Vladimir Kramnik si ritira dall’agonismo

Vladmir Kramnik Tata Stell
Photo: Tata Steel Chess

Vladimir Kramnik ha annunciato il suo ritiro nel corso di un evento nei Paesi Bassi dopo il suo ultimo posto nel Tata Steel Masters. Dice che aveva già preso la decisione alcuni mesi fa e si concentrerà sui progetti di scacchi legati all’educazione scolastica, ma che potrebbe tornare alla scacchiera per un evento occasionale, rapido, blitz o simultaneo.

Comunicato Stampa

29 gennaio 2019
L’ex campione del mondo Vladimir Kramnik (43 anni) ha appena annunciato che finirà la sua carriera come giocatore professionista di scacchi. Kramnik è stato campione del mondo dal 2000 fino al 2007. Ha detronizzato Garry Kasparov battendolo 8,5 – 6,5 nel 2000. Kramnik non ha perso una singola partita durante questa partita di campionato del mondo. Ha vinto praticamente tutti i migliori tornei, incluso il Tata Steel Chess Tournament (nel 1998).

Kramnik: “Avevo già deciso di finire la mia carriera professionale di scacchi un paio di mesi fa e ora, dopo aver giocato il mio ultimo torneo, vorrei annunciarlo pubblicamente.”

“La vita di un giocatore di scacchi professionista è stata un grande viaggio e sono molto grato agli scacchi per tutto ciò che mi ha dato. A volte è stato difficile, a volte ho avuto più successo di quanto avrei mai potuto immaginare, ma in ogni caso è stata per me un’esperienza umana inestimabile. Ho sempre fatto del mio meglio per dare tutto dalla mia parte, essendomi pienamente coinvolto mentre lavoravo e giocavo a scacchi “.

“Ma ho anche espresso nelle interviste precedenti che mi piacerebbe provare a fare qualcos’altro un giorno, e dal momento che la mia motivazione per il giocatore di scacchi è diminuita significativamente negli ultimi mesi, sembra il momento giusto per farlo. Vorrei concentrarmi sui progetti che ho sviluppato negli ultimi mesi, in particolare nel campo degli scacchi per bambini e dell’istruzione. Presto fornirò informazioni più dettagliate su questi. “

“A volte mi piacerebbe ancora giocare a un torneo di scacchi rapidi o blitz o fare simultaneamente una partita come gli Scacchi in acciaio Tata nel palazzo del parlamento olandese e partecipare a vari eventi legati agli scacchi, rendendo popolare questo grande gioco.”

Jeroen van den Berg, direttore del Tata Steel Chess Tournament: “Sono onorato che Vladimir Kramnik abbia scelto il Torneo Tata Steel Chess come il suo ultimo. Mi sarebbe piaciuto vederlo partire con un risultato migliore, però. Vladimir è un grande giocatore. È dinamico, a tutto tondo e un grande combattente con una profonda intuizione. Ma soprattutto è una persona meravigliosa e calorosa, con un grande senso dell’umorismo. Mi mancherà la sua presenza nella parte superiore del mondo degli scacchi, così come molti appassionati di scacchi in tutto il mondo. Gli auguro tutto il meglio con tutto ciò che sta per intraprendere e sono sicuro che le nostre strade si incroceranno ancora molte volte. “

Nelle scorse settimane Kramnik ha partecipato al Torneo Tata Steel Chess. Questo pomeriggio giocherà il Tata Steel Chess simultaneamente (Torentje Schaak) Tata Steel ha organizzato per i membri del parlamento e dei giornalisti nel palazzo del parlamento a L’Aia. Questa simultanea è sempre l’ultimo evento del Torneo Tata Steel Chess.

Hits: 40

Grand Chess Tour aggiornamenti 2019

 

Fide 100 giorni

Aumentano gli impegni per i top playier nel 2019.

FIDE e il Grand Chess Tour sono lieti di confermare che collaboreranno per quanto riguarda gli accordi finali di programmazione dei partecipanti al FIDE Grand Prix 2019 e al Grand Tour di scacchi del 2019. Ciò garantirà che i giocatori possano accettare gli inviti sia al Grand Tour di scacchi del 2019 che alla serie del Gran Premio FIDE 2019 qualora desiderassero farlo.

Hits: 4

1 primi 100 giorni della FIDE

Fide 100 giorni

Osserviamo i  primi 100 giorni del nuovo ciclo FIDE

Tornei

• Organizzazione regolare dei principali eventi FIDE, compresi i Campionati Mondiali Classici (Londra e Khanty-Mansiysk)

• Riuscito trasferimento e organizzazione dei campionati King Salman World Rapid e Blitz Chess 2018 in stretta collaborazione con la Federazione degli scacchi sauditi e la Federazione russa di scacchi. Nuovi standard di organizzazione e programmi appositamente ideati hanno attratto migliaia di spettatori dal vivo.

• Ristrutturazione e aumento massiccio del montepremi del ciclo di Campionati del mondo di scacchi femminili. Introduzione dei tornei dei candidati alle donne e rilancio della serie Women Grand Prix.

• Introduzione di FIDE GrandSwiss come nuovo percorso di qualificazione per il Torneo dei Candidati nel 2020.

Supporto delle federazioni continentali e nazionali

• Assegnazione di un record di 3 milioni di euro al fondo di sviluppo.

• Sviluppo di un chiaro sistema KPI per valutare l’efficienza dell’utilizzo dei fondi stanziati.

• Accordi firmati tra la FIDE e il numero delle federazioni nazionali per fornire assistenza dal fondo di sviluppo volto a raggiungere gli indicatori chiave di prestazione rilevanti.

• Accordi tra FIDE e federazioni continentali da firmare durante il Q1 2019.

Budget 2019

• Il budget è stato notevolmente aumentato e ristrutturato. Il reddito preventivato di circa 6,5 milioni di EUR nel 2019 sarà il più alto mai registrato nella storia della FIDE. Le spese sono pianificate a 5,5 milioni di euro, che è quasi tre volte superiore rispetto agli anni precedenti – con il fondo per lo sviluppo che registra il maggiore aumento. EUR 925.000 saranno accantonati come fondo di riserva, il che renderà la situazione finanziaria della FIDE notevolmente più sostenibile.

• In precedenza, la FIDE ha speso circa l’85% delle sue entrate nel proprio ufficio. Nel budget corrente questo numero è ridotto al 35% e verrà mantenuto attorno a quel livello in futuro. Allo stesso tempo, le commissioni addebitate dalla FIDE saranno ridotte in media fino al 40%, riducendo così l’onere per i giocatori e le federazioni nazionali. La FIDE supporterà le federazioni e non il contrario come prima.

La transizione immediata è importante

• Transizione gestionale di successo senza interruzione delle attività.

• L’aggiornamento dei processi di conformità interna e AML ha consentito alla FIDE di ristabilire la sua credibilità e di aprire conti nelle principali banche europee.

• Completamento dei preparativi per il trasferimento dell’ufficio principale della FIDE da Atene a Losanna per essere completato nel Q1 2019.

Miglioramento della governance FIDE

• Consiglio di amministrazione creato con le riunioni settimanali regolari

• Le procedure istituzionali sono implementate, con l’obiettivo di garantire la governance FIDE secondo i migliori standard organizzativi.

• Un gruppo di professionisti è stato impostato per condurre una revisione fondamentale del Manuale FIDE nel 2019 al fine di preparare gli emendamenti all’Assemblea Generale FIDE del 2019.

• Le commissioni FIDE non elette sono state ristrutturate al fine di attirare i migliori esperti e rendere le commissioni più efficienti; Sedie e membri delle commissioni sono stati nominati. I membri del Consiglio di presidenza sono nominati per una panoramica del lavoro delle rispettive commissioni.

• Più trasparenza nelle nomination per i tornei ufficiali sarà consegnata sotto la guida delle commissioni pertinenti.

• È stata istituita una task force per la revisione di tutte le normative FIDE.

Promozione degli scacchi nei media e interazione con la comunità degli scacchi

• Notevole aumento dell’attività di FIDE nei social media come Facebook, Twitter e Instagram.

• La task force è stata creata per migliorare drasticamente il sito web della FIDE. FIDE rafforza e amplia il proprio dipartimento di pubbliche relazioni: gli appuntamenti devono essere finalizzati nel primo trimestre.

• Sono iniziate le trattative sulla cooperazione globale tra la FIDE e le principali piattaforme di scacchi esistenti.

• Un’adeguata cooperazione con i media mainstream – Est e Ovest saranno presto istituiti – in questo senso la FIDE ha già discusso con diverse case mediatiche globali.

• Sono stati condotti sondaggi sul formato World Cup e World Championship Match – con circa 200 giocatori che hanno espresso la loro opinione.

• Migliaia di richieste inviate all’ufficio e alla direzione della FIDE hanno ricevuto risposte tempestive e sincere – garantendo una comunicazione trasparente e corretta tra la FIDE e gli scacchi di tutto il mondo.

100 giorni è ovviamente un periodo di tempo piuttosto breve. Ma siamo impegnati nella nostra promessa di portare il cambiamento e rendere il mondo degli scacchi un posto migliore – e continueremo a lavorare duramente per servire la comunità mondiale degli scacchi.

Hits: 15

Judit Polgar designata Vice Presidente Onorario FIDE

Judit_polgar Vice Presidente FIDE

La signora Polgar concentrerà i suoi sforzi sullo sviluppo degli scacchi in tutto il mondo, compresa la promozione degli scacchi nelle scuole, la divulgazione del gioco e il miglioramento del livello dell’organizzazione dei tornei. GM Judit Polgar è il giocatore di scacchi femminile più forte di tutti i tempi. Con un elo classico di 2735, Judit è stato classificata № 8 tra tutti i giocatori di scacchi nel mondo nel 2005.

Dal suo ritiro dagli scacchi competitivi nel 2014, GM Polgar si è concentrata sull’educazione e sulla promozione degli scacchi. Entro il 2018, il Global Chess Festival, con sede a Budapest, ha riunito oltre 300 eventi e sedi partecipanti in 46 paesi. La signora Polgar ha anche creato il programma educativo Chess Palace, che è già stato introdotto nei curricula della scuola primaria in Ungheria e in Cina. Inoltre, GM Polgar ha creato “Chess Playground”, una serie di libri per bambini popolari tradotti in diverse lingue.

Nell’agosto 2015 Polgar ha ricevuto l’Ordine di Santo Stefano – la più alta distinzione di stato in Ungheria.

“Sono molto lieto di dare il benvenuto a Judit nel nostro team”, ha dichiarato il presidente della FIDE, Arkady Dvorkovich. “Ha una grande esperienza sia come top player che come organizzatore di eventi internazionali. Il suo entusiasmo nella promozione degli scacchi è enorme. Judit è molto rispettata dalla comunità mondiale di scacchi, e sono sicuro che giocherà un ruolo importante nel futuro lavoro della FIDE “, ha aggiunto Dvorkovich. Arkady Dvorkovich è stato eletto come nuovo presidente della FIDE nell’ottobre 2018; Il nuovo team di gestione della FIDE comprende famosi GM e organizzatori di scacchi, Nigel Short, Viorel Bologan ed Emil Sutovsky.

“Non vedo l’ora di lavorare insieme ad Arkady e al suo eccellente team per estendere la portata e il fascino degli scacchi in tutto il mondo.” – ha affermato GM Polgar nella sua dichiarazione. – “Sono fiduciosa che la FIDE diventerà un’organizzazione più agile, supportando i nostri atleti e organizzatori professionisti, così come i milioni e milioni di amanti degli scacchi. I miei principali obiettivi personali sono aumentare l’impatto degli scacchi nell’educazione non formale; trovare e incoraggiare talenti; e fare di più per l’uguaglianza di opportunità attraverso le differenze di genere, sociali o economiche e di età. Ultimo ma non meno importante, gli scacchi devono riaffermare il loro posto molto speciale nel 21 ° secolo, conquistando nuove piattaforme e conquistando nuovi pubblici. Sarà una sfida molto eccitante per me assistere a questa missione unica. “- ha concluso Judit Polgar.

Hits: 7

Budget FIDE 2019

Fide budget 2019

Cari amici di scacchisti,

Il budget FIDE 2019 viene adottato e pubblicato. Attua le due tavole fondamentali della mia campagna elettorale. Quando ho corso per il titolo di presidente della FIDE, vi ho promesso che il budget sarebbe aumentato mentre le commissioni FIDE addebitate a federazioni, giocatori e organizzatori sarebbero diminuite drasticamente.

Voi ora poteto vederlo nero su bianco.

Innanzi tutto, il budget annuale FIDE del 2019 ha raggiunto i 5,5 milioni di euro, mentre il precedente budget del 2018 era solo 2,3 milioni di euro. Significa che le spese totali nel bilancio 2019 sono aumentate di 2,4 volte rispetto all’anno precedente.

In secondo luogo, ho promesso una significativa e generalizzata riduzione delle commissioni FIDE. Sfortunatamente, è solo l’Assemblea Generale che può modificare le tariffe specificate nei regolamenti. Tuttavia, quando c’è una volontà, c’è un modo. Dopo le delibere con i membri del Consiglio di presidenza e il nostro consulente legale, abbiamo deciso di dividere in due parti tutti i contributi pagabili nel 2019, il secondo dei quali sarà dovuto solo a dicembre 2019. Allo stesso tempo, abbiamo deciso di sottoporre all’Assembla Generale della FIDE (prevista per l’autunno 2019) una modifica del Regolamento finanziario che ridurrebbe le tasse e sarà applicata dal 1 ° gennaio 2019. Se l’Assemblea Generale approverà la nostra proposta, nessuna federazione, giocatore o organizzatori dovrà pagare la seconda parte delle tasse dovute. In questo modo, una riduzione significativa sarà raggiunta nel modo che avvantaggia tutti.

Più soldi per lo sviluppo e per le federazioni nazionali. Meno tasse per tutti, specialmente per anziani e junior. Questi sono i benefici tangibili che il nuovo team di gestione FIDE vi porta nel 2019. Continuiamo a lavorare con tutti voi per il beneficio degli scacchi in tutto il mondo.


Arkady Dvorkovich

FIDE President

 

Scarica il Fide budget 2019

Hits: 3

Ruth Haring le condoglianze FIDE

FIDE regole degli scacchi

Mosca, 30 Novembre 2018

Ruth Haring family
United States of America

 

Cara Famiglia Haring,

È con profonda tristezza che abbiamo appreso della morte della nostra amica e collega signora Ruth Haring.

La signora Haring era un Maestro Internazionale femminile che ha rappresentato gli Stati Uniti in cinque Olimpiadi degli scacchi. È stata anche Presidente FIDE di Zona, membro del comitato esecutivo della FIDE per sette anni, membro della FIDE Ethics Commission e presidente della US Chess Federation per cinque anni.

La signora Haring amava appassionatamente il gioco e lei era una luce guida nello sforzo di propagare il gioco degli scacchi non solo nel continente americano ma in tutta la FIDE.

Ci ha dato il suo meglio servendo la FIDE e ci mancherà molto.

I nostri pensieri e le nostre preghiere sono con voi in questo momento molto difficile.

Sinceramente Vostro,

Arkady Dvorkovich
FIDE President

FIDE_sends_Condolences__to_Ruth_Haring_family

Hits: 5

Magnus Carlsen è ancora Campione del Mondo

Magnus Carlsen è ancora campione del mondo di scacchi

Magnus Carlsen è ancora Campione del Mondo di scacchi.

Il ragazzo di Miami ci ha provato a metterlo in difficoltà nelle partite classiche. Prima a provato a fargli perdere la pazienza, poi ha provato a conquistare qualcosa in più di un semplice vantaggio posizionale. Nella dodicesima partita è sembrato Magnus ad avere il braccino corto e ad offrire il pareggio in quello che sembrava una posizione vantaggiosa.

Diciamo che gli spareggi rapid erano il traguardo a cui miravano entrambi.

Tuttavia fin dalla prima partita si è visto che la preparazione alla nuova cadenza di gioco era diametralmente opposta a quella vista fino ad ora. Carlsen era stato sorpreso dalla tenacia di Caruana nel gioco classico, ma con meno tempo a disposizione il maghetto che nutre sangue italiano non ha avuto i riflessi per coordinare le mosse giuste in un finale di torre con pedone in meno. I software dicono che vi erano ancora chance di salvezza grazie alla torre attiva, poi i pedoni collegati e passati del Campione del Mondo hanno emesso la sentenza.

Quello che stupisce è gara 2. Qui si è visto l’impreparazione psicologica al match di Caruana. L’americano cerca subito l’iniziativa, ma finisce al contrario in posizione passiva. Con il re nel mezzo e la torre h1 che non gioca, la mossa logica è arrocco. Tuttavia a causa di un sacrificio di cavallo si va incontro al perpetuo. In primis il Campione la deve giocare e probabilmente la gioca, ma intanto metti palla al centro e provi a resistere nella terza per dare tutto nella quarta. Sbagliando i calcoli si è trovato in posizione persa e ha rassegnato. Tutto il mondo aveva capito che la terza partita si sarebbe chiamata agonia.

Nella terza partita Caruana gioca la Difesa Siciliana, risorsa a cui ricorre quando è obbligato a vincere. Carlsen adotta il Sistema Marockzy, con i pedoni c4 ed e4, una scelta solida che sembra premiare la ricerca del pareggio. Tuttavia Carlsen incomincia a sbilanciarsi sul lato di re e Caruana ottiene le sue chance di rientrare in partita. Dopo il cambio dei pezzi Carlsen ha pedoni passati sul lato di donna e Caruana sul lato di re. Ancora una volta il tempo ha giocato la sua parte e l’amico di Miami ha cominciato a fare errori lasciando comparire una secondo regina bianca sulla scacchiera.

Alcuni hanno scherzato affermando che Magnus Carlsen si è confermato Campione del Mondo nel gioco Blitz, a onor del vero le partite erano rapid. Noi popolo italico possiamo consolarci guardando alle 12 partite classiche, dove è mancato un briciolo di esperienza in più per portare a casa quel punto che sembrava dovesse arrivare da un momento all’altro e poi non è arrivato. Chissà, siamo sicuri che l’astro di Miami ci riproverà e allora la storia avrà un altro finale.

Hits: 28

Ju Wenjun difende il titolo mondiale

ju wenjun

Ju Wenjun campionessa in carica femminile ha difeso il suo titolo. Dopo aver pareggiato il match di finale per 2-2 si sono resi necessari gli spareggi blitz, pareggiati i primi due incontri Ju Wenjun ha vinto ambo le partite 10 minuti + 10 secondi per mossa.

Dagli anni 2000 è stata la prima volta che una giocatrici ha difeso il titolo in un torneo a eliminazione diretta.

Una città fortunata

Khanty-Mansiysk è un posto ben noto per chiunque abbia seguito gli scacchi negli ultimi dieci anni circa. Per Ju Wenjun, tuttavia, questo è più di una semplice “città degli scacchi”. Durante la conferenza stampa che ha seguito la sua vittoria su Lagno, ha definito la città russa il suo “posto fortunato”, poiché si era qualificata per affrontare Tan Zhongyi nella precedente gara del campionato del mondo dopo aver vinto la fase finale del Gran Premio 2015-16 proprio in quella località siberiana.

La seconda donna al mondo con il punteggio più alto ha conseguito un’impresa storica nelle ultime tre settimane, diventando la prima giocatrice dopo Xie Jun nel 2000 a difendere il suo titolo nel formato a eliminazione diretta. Ha giocato 18 partite e finito con 9 vittorie, 8 pareggi e una sola sconfitta. È arrivata come la favorita sulla carta e ha ratificato il suo status di giocatore femminile attivo più forte del mondo – dato che di fatto Hou Yifan non ha giocato spesso ultimamente, dopo aver iniziato i suoi studi a Oxford.

Anche Ju Wenjun ha rivelato che si prenderà del tempo per riposare dagli scacchi, dato che è piuttosto stanca dopo il lungo torneo. La sua incredibile corsa in Khanty-Mansiysk le ha permesso di ottenere 7,4 punti elo – ora ha un rating di 2575, 29 punti in meno rispetto al suo record di 2604.

Caterina Lagno

Caterina Lagno, che sulla carta era la terza favorita, ha avuto un torneo fenomenale. E’ andata anche in vantaggio con Ju Wenjun nella fase finale, ma non è riuscita a finire la sua avversaria quando ne ha avuto la possibilità. Il secondo posto è comunque un grande successo che le permette di qualificarsi  per il Torneo dei Candidati Femminili 2019, insieme ad Alexandra Kosteniuk e Mariya Muzychuk.

Arkady Dvorkovich

Arkady Dvorkovich

Arkady Dvorkovich è intervenuto in occasione dei tie-break e nella conferenza stampa post partita ha parlato del prossimo ciclo di qualificazione. Ha annunciato che la vincitrice del ciclo dei candidati giocherà con Ju Wenjun un match per la corona di Campionessa del Mondo di Scacchi.

Poi vi sarà una serie di Grand Prix e una Coppa del Mondo a cui sarà possibile accedere in base al rating.

Ringraziamo il sito ufficiale della manifestazione per le foto.

Hits: 2

Magnus Carlsen – Fabiano Caruana

Magnus Carlsen Fabiano Caruana

Magnus Carlsen e Fabiano Caruana è stato un match in cui i 2 protagonisti hanno pensato in primo luogo a non prenderle.

In un unica occasione Caruana ha avuto il colpo del ko, ma lo stesso Kasparov ha dichiarato:

Se fosse entrato nella linea vincente sarebbe dovuto essere perquisito immediatamente con il metal detector.

Nella ottava partita Caruana ha messo il Campione del Mondo sotto pressione e terminata la preparazione casalinga avrebbe dovuto trovare la non difficile 24. Dh5, ha optato invece per la solida 24. h3.

Nella dodicesima partita Carlsen ha tirato fuori il martello di Thor, ma poi in posizione vantaggiosa ha proposto l’armistizio.

Come dire che ambo i giocatori si erano preparati fin dal principio a concludere il match sul 6 pari.

La differenza elo tra Magnus Carlsen e Fabiano Caruana si è ridotta a soli 3 punti in questi ultimi mesi e lo abbiamo visto anche sulla scacchiera. Non ci sono margini per match che superino la prova del fuoco.

Guardiamo alle due partite da 25 minuti + 10 secondi per mossa sotto un altra prospettiva, in cui Carlsen è il naturale favorito. Se Fabiano resisterà all’assalto sarà impegnato in due partite da 5 minuti più 3 secondi per mossa e qui le preghiere saliranno alte in cielo. La sua vera possibilità e quella di beccare il nero nella decisiva sfida in armageddon e resistere ancora una volta per vedersi proclamare nuovo Campione del Mondo di Scacchi.

Hits: 8

Dylan Loeb McClain Tournament Report

Dylan Loeb McClain Tournament Report

Traduciamo dal sito ufficiale del Campionato del Mondo di Scaccchi il Dylan Loeb McClain Tournament Report.

Mercoledì, gara 9 del Campionato del Mondo tra lo sfidante Fabiano Caruana e il Campione in carica Magnus Carlsen ha prodotto lo stesso risultato delle altre 8 partite: un paregggio. Le 9 patte consecutive in un Campionato del Mondo di Scacchi sono un record.

Il match è diventato uno scontro tra l’irresistibile vigore (Carlsen) e l’impassibile opposizione (Caruana).

Nella nona partita il 27enne norvegese ha il bianco e come nella quarta partita inizia con la Partita Inglese 1. c4.

Caruana replica con lo stesso sistema che ha usato nella partita precedente e il gioco segue lo stesso sentiero fino a che Carlsen varia con 9. Ag5

La mossa non cambia di molto la valutazione della posizione e alla mossa 16 Caruana prova già a ripetere la posizione forzando un pareggio con Ad5 e Ae4, la donna di Carlsen era finita sotto attacco.

Ovviamente dopo 17. Dd1 il Campione del Mondo evita la ripetizione. Caruana cambia subito l’alfiere di case chiare per il cavallo. Ciò sembra una imprecisione, dopo una serie di cambi, la struttura pedonale del nero viene spezzata, quindi finendo in posizione peggiore.

C0munque per Caruana il problema non era così grave e dopo un’altra serie di cambi, pur in posizione inferiore raggiunge un finale sostenibile.

La partita è continuata per altre 25 mosse. In verità non vi era una via per ottenere il punto intero e la patta è stata siglata dopo 56 mosse e 3 ore e 30 minuti di gioco.

Chi vincerà il match entro le 12 partite si aggiudicherà il 60% di 1,1 milioni di euro. Ogni vittoria corrisponde ad un punto ed il pareggio a mezzo punto. Chi raggiungerà 6,5 punti sarà dichiarato vincitore. Se si sarà costretti ad andare ai brevi match di spareggio, il vincitore guadagnerà il 55% del montepremi.

Il Match è organizzato sotto l’egida della World Chess Federation (FIDE), ossia la Federazione ufficiale e World Chess, che è l’organo ufficiale incaricato di organizzare il ciclo del Campionato del Mondo.

La sede dell’evento è il College in Holborn situato al centro di Londra, un istituto storico dallo Stile Vittoriano.

Le partite possono essere consultate in diretta sul sito ufficiale dell’evento.

Gli sponsor dell’evento sono:

  • PhosAgro una multinazionale che si occupa di fertilizzanti.
  • Kaspersky Lab una delle più grandi compagnie di sicurezza informatica.
  • S.T. Dupont una compagnia francese leader nei prodotti di lusso.
  • Pritek una compagnia a rischio di capitale, specializzata in tecnologia e servizi finanziari.
  • Unibet una agenzia di scommesse online che opera in più di 100 paesi.

La mancanza di risultati decisivi non ha smorzato la copertura mediatica del match.

Per la nona partita sono apparsi articoli su:

  • New York Times.
  • NBC News.
  • The Guardian.
  • The Daily Mail.
  • FiveThirtyEight.
  • Deadspin.

E solo per fare alcuni nomi…

Non vi è certo carenza di tensione, specialmente con solo 3 partite alla fine del match a cadenza classica.

Nel 2016 si andò al tie-break prima che Magnus Carlsen riuscisse a prevalere su Sergey Karjakin. Quel risultato fu estremamente eccitante.

Questo match sembra orientato ad avere lo stesso tipo di finale.

Gara 10 è fissata per le ore 3pm locali o GMT time. In Italia ore 16.00.

Hits: 13