Riunione di gruppo alla Caffetteria Mazzini

Caffetteria Mazzini

Giovedì 6 Dicembre 2018 vi è stata una riunione di gruppo presso la Caffetteria Mazzini.

Il Giovedì è il nuovo giorno di incontri invernali presso lo storico locale che ci ha ospitato in varie occasioni.

Marco, Andrea, Massimo, Claudio e Fulvia hanno giostrato i legnetti sotto lo sguardo attento di Concetta che si è divertita ascoltando il ciarlare sopra le 2 scacchiere.

Terminato di aiutare Bicio nella gestione della Caffetteria Mazzini anche Obrizzo si è unito alle danze.

Alle 22.00 è arrivato anche Gino che ha provato a coinvolgerci nei suoi tornei di poker online.

Scacchi è poker una fusione ancora in via sperimentale.

Il prossimo Giovedì speriamo che Marco Sala, Davide Giunta e Giuseppe Becker saranno dei nostri per mettere in difficoltà Bicio con la gestione dei tavolini 😀

Hits: 8

Chess quotes scacchistiche

Di Chess quotes ne sono piene pagine in giro per il web. Ne abbiamo raccolta qualcuna pubblicata su lichess.org

Siete liberi di aggiungerne altre pubblicandole nei commenti.

Chess quotes

Chess quotes scacchistiche

Nessuno ha mai vinto una partita a scacchi abbandonando.“–Savielly Tartakower

“L’inchiodatura è più potente della spada”–Fred Reinfeld

“Io non credo nella psicologia. Io credo nelle buone mosse.” –Bobby Fischer

La migliore strategia per vincere una partita a scacchi è dare scacco matto al re.” –Anonymous

Gli scacchi sono tutto: arte, scienza e sport.” – Anatoly Karpov

Gli scacchi innanzitutto ti insegnano ad essere obiettivo.” — Alexander Alekhine

Poche cose sono psicologicamente brutali come gli scacchi.“–Garry Kasparov

“Giocare su entrambi i lati del tabellone è la mia strategia preferita.”–Alexander Alekhine

“Il tuo corpo deve essere in ottime condizioni, i tuoi scacchi si deteriorano come fa il tuo corpo, non puoi separare il corpo dalla mente”. –Robert James Fischer

“Alcune persone pensano che se il loro avversario gioca un bellissimo gioco, è OK perdere.” Io no. Devi essere spietato. ” –Magnus Carlsen

“I pedoni non solo creano lo schizzo per l’intero quadro, ma sono anche il terreno, il fondamento di qualsiasi posizione.” –Anatoly Karpov

“Qualsiasi giocatore esperto sa come un cambiamento nel carattere del gioco influenza il tuo umore psicologico.”–Garry Kasparov

“Non so come giocare a scacchi, ma per me la vita è come una partita a scacchi.–MrBrainwash

“Non aver paura di perdere, abbi paura di non giocare e non imparare qualcosa.”–Heisman

“Anche i miei avversari fanno buone mosse, a volte non prendo in considerazione queste cose.”–Robert James Fischer

“Un gambetto non diventa mai pura routine mentre si teme di poter perdere il re e il finale di pedoni!”–Bent Larsen

“Non devi far sapere al tuo avversario come ti senti.”–Aleksandr Aleksandrovič Kotov

” Trasformare gli scacchi nel poker e sperare in un ‘bluff’ non è una delle mie convinzioni. ”–Tigran Petrosian

Hits: 27

Elizabeth Sarah Collis e gli scacchi

Elizabeth Sarah Collis

Ho giocato con Elizabeth Sarah Collis sulla piattaforma di scacchi gameknot.com,

Chi al gioco blitz preferisce le cadenze giornaliere può considerare anche la piattaforma ChessWorld.net.

Elizabeth Sarah Collis è una giocatrice che preferisce l’attacco alla difesa. Abbiamo giocato alcune partite e prevediamo di continuare la nostra conoscenza online.

Ellie è un artista di prima categoria, che nel parallelismo con gli scacchi significa di categoria magistrale.

Espone i suoi lavori sul suo sito di arte.

Sotto ogni dipinto vi è il prezzo dell’opera d’arte, alcuni quadri sono stati venduti e alcuni non sono in vendita.

Non essendo questo portale una casa d’aste vi mostriamo i due dipinti non in vendita.

Elizabeth Sarah Collis – Not for sale

“Flossy”
Elizabeth Sarah Collis – “Flossy”

Lo stile di Ellie lo si può capire se si va alla ricerca dei dettagli. Ne siamo estasiati e vi mostriamo il secondo dipinto cui l’artista ha riservato un posto speciale nel suo cuore.

“Nelly”
Elizabeth Sarah Collis – “Nelly”

I prezzi esposti sono a testimonianza della qualità dell’opera.

Tuttavia nella sua scheda di presentazione leggiamo:

Ciao e benvenuti nel mio sito web. Non esitate a contattarmi se desiderate ordinare un’opera d’arte. Se sul mio sito vedete alcune opere d’arte che desiderate acquistare fatemelo sapere per favore e possiamo discutere un prezzo o se sia effettivamente in vendita. Lavoro principalmente in tecnica mista. Lo stile del mio lavoro lo definirei surreale. Se desiderate commissionarmi un lavoro, mi riservo il diritto di scegliere l’argomento, le dimensioni e lo stile del lavoro. Non realizzo opere d’arte figurative in quanto il mio lavoro è molto stilizzato. Se desiderate incaricarmi di un lavoro, i miei soggetti includono arte astratta, ritratti, terra e paesaggi marini, scene di strada e studi sul nudo oltre a molti altri argomenti. Aspetto vostre notizie.

Per avere maggiori informazioni potete contattare Ellie attraverso i canali di comunicazione che ha specificato.

Il surrealismo ci sembra uno stile immortale. Vedremo se sopravviverà all’era del digitale.

P.S. Se siete dei giovani collezionisti ed amate investire in un opera profittevole nel tempo ci sentiamo in dovere di mostrarvi il pezzo d’oro della collezione.
Elizabeth Collis Girl in Floral Hat Oil
“Girl in Floral Hat Oil”

Hits: 56

Cecil Calvert Beall e gli scacchi

Cecil Calvert Beall
Checkmate (1940)

Cecil Calvert Beall è stato un ritrattista e pubblicitario americano. Era un esperto nella tecnica acquarello e produsse disegni per riviste e fumetti.

Cecil Calvert Beall fu tra le personalità che prestò il proprio volto ed il proprio nome, alla campagna promozionale a favore del Governo degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale. In pratica gli Stati Uniti avevano bisogno di denaro sonante per sovvenzionare le proprie forze armate. USA emisero ciò che vennero identificati come “War Loan Drives” – (Titoli di Stato emessi a credito, in pratica i cittadini si facevano carico di pagare le bombe e roba del genere….).

War Loan Drives

Poi è arrivato Robert James Fischer e ha messo le cose a posto.

Checkmate (1940) è un quadro in movimento. Il protagonista adescato dal fare malizioso della fanciulla, non si accorge di subire uno scaccomatto per mezzo dei 2 cavalli.

Cecil Calvert Bell fu allievo di George Bridgman all’Art Students League di New York. In seguito collaborò per il Gruppo Editoriale Meredith Magazine.

Franklin Delano Roosevelt Collier's

Il dipinto di Franklin Delano Roosevelt, che nel 1936, fece da copertina alla rivista Collier’s gli fruttò il ruolo di Direttore Artistico del Comitato Nazionale Democratico.

Nel 1920 Beall sposò Mildred Muriel da cui ebbe il figlio Charles Calvert Beall e due figlie.

Hits: 42

Max Ernst e Dorothea Tanning

Max Ernst e Dorothea Tanning
Max Ernst e Dorothea Tanning giocano sulla scacchiera costruita dal Maestro Surrealista.

Max Ernst e Dorothea Tanning uniti per sempre grazie alla passione per l’arte ed il surrealismo.

Max Ernst ha condiviso la sua passione per scacchi con la moglie Dorothea Tanning e con l’amico Marchel Duchamp. Nel 1929, prima di essere riconosciuto come mastro scultore, produsse in serie un set di scacchi che furono anche riprodotti in bronzo.

Marcel Duchamp e Max Ernst
Marcel Duchamp in attesa di giocare una partita sula scacchiera regalatagli da Max Ernst.

Max Ernst credeva che ogni pezzo racchiudesse un tratto distintivo e il loro movimento costituisse un magico simbolismo. Nel 1944 l’indagine sul simbolismo legato agli scacchi raggiunse vette di perfezione.

Il re gioca con la regina
“Il re che gioca con la regina” è una scultura in bronzo di oltre un metro di altezza.

Oltre all’originale rimasto a Max Ernst di “Der König spielt mit seiner Königin” ne furono riprodotti 5 esemplari.

The Immortel Max Ernst
“The Immortel”

“The Immortel” è il lavoro surrealista prodotto dal Maestro tedesco. Il poeta André Verdet, che fù grande estimatore ed amico del Maestro Pablo Picasso riconobbe che: “la scacchiera di Max Ernst divenne un capolavoro di magia ammaliante, degna di un palazzo maya o residenza di un faraone”.

Dorothea Tanning finale di scacchi 1944 virtual art museum

Max Ernst conobbe Dorothea Tanning nel 1942; il maestro stava cercando pittrici per la sua mostra di artisti femminili, entrò nello studio della sua futura quarta moglie e rimasse affascinato da un quadro a tema scacchistico. Dopo averle chiesto se sapeva giocare la sfidò ad una partita. Dopo giorni trascorsi a giocare intensamente si trasferì a vivere da lei.

Renata Wypych Max Ernst Dorothea Tanning

Nel 1982 l’artista polacca Renata Wypych ha dipinto un olio su tela. Vi sono immortalati Max Ernst e Dorothea Tanning, che raggiunse la ragguardevole età di 101 anni. Forse è vero che l’arte allunga la vita.

 

 

Hits: 59

Pearl Sydenstricker Buck e gli scacchi

Pearl Sydenstricker Buck

Osserviamo la scrittrice americana Pearl S. Buck (1892-1973) vincitrice del Premio Nobel nel 1938. Fotografata nella biblioteca della sua casa nel Doylestown in Pennsylvania.

Abbraccia la nipote Susan, sotto gli amorevoli sguardi delle figlie Joanna e Mary Chieko.

La fotografia di Reginald Davis (1925-2018)  è stata scattata nel 1965.

Pearl Sydenstricker Buck - German-Negro - Afro-Tedesco
Ritaglio della rivista Jet corrispondente del 7 aprile 1958. Riporta la decisione di adottare un’altra figlia da parte della vincitore del Nobel per la Letteratura Pearl S. Buck.

Per vincere un premio nobel una qualche illuminazione la si deve avere.

Tutto ciò che fai dopo viene sbattuto in prima pagina ed analizzato con occhio ipercritico.

Possiamo considerare Pearl Sydenstricker Buck come un emblema dell’integrazione. Capace di apprendere una lingua straniera e di renderla propria, come fosse la madrelingua.

Che abbia usato la cultura per districarsi dalla selva di conformismo, al quale sembrava dovesse essere relegata non stupisce.

Che abbia usato il linguaggio degli scacchi come mezzo di educazione è conseguenza logica.

GENS UNA SUMUS direbbe il Presidente.

Hits: 24

Diving Chess – Scacchi in Immersione

Diving Chess - Rajko Vujatovic
Diving Chess

Diving Chess è una disciplina inserita nelle Olimpiadi della mente. La sesta edizione si è svolta a Londra il 27 Agosto 2018, presso l’impianto Third Space Gym a Soho.

Rajko Vujatovic si è laureato Campione del Mondo di scacchi in immersione per il terzo anno consecutivo.

In questa edizione ha totalizzato 3 vittorie ed un pareggio, mentre Etan Ilfeld and William Taylor hanno spartito il secondo posto totalizzando 3 punti.

Edizioni precedenti
Podio 2015
James Heppell (Inghilterra) medaglia d’oro, Etan Ilfeld (USA) medaglia d’argento, Alain Dekker (Sudafrica) medaglia di bronzo.

Nel 2016 Rajko Vutatovic e Etan Ilfed hanno condiviso il primo posto con 4,5 punti su 5, mentre James Heppell e Paul Rosario hanno condiviso la medaglia di bronzo.

Nel 2017 furono in 4 a condividere la medaglia d’oro:

Nel diving chess i pezzi sono fissati su una scacchiera magnetica posta in fondo alla piscina. Ogni scacchista ha diritto a riflettere sulla propria mossa per il tempo che riesce a stare in immersione. Prima di riemergere la mossa deve essere stata eseguita.

Poiché appena un giocatore ha eseguito la propria mossa l’avversario ha l’obbligo d’immergersi, Rajko Vujatovic ha rilasciato una intervista dove spiega che i suoi avversari hanno cercato di metterlo in difficoltà muovendo velocemente. Chi ha frequentato un corso di nuovo, avrà imparato che la fatica aumenta con la permanenza in acqua. Dopo essere riemersi, occorre un pò di tempo per riuscire ad immergersi nuovamente in modo efficace.

Al pari del Chess Boxing, il Diving Chess vuole mettere in luce quanto sia importante la preparazione fisica nel gioco degli scacchi.

Nei video si può notare l’utilizzo di mute speciali e come alcuni atleti utilizzino dei pesi per agevolare l’immersione.

L’edizione del 2018 è stata filmata da Reuters ed il video è stato trasmesso live in Ucraina, Stati Uniti, Israele, Filippine, Regno Unito (sui canali Sky News e BBC News), Australia e svariati altri paesi.

Come si può notare dall’archivio fotografico del Club 64 di Modena gli amici in giallo blu sono stati i primi a promuovere un evento di Chess Diving in Italia.

 

Auguriamoci che la disciplina prenda piede su tutto lo stivale e che qualche nostro valente scacchista approcci la prossima edizione delle Olimpiadi della mente!

 

 

Hits: 40

Morgan – Film 2016

morgan film 2016
Morgan mentre sviluppa la sua intelligenza artificiale.

Morgan è un film prodotto da Ridley Scott e diretto dal figlio Luke nel 2016. Il figlio deve aver ereditato il talento dal padre perché sembra proprio uno dei classici thriller/fantascientifici del più noto regista.

Racconta la creazione di un essere geneticamente modificato in modo che sviluppi capacità superiori a quelle di un normale essere umano. La prima parte del film si svolge in un laboratorio segreto. Il risultato è Morgan, la ragazza nelle foto.

Nella intimità della sua cella, Morgan gioca a scacchi da sola. Il parallelismo con molti aspiranti GM e non solo è calzante. Quando l’intelligienza artificiale comincia a sviluppare i sentimenti, connessi allo spirito di sopravvivenza, incominciano ad emergere quelle incognite identificate con il termine vita.

Morgan gioca a scacchi

Gli scacchi sono un ottimo strumento per assecondare le dinamiche legate al tempo. Attraverso il gioco si possono apprendere le strategie da battaglia, imparare a regolare le emozioni legate all’aggressività, o semplicemente a svilupparle.

morgan-fantascienza film

Se avete sviluppato il concetto che i giocatori di scacchi sono degli elementi tranquilli, siete invitati a guardare questo film. Si dice che gli scacchi siano il gioco più violento del mondo. È anche vero che l’arte della guerra insegna a confondere l’avversario e a dissimulare il punto in cui verrà sferrato l’attacco.

Spoiler del film.

Su youtube si trova anche il film completo, noi preferiamo mostrarvi il trailer ufficiale.

Hits: 81

John Cassavetes e gli scacchi

ohn Cassavetes e Gena Rowlands

John Cassavetes e Gena Rowlands si fronteggiano davanti a una scacchiera. E’ una foto promozionale di autore sconosciuto che possiamo datare negli anni sessanta del ventesimo secolo. Gena è un’attrice di riconosciuto prestigio e John è stato attore, montatore e regista. Insieme hanno realizzato alcuni dei film indipendenti più apprezzati del ventesimo secolo.

La cosa curiosa della fotografia è che da esso è stato dipinto un quadro che appare in almeno tre film di John Cassavetes:

Volti

Faces. (Volti).

La sera della prima

Opening Nights. (La sera della prima).

Love Streams - Scia d'amore

Love Streams. (Love Streams – Scia d’amore).

La presenza costante di questo quadro nei film di John Cassavetes è spiegata dal fatto che, la maggior parte dei suoi lavori sono stati eseguiti fuori dall’industria cinematografica, ritagliandosi uno spazio nel cinema indipendente.

Cassavetes aveva una grande libertà creatica, lavorava con budget quasi inesistenti, si pagava le riprese con il lavoro di attrice della Rowlands e con gli introiti del suo lavoro come regista televisivo (per non parlare della solidarietà dei suoi attori, che spesso evitava di pagare e che per di più dovevano anche contribuire alle spese).
I due dovevano tirare la cinghia e per risparmiare registravano spesso nella loro casa. Quindi è logico che ciò che si vede nei film, siano le loro cose, i loro mobili, i loro quadri.

Hits: 75

Amos Burn e la sua pipa

Amos Burn

Amos Burn fu un giocatore di scacchi inglese, che diede il meglio di se tra la fine del 1800 e gli inizi del 1900.

Fu allievo di Wilhelm Steinitz e le sue partite hanno carattere prettamente difensivo. Ciò non significa che non fosse un abile tattico.

La posizione si è verificata nel 1910, nella Edmond MacDonald Vs. Amos Burn.

MacDonald abile stratega e preminente giocatore di attacco, aveva sacrificato una qualità per stanare il re nero. Burn si era difeso restituendo parte del bottino e grazie a dei tatticismi ne era uscito con un pezzo di vantaggio, pur tuttavia a causa della estraneità dei pezzi pesanti sul fulcro della scena, sembrava sul orlo del collasso.

Appunto. Sembrava. Perché Amos Burn trovò una delle mosse più strabilianti di tutti i tempi.

33. … Dg4!!!

La regina nera può essere catturata in 3 modi differenti. MacDonald giocò la più logica 34. Txg4 che riguadagna il pezzo, ma dopo 34. … Cf3+ il destriero del nero compirà razzie sul lato di donna ed il bianco fu costretto alla resa alla 49ª mossa.

Amos Burn era noto per il suo vezzo di fumare la pipa mentre giocava. Un pò come lo era Lasker per i suoi sigari.

Osserviamo la Frank James Marshall vs. Amos Burn, giocata nel 1900 a Parigi, con le simpatiche note del Maestro di oltre oceano.

1. d4

Il britannico Amos Burn era un giocatore di scacchi molto conservativo che amava stare seduto alla scacchiera per lunghe sessioni di gioco. Egli amava fumare la sua pipa mentre studiava la scacchiera.

1. … d5 2. c4 e6

Burn cominciò la caccia all’interno delle sue tasche, alla ricerca di pipa e tabacco.

3. Cc3 Cf6 4. Ag5 Ae7

Queste mosse non necessitano di lunghe riflessioni o molti commenti, ma Burn aveva tirato fuori la sua pipa e cercava una spazzola per pulirla.

5. e3 0-0 6. Cf3 b6 7. Ad3 Ab7 8. cxd5 exd5

Burn aveva iniziato a riempire la sua pipa ed io ho accellerato le mie mosse.

9. Axf6 Axf6 10. h4

Questa mossa lo ha indotto in riflessione ed ancora non aveva acceso la sua pipa. La minaccia è Axh7+ Rxh7 Cg5+ conosciuto come Attacco Pillsbury.

10. … g6 11. h5 Te8 12. hxg6 hxg6

Ora era alla ricerca dei fiammiferi.

13. Dc2 Ag7 14. Axg6 fxg6

Burn accese un fiammifero ed apparve nervoso. Il fiammiferò bruciò le sue dita ed uscì.

15. Dxg6

Un altro fiammifero era sulla sua strada.

15. … Cd7 16. Cg5

Burn stava ansimando e finalmente si accese.

16. … Df6 17. Th8+ Rxh8

Povero Burn. Penso di averlo raggirato. Se solo fosse riuscito ad accendere quella pipa, avrebbe potuto essere tutta un altra storia.

18. Dh8#

La prese con naturalezza e ci stringemmo la mano, poi la sua pipa si spense.

La storia narrata da Frank James Marshall è squisitamente sottile. Le allegorie con cui ha giocato con i termini, dimostrano la più alta conoscenza della lingua inglese. Giudicate voi se la partita giocata dai due Grandi Maestri sia meritevole di valicale i confini del tempo.

 

Hits: 80