveva già sistemato le piante grasse ed espletato le funzioni che gli competono. Quindi rincasati gli ultimi clienti abbiamo avuto il tempo di giocare una partita di scacchi.

Obrizzo

La partita di allenamento è stata una lotta di idee. Con tutte le partite blitz che ho giocato in questi anni avevo perso l’abitudine alla riflessione. L’aggressività con cui Obrizzo ha affrontato la fase di apertura mi ha costretto a trovare linee difensive per evitare di essere travolto.

Obrizzo Vs. Max

1. e4

Massimo Ercoles è solito aprire con il pedone di re. Mi ha suggerito di impiantare una Difesa Siciliana, ma tale approccio è tipico del Presidente.

1. … d6

Ho preferito impiantare una Difesa Pirc, apertura con la quale ho più confidenza.

2. Cf3

Un uscita di cavallo che mi ha colto di sorpresa. Su 2. … Cf6 mi infastidiva 3. e5 dxe5 4. Cxe5 con idea di portare l’alfiere in c4. Ho avuto un blocco mentale, perché sapevo che in tale posizione il nero ha buon gioco grazie a 4. … Cbd7.

2. … g6

Senza adeguata riflessione ho aperto il fianchetto, ipotizzando inversioni di mosse idonee a giocare il setup della Difesa Pirc. Mi è pure balenata l’idea di giocare una Philidor con 2. … e5, forse è giunto il tempo di reincontrare Michelangelo Scalcione.

3. d4

Una mossa logica. A questo punto può succedere un pò di tutto. Si potrebbe rientrare in un Est-Indiana dopo 3. … Ag7 4. c4 Cf6 5. Cc3. Oppure restare incanalati nei binari della Pirc. Ma come vedremo tra poco può nascere anche qualcosa di indipendente.

3. … Ag7

4. h4

Indubbiamente Obrizzo ha voglia di storie. In situazioni del genere ho giocato l’alfiere in g4 per evitare la spinta in h5. Dopo 4. … Ag4 5. Ae2 pensavo che il bianco avesse comunque un buon setup. Quindi ho preferito permettere all’avversario di piazzare i pezzi in malo modo, piuttosto che chiamarli nelle case corrette.

4. … c6

Una mossa flessibile che offre al nero diverse opzioni. Il cavallo è ben piazzato in d7 quindi la casa in c6 può essere usata per sostenere l’avanzata in b5. Proprio su questo ho riflettuto. Se il bianco si spinge in avanti con h4 è probabile che abbia pensato ad un arrocco lungo.

5. Ad3

Visto che il nero ha permesso 5. h5 la mossa andava presa seriamente in considerazione.

5. … Ag4

Come previsto il nero ha giocato opzioni per entrare in un setup migliorato della Difesa Pirc.

6. Ae3

Il pedone in d4 era sotto attacco per via della inchiodatura in f3.

6. … Cd7

Tutto nella norma.

7. Dd2

Sfidandomi a catturare in f3. Il fatto è che dopo 7. … Axg4 8. gxf3 per il nero non vedo gioco.

7. … b5

In genere è meglio avere un piano, pur sbagliato che sia, piuttosto che giocare senza piano. Volevo impedire lo sfianchettamento quindi ho evitato 7. … Cgf6.

8. c4

Una mossa che mi ha colto di sorpresa. Se Obrizzo vuole attaccare sulla colonna (h) perché indebolisce il lato di donna? Mi sono immerso in una profonda riflessione. Ero indeciso se difendere con 8. … a6 catturare con 8. … bxc4 sostenere con 8. … Tb8. Mi ero impuntato sul ritardare lo sviluppo del cavallo in f8 e nella mia mente consideravo le conseguenze dell’avanzata 9. d5 che tende a minare la configurazione pedonale del nero. Ho considerato che il piano fosse prematuro e che il nero avesse, comunque, ottime chance di uscire vittorioso dalla battaglia sul lato di donna.

8. … a6

Dopo 9. cxb5 axb5 il nero sta bene.

9. Ch2

L’uppercut di Obrizzo. Nella Pirc il pedone è in h2 ed avanza in h3 per scacciare l’alfiere in g4. Oppure il pedone è già in h3 ed il problema non si pone. Tale mossa era completamente fuori dal mio background di pensiero. Consideravo che avrei poturo catturare in f3 nel momento più opportuno. Sono stato colto di sorpresa e ho visto i fantasmi. Mi ero già preso una pausa di riflessione alla mossa precedente ed ora, per cortesia, ero moralmente obbligato a giocare velocemente.

9. … dxc4

A ragion veduta questa cattura era preferibile rispetto alla difesa 8. … a6. Per mantenere l’equilibrio era da preferire lo sviluppo con 9. … Cgf6, ma volevo evitare di concedere il vantaggio della coppia degli alfieri. Inoltre ero disposto a concedere un vantaggio strutturale pur di alterare la posizione e avere chance di vittoria.

10. Axc4

10. … Ae6

11. Ad3

L’alfiere si è già mosso 3 volte. 11. Axe6 avrebbe permesso al bianco di ottenere un buon vantaggio. Obrizzo tende a preferire il gioco dinamico dei pezzi piuttosto che i vantaggi posizionali. Ora l’alfiere in e6 può essere usato come obiettivo di attacco per guadagnare spazio sul lato di re.

11. … h5

Chiaramente antiestetica. Oramai avevo deciso che il cavallo in f6 avrei evitato di portarlo, quindi ho elaborato un piano che prevede lo sviluppo in h6. All’occorrenza avrei continuato a peggiorare la posizione anche con mosse quali f6 e Af7 o Cf7. Era notte e i pensieri fantasiosi sono di più facile elaborazione.

12. f4

Il bianco ha vantaggio con le naturali 12. 0-0 o 12. Cc3. La mossa di pedone mira ad ingabbiare l’alfiere, ma rende logico ed efficace il mio piano di sviluppo.

12. … Ch6

Previene la spinta in f5 e finalmente porta in gioco il cavallo di re.

13. Cc3

Ora ambo gli schieramenti hanno sviluppato i pezzi leggeri. Rimane la questione legata alla sicurezza dei re. Il bianco ha un migliore controllo del centro ed il nero farebbe bene ad ammettere che bisogna lottare per l’equilibrio. 13. … d5 sembra interessante poiché se il bianco spinge il nero può semplificare grazie al controllo della casa f5.

13. … f5

Creandosi un brutto buco in g5. Questo errore è stato causato dal gioco aggressivo impostato dal bianco e dal fallimento di un adeguato controgioco centrale cui il nero è solito aggrapparsi.

14. d5

Mossa naturale che guadagna spazio. Sgomberata la casa d4 i pezzi leggeri del bianco potranno usare tale casa per guadagnare postazioni più aggressive. Tuttavia la spinta è prematura e offre al nero proprio il controgioco che stava cercando. Dopo 14. Cf3 il nero avrebbe dovuto faticare per cercare gioco attivo. Mentre il bianco avrebbe, semplicemente, continuato a migliorare la posizione dei propri pezzi.

14. … cxd5

15. cxd5

15. … Af7

Ora il bianco è in vantaggio di spazio, ma i due alfieri del nero hanno degli obiettivi di attacco. Il pedone in d5 fa paura, ma se il nero riesce ad eliminarlo la posizione del bianco sarà come un castello di carte.

16. Cf3

16. … Da5

Giocata con la convinzione di avere accerchiato il pedone in d5.

17. Cd4

Brusco risveglio per il nero. Se ora 17. … Axd5 18. b4 e si perde un pezzo. Ho provato a spingere l’analisi in profondità per capire se vi fosse compenso con i due pedoni, ma ho capito che era tutto superfluo. Bisognava cambiare piano.

17. … Cf6

Le prossime tre mosse sono verosimilmente obbligate. Notare il raggruppamente del nero sul lato di re e il raggruppamento del bianco al centro.

18. Cc6

18. … Dc7

In questa posizione Obrizzo ha cominciato a pensare. Ero fiero che prendesse esempio dalla mie pause di riflessione. Dalle blitz si impara poco o niente e solo quando ci fermiamo a riflettere mettiamo in moto quei meccanismi che ci permettono di migliorare.

Poi si è alzato e a cominciato a parlare della patente. Io ammiravo le luci dell’albergo e pensavo che si stesse distraendo troppo. A un certo punto mi dice qualcosa del tipo:

“Non volevo disturbarti”.

Ed io replico:

“Ma guarda che tocca a te”.

Curiosamente non avevo segnato la mia mossa e ognuno di noi pensava che la mossa spettasse all’altro. Pazientemente attendevamo.

Mi torna alla mente l’aneddoto di quel giocatore che opposto a un GM che si era addormentato sulla scacchiera fece l’errore più grande di tutta la partita. Lo svegliò!

19. Ac4

19. … 0-0

E così il primo a mettere il re al sicuro è il nero.

20. Dc2

Il primo errore del bianco. Era corretto arroccare. Ho pensato di giocare Rh7 per evitare tatticismi legati agli scacchi in f7 o in e7. E’ stato solo un baleno. In parita mi sono accontentato di ottenere un piccolo vantaggio dovuto alla spinta di rottura.

20. … e6

21. dxe6 Dxc6 22. exf7+ Cxf7 23. Dd3 Tac8. Il nero ha l’iniziativa, ma il bianco tiene.

21. Ca4

Precipitosa. Un errore grave in posizione perfettamente giocabile. Bisognava riflettere un pò meglio.

21. … cxd5

La guerra è finita. Il cuneo è caduto. Ora seguiranno solo schermaglie. Il resto è Accademia.

22. Ad3 Tfe8 23. Th3 Chg4 24. Rd2 Ce4+ 25. Axe4 Txe4 26. Ab6 Dd7 27. Tf1 Tc8 28. Tc3 Axc3 29. bxc3 Dxc6 30. Ag1 Tce8 31. Rc1 Te1+ 32. Txe1 Txe1 33. Rb2 Txg1 34. Ra3 d4 0-1

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *