Un pedone passato è ancora un pedone

Un pedone passato sulla settima traversa è molto forte. Tuttavia, a volte il pedone passato non può andare impunemente a regina, continuando a restare un forte pedone sulla settima traversa.

Scelta critica

Il bianco ha un pedone in settima traversa, ma i pedoni neri si rivelano altrettanto pericolosi se il nero trova il piano giusto.

Dopo 1. … Tg8 il bianco non è più in grado di coordinare le sue forze per promuovere il pedone.

2. Txb5+ la cattura con scacco è una delle mosse che raramente si possono rifiutare.

2. … Rc2 lasciando libero il pedone (a) di avanzare.

3. Cf5 ora il pedone in settima è difeso.

3. … a3 anche il nero ha un pedone che corre

4. Tb7 minacciando di infastidire la torre con Ch6

4. … a2 anche il nero ha un pedone in settima traversa.

5. Cd4+ il miglior aiuto che possa fornire il cavallo è distrarre il re nero dal sostenere il pedone in a2.

5. … Rc3 Infastidisce il cavallo e rimane nell’orbita della promozione del pedone passato.

6. Ta7 accettando il verdetto di parità.

6. … Rxd4 Lasciando che il re nero si allontani dalla casa di promozione.

7. Rf5 evitando di subire Txg7+ che devia la torre in a7 e permette al pedone a2 di essere promosso.

7. … Txg7 il trucco sventato dal bianco.

8. Txa2 il finale di torri è pari.

 

 

Hits: 11

La cattiveria negli scacchi

IM Smirnov T vs IM Praggnanandhaa R

Pubblicato da A.S.D. Circolo Scacchistico Bolognese su Lunedì 12 novembre 2018

Sono consapevole di cominciare a scrivere un post che potrebbe sollevare un polverone.

I bambini sentono la pressione esattamente come la sentono gli adulti.

Pensate forse che Smirnov fosse felice di difendere una posizione in cui può soltanto pareggiare? E come si sarà sentito Praggnanandhaa nel constatare che la fortezza bianca era inespugnabile.

2 secondi di incremento per ogni mossa, un margine irrisorio quando ci si deve sforzare di creare qualcosa.

Ebbene si, i bambini piangono e si arrabbiano quando non riescono ad ottenere ciò che vogliono, ma in genere coloro che piangono sono i migliori. “Imparare a metabolizzare la sconfitta e tornare immediatamente alla scacchiera perché per noi ci deve essere una sorte diversa”, il pensiero espresso dal bambino capace di sognare.

Chi si accontenta di giocare per diletto non raggiungerà quasi mai il livello di frustrazione raggiunto dai due protagonisti.

Ma gli scacchi sono la magia che va oltre il gioco e le lacrime sono quelle perle che ci fanno adorare qualcosa, sono un lasciarsi andare e sono patrimonio dei vincenti.

Si può perdere una partita, si può rimanere bloccati davanti un problema, poi si mettono i pezzi nella scatola e li si ritira fuori, per tornare a giocare al gioco più bello del mondo.

Gli scacchi sono l’essenza dell’emozione, vivila come ti riesce meglio, ma vivila perché quando avrai smesso di giocare, l’unica cosa che ti rimarrà è osservare le emozioni degli altri, o forse farai così tanti soldi che le emozioni avrai la possibilità di comprarle.

Noi si gioca sulla scacchiera in legno con 32 legnetti e preferiamo piangere e ridere mentre cerchiamo lo scaccomatto o la nostra partita immortale.

 

Hits: 33

CCI Italia – Collezioni Scacchistiche

CCI Italia

CCI Italia è l’acronimo di Chess Collector International sezione Italia.

Gli appassionati scacchisti, che venerano la Dea Caissa, saranno entusiasti di scoprire un portale che racchiude un mondo di storia a tema scacchistico.

CCI Italia è un associazione regolarmente costituita. Quindi dotata di statuto e atto costitutivo con relative cariche sociali.

Sul sito si trovano interessanti rubriche:

  • Citazioni Scacchistiche.
  • Collezionismo.
  • Congressi Italiani.
  • Congressi Internazionali.
  • Letteratura e Scacchi.
  • Miscellanea.
  • Racconti Scacchistici.
  • Recensioni.
  • Storia.
  • Tornei.

Altre interessanti sezioni sono curate da Alessandro Sanvito, Rodolfo Pozzi, Roberto Cassano, Carmelo Coco, Santo Daniele Spina.

La tessera sociale ha un costo di euro 50. I soci conseguono il privilegio, di poter accedere alla sezione a loro riservata. Tra le novità vi è il mercatino dei collezionisti di scacchi.

Nell’era del digitale vi è chi, ancora, apprezza la corrispondenza cartacea. Per mettersi in contatto con CCI-Italia scrivete a:

Dr. Gianfelice Ferlito
Via S.G.Emiliani 7
21020 Casciago-Morosolo (Va) Italia.

Hits: 12

5 problemi comuni ai nuovi giocatori di scacchi

nuovi giocatori di scacchi

La pratica rende perfetti. Tuttavia i principianti necessitano anche di una piccola guida per sviluppare al meglio le loro partite di scacchi. BILL GORDON propone cinque suggerimenti che i nuovi arrivati dovrebbero tenere a mente per migliorare il loro gioco, evitare errori e rimanere concentrati sulla scacchiera. Per i dilettanti esperti o i guerrieri dei tornei, questi suggerimenti non saranno nulla di sconvolgente, ma perché non condividerli con i vostri nuovi amici entrati a far parte della nostra famiglia? GENS UNA SUMUS.

Suggerimenti per iniziare

Se ti sei appena avvicinato agli scacchi, è probabile che tu ripeta gli stessi errori da principiante, ma con un poco di pratica e un adeguato addestramento imparerai ad evitarli. Fare errori e apprendere nuove strategie è una parte inseparabile di questo complesso gioco. Quindi cerca di non perdere motivazione se le cose non vanno bene all’inizio. È fondamentale continuare a giocare ogni giorno e pensare agli scacchi nel tempo libero. Imparare gli errori comuni ti aiuterà a salire di livello e a diventare un giocatore di scacchi migliore.

Sviluppo insufficiente

La maggior parte dei principianti non si concentra abbastanza all’inizio del gioco e, di solito, gioca con uno o due pezzi. Trascurare lo sviluppo può costarti un gioco, e questo è il motivo per cui dovresti farlo bene.

Quando cominci una partita, cerca di non muovere lo stesso pezzo due volte (a meno che non sia forzato). In genere è meglio sviluppare rapidamente tutti i pezzi minori e arroccare prima di avventurarsi nel mediogioco. Una buona apertura ti aiuterà a migliorare il tuo bagaglio strategico e le probabilità di vincere la partita aumenteranno.

Giocare senza piano

Altro errore comune tra i principianti è quello di non avere un piano di gioco. Il nobil giuoco richiede una messa a fuoco di tutta la scacchiera e la conduzione di strategie impeccabili.

Certo, non puoi sapere cosa farà il tuo avversario, ma avere un buon piano ti porterà più vicino alla vittoria. È molto importante prestare attenzione alla metà campo avversaria e constatare se ci sono dei punti deboli. Una volta che li avrai visti, dovresti pianificare una serie di mosse che in grado di portarti in quella zona in modo da poterla attaccare. D’altra parte, dovresti anche migliorare la posizione dei tuoi pezzi più deboli, chiamati comunemente “cattivi” o “fuori dal gioco”.

Ignorare il piano dell’avversario

Avere un buon piano di gioco è essenziale per avere successo negli scacchi, ma ignorare il piano di gioco dell’avversario potrebbe vanificare le tue chance di vittoria.

Se stai pensando solo agli obiettivi, potresti perdere, facilmente, l’opportunità di difendere adeguatamente il tuo territorio. Ogni mossa che fa il tuo avversario non deve essere ignorata; prova a capire le sue intenzioni.

Predire i piani del tuo avversario è difficile. Avrai bisogno di giocare molte ore prima di dominare questo aspetto del gioco. Una migliore pianificazione e anticipazione appariranno in modo naturale nel tuo gioco, man mano che diventerai più esperto.

Perdita di concentazione

Anche una piccola variazione nella tua capacità di concentrazione può costarti la partita. Se non sei completamente concentrato e sveglio, è probabile che perderai la partita, indipendentemente dalla impeccabile conduzione strategica. Una svista può ribaltare il giudizio della posizione, facendoti perdere i favori del pronostico.

Per rimanere concentrato più a lungo, dovrai lavorare sulla resistenza fisica e mentale. Un allenamento regolare renderà il tuo corpo più forte e la tua mente più acuta. E’ importante allenarsi giocando partite a cadenza classica piuttosto che le divertenti, ma inique partite blitz.

Non studiare le partite degli altri giocatori

Se il tuo obiettivo è diventare bravo in qualcosa, dovrai studiare molto e smettere di ignorare l’autorità. Lo stesso vale per gli scacchi. Assicurati di imparare dai migliori giocatori e ascolta i loro consigli. Parlare con un grande giocatore o semplicemente analizzare le loro partite ti fornirà utili consigli sugli scacchi, e il tuo gioco migliorerà. Continua a provare nuove mosse e approcci diversi allo stesso problema. Tieni presente che l’esperienza degli altri può migliorare il tuo gioco, quindi tieni gli occhi e le orecchie ben aperti.

Pensieri conclusivi per i nuovi giocatori di scacchi

Gli scacchi sono molto più di una manciata di suggerimenti e dovresti esserne consapevole. Continua ad imparare giocando. La giusta combinazione di educazione, attività fisica, strategia e ambizione ti aiuterà a migliorare il tuo gioco, quindi vai avanti e inizia a lavorarci quotidianamente.

La gente dice che la pratica rende perfetti, e questo vale anche per gli scacchi. Può darsi che non diventerai un giocatore di scacchi perfetto, ma potrai continuare a provare e a divertirti con questo magnifico gioco.


Bill Gordon è uno scritore freelance. Manifesta il suo entusiasmo nei giochi con scacchiera. Abita a Melbourne in Australia. Gli piace scrivere articoli inerenti lo stile di vita, che abbiano come argomento principale il gioco. Ha scritto numerosi articoli che sono stati pubblicati in vari blog. Quando non scrive ama trascorrere il tempo con sua moglie e cavalcando la sua bicicletta viaggiare lungo la costa.

Hits: 83

Lezioni di scacchi online

lezioni di scacchi online

 

Lezioni di scacchi online offerte attraverso la piattaforma lichess.org o altro sito di scacchi simile che permetta di offrire lezioni di scacchi online.

  • Offriamo la nostra magistrale esperienza ultraventennale.
  • Specializzati nella formazione scacchistica di giovani atleti.
  • Vi seguiamo passo-passo.Curando in primo luogo la creazione di un vostro repertorio di aperture.
  • Disponiamo di una vasta gamma di esercizi di scacchi, differenziati per rating elo, in grado di migliorare la vostra comprensione del megiogioco.
  • Vi spieghiamo le sottigliezze dei vari finali di scacchi. In primo luogo i finali di torre che sono quelli che si verificano con maggiore frequenza.
  1. Se siete giocatori under 14 e ambite a conquistare un titolo italiano, possiamo lavorare quotidianamente insieme.
  2. Se desiderate essere promossi alla categoria nazionale superiore, oltre all’aspetto tecnico, curiamo anche gli aspetti psicologici di approccio alla gara. L’alimentazione è importante ed anche nelle categorie inferiori, è necessario seguire alcuni accorgimenti per evitare di addormentarsi durante la partita. Quante volte avete formulato la frase: “Quella proprio non l’avevo vista!”.
  3. Se avete già raggiunto il titolo di Candidato Maestro e vi serve uno sparring partner, in grado di mettere a fuoco i vostri punti deboli e mettere in luce i vostri punti di forza, le nostre lezioni di scacchi online sono la soluzione che state cercando.

Ove richiesto possiamo organizzare lezioni di scacchi online per famiglie o gruppi di persone che abbiano livelli di conoscenze simili.

Se siete amanti del gioco per corrispondenza e non capite perché con il vostro +1.90 non riuscite a vincere la partita, vi aiuteremo ad aver maggior dimestichezza con le posizioni di fortezza.

Se vi piace il gioco di squadra vi prepariamo per partecipare al Campionato Italiano a Squadre, indetto ogni anno dalla FSI.

Il corrispettivo dei nostri istruttori, varia in base agli obbiettivi che volete perseguire. Possiamo concordare pacchetti di lezioni di scacchi online.

Coltiviamo anche rapporti di collaborazione con altre Accademie.

Per avere maggiori informazioni e richiedere un preventivo scrivete ad Accademia Scacchistica “La Regina”.

 

Hits: 118

Scaccomatto di Regina

scaccomatto di regina

Lo scaccomatto di Regina è un finale elementare. Probabilmente il primo finale che viene proposto ai bambini. Più semplice dello scaccomatto di torre. Tuttavia a volte il bambino distratto mette il re avversario in stallo. Quindi occorre fare attenzione. Specialmente quando si è in ristrettezza di tempo.

In alcune sfide su lichess.org con poco meno di 3 secondi sull’orologio, obbligato a continue premove, ho stallato il mio avversario. Sono tornato sui manuali per trovare qualche soluzione. Occorre trovare dei rimedi specialmente quando si è sotto pressione.

Nel 1923 uno compositore di scacchi che non è poi balzato agli onori delle cronache, tal O. Deller, propose lo studio di scacchi sopraesposto. Matto in 4 mosse.

Il bianco vince in diversi modi, ma immaginiamo di essere giunti alla 46ª mossa ed essere obbligati a mattare entro la 50ª.

1. Dg2! Ecco la soluzione che per deformazione professionale risulta ai più invisibile. Infatti ai bambini viene insegnato che quando due re sono in opposizione si deve dare scacco lungo la traversa. Qui dopo 1. Dc6+? Rh7 2. Rg5 Rg7 la Regina bianca è costretta a dare un nuovo scacco per fare indietreggiare il re nero. 3. Dd7+ Rh8 4. Rg6 Rg7 5. Da8# Ed il bianco ha sforato la 50ª mossa.

1. … Rh7 2. Rh5 Rh8 3. Rg6! Rg8 4. Dh8# Giusto in tempo.

Dopo aver imparato questo stratagemma vediamo la sua applicazione pratica.

Esercizio pratico n° 1

Scaccomatto in 2 mosse.

Esercizio pratico n° 2

Scaccomatto in 4 mosse.

Esercizio pratico n° 3

Scaccomatto in 6 mosse.

Soluzione esercizio n° 1:

  •  1. Rf7 Rh7 2. Dh4#

Soluzione esercizio n° 2:

  • 1. Dg2 Rh7 2. Rh5 Rh8 3. Rg6 Rg8 2. Da8#

Soluzione esercizio n° 3:

  • 1. Ra7 Ra2 2. Ra6 Ra3 3. Ra5 Ra2 4. Ra4 Ra1 5. Rb3 Rb1 6. Dh1#

Hits: 90

Alfiere – punti di forza e punti deboli

 

Alfiere

L’alfiere a differenza del cavallo è un pezzo meno amato dai bambini. Sarà per via della sua austerità. Non può mai abbandonare le case del proprio colore. Eppure nelle mani dei maestri diventa un elemento prezioso.

Si vocifera di questo fantomatico bonus assegnato alla coppia degli alfieri, eppure sembra così difficile saperli padroneggiare con maestria.

Osserviamo qualche scherzetto che può essere giocato dall’alfiere.

Alfiere – Punti di forza

La posizione è stata creata da Sobolevsky nel 1950. La mossa spetta al bianco. L’alfiere in h2 è in presa. Tuttavia dopo 1. Txh2 segue 1. … Td1+ ed il nero riconquista materiale migliorando la posizione della torre.

Al bianco conviene giocare 1. Ab2+ forzando la replica 1. … Ae5.Ora non va bene inchiodare l’alfiere con 2. Th5 perché segue ancora 2. Td1+ ed il bianco perde l’alfiere in b2. Chi ha già dimestichezza con l’uso degli alfieri si sarà accorto che il bianco dispone di una mossa molto incisiva. 2. Td6 se il nero cattura con 2. … Txd6 segue 3. Axe5 guadagnando alfiere, torre e partita.

La torre nera essendo impossibilitatà ad eseguire cattura dispone unicamente di 2. … Tb5 per sottrarsi alla minaccia.

Nella posizione del diagramma risulta evidente la scarsa libertà di azione di cui dispongono i pezzi neri. Dopo 3. Td8+ Rg7 il bianco può migliorare ancora la posizione con 4. Tb8 la torre è nuovamente intoccabile per il medesimo tema tattico visto in precedenza. Il nero ha ancora mossa forzata in 4. … Td5

Arriva la stoccata 5. e4 per salvare l’alfiere la torre cerca di guadagnare tempo per mezzo di 5. … Td1+. Segue 6. Re2 ed il nero si ritrova con due pezzi attaccati contemporaneamente. Non si possono difendere entrambi.

Molto spesso chi si trova in svantaggio materiale cerca una salvezza entrando in un finale di alfiere di colore contrario.

Kakovin ha pubblicato questo studio nel 1960. La spontanea 1. Axa6 incoccia in 1. … Af2+ ed il nero salva il finale. Il bianco può giocare in modo più astuto. 1. Ac4+ ed il re nero deve evitare la colonna (f) altrimenti dopo Tf1+ la torre bianca si sottrae agli scacchi vincendo agevolmente la partita. Segue 1. … Rg7 2. Te7+

La posizione è delicata, il nero potrebbe già mettere il piede in fallo giocando 2. … Rf6 e dopo 3. Te2 una volta che il nero abbia rimosso la torre in a6 dall’attacco seguirebbe 4. Te6+ vincendo l’alfiere in b6.

Quindi il nero si cautela con 2. … Rf8 3. Tf7+ Re8

Il bianco inchioda l’alfiere con 4. Tf6 e subisce la contro inchiodatura 4. … Ad8.

Calma. Il bianco deve far fare al propro alfiere ancora un passettino. 5. Ab5+ ed il re nero è costretto a rimuovere l’inchiodatura alla Torre in f6 per salvare se stesso. 5. … Re7 6. Txa6 vincendo agevolmente.

Dopo 1. Ac4+ il nero potrebbe tentare una difesa differente attraverso 1. … Rh7 con l’idea che dopo 2. Te7+ Rg6 3. Te2 Ad8+ si salvano capre e cavoli.

Tuttavia il bianco dispone ancora di una linea vincente a partire dalla posizione del diagramma seguente:

3. Axa6 Ad8 4. Ad3+

Ed il re nero per sottrarsi allo scacco è nuovamente costretto a rimuovere l’inchiodatura con 4. … Rf6 il bianco rimuoverà la torre da e7 vincendo agevolmente il finale.

Grande Maestro nello sfruttamento dei punti di forza degli alfieri è stato Robert James Fisher.

La posizione si è verificata nel Campionato americano del 1963-64. Bobby conduceva i pezzi neri, mentre i pezzi bianchi erano in mano a Robert Byrne.

Il talento combinativo è peculiarità dei grandi giocatori, ad ogni modo conoscere alcuni pattern aiuta a trovare le soluzioni quando si è sotto pressione del tempo. 1. … Cxf2 2. Rxf2 Cg4+ 3. Rg1 Cxe3 4. Dd2

4. … Cxg2 altrò che qualità, Bobby cerca il bersaglio grosso. 5. Rxg2 d4 apertura della diagonale sul lato di re indebolito. 6. Cxd4 Ab7+ 7. Rf1 Dd7

Robert Byrne si è rassegnato essendo la sua posizione distrutta. Poteva ancora cercare una fallace resistenza con 8. Cf3  Bobby avrebbe proseguito l’assalto con 8. …Df5+ 9. Df4 Dh3+10. Rf2 Ah6 11. Dd4 Ae3+ 12. Dxe3 Txe3 13. Rxe3 Te8 ed i pezzi del bianco senza un efficace coordinazione sono destinati a soccombere.

Vi era comunque anche la possibilità d’incappare un matto grazioso.

8. Df2 Dh3+ 9. Rg1 Te1+ 10. Txe1+ Axd4+ 11. Dxd4 Dg2#

Un altro GM che in quanto a sacrifici era secondo a nessuno fu Paul Keres.

A condurre i pezzi bianchi era niente meno che l’ex Campione del Mondo Max Euwe. Siamo nella 9ª partita del Match disputato in Olanda nel 1939-40. Keres vincerà di misura con +6-5=3.

L’estone da il via alle danze con il sacrificio 1. … d3 2. Txd3 Dxd3 devastante sotto il profilo psicologico. 3. Dxd3 Ad4+ 4. Tf2 [Su 4. Rh1 sarebbe seguito 4. ... Txe6 5. …. Tae8 6. … Te2] Txe6

5. Rf1 Tae8 6.f5 Te5 7.f6 gxf6 8. Td2 Ac8

9. Cf4 Te3 10. Db1 Tf3+ 11. Rg2

11. … Txf4 12. gxf4 Tg8+ 13. Rf3 Ag4+

Nella posizione del Diagramma Euwe ha abbandonato. Se 14. Rg2 o 14. Rg3 14. … Af5+ ed il bianco guadagna Regina e partita. Se 14. Re4 Te8+

Se 15. Rd5 Af3+ 16. De4 Axe4#

Se 15. Rd3 Af5#

Alfiere – Punti deboli

Quando un alfiere è costretto a difendere i propri pedoni posizionato alle loro spalle si definisce alfiere cattivo.

La posizione si è verificata a Winterthur nel 1931. Walter Henneberger conduceva i pezzi bianchi. Aaron Nimzowitsch conduceva i pezzi neri. Chi è curioso può anche gustarsi la partita intera.

Anche se l’alfiere fosse posto in e5 la posizione del bianco sarebbe persa a causa dei pedoni deboli in g3 e c3.

1. … Ce4 ed ora l’alfiere bianco è legato alla difesa dei due pedoni. 2. Re2 Rd5 3. Re3 Rd6 4. Re2 Rc6 5. Re3 Rd5 6. Re2 Cd6

Attraverso una manovra di triangolazione il re nero ha creato le premesse per entrare in e4. 7. Re3 Cb5 8. Ad2 Ca3

9. Ac1 la mossa è forzata perché 9. Ae1 avrebbe permesso 9. … Cc2+ e dopo il cambio dell’alfiere il re nero sarebbe entrato in e4 con effetti devastanti. 9. … Cb1 10. Ab2 a3 11. Aa1

La posizione è abbastanza comica.  Il cavallo nero è dominato, ma l’alfiere in a1 è praticamente inutile.

11. … Rd6 12. Re2 Rc6 13. Rd1 Rd5 14. Rc2 Re4

Il nero offre carne di cavallo in cambio di un candidato alla promozione.

15. Rxb1 Rf3 16. Ab2 il bianco lotta al meglio. 16. … axb2 17. a4 Rxg3 18. a5 Rh2

La casa corretta. 19. a6 g3 20. a7 g2 21. a8=D g1=D+ 22. Rxb2 Dg2+

Se il nero avesse giocato 18. … Rf2 non avrebbe avuto la possibilità di cambiare le donne. Ora invece il re nero catturerà il pedone f4 riuscendo a promuovere il pedone [f].

Facciamo un passo indietro.

Il nero sembra che possa vincere catturando in g3.

1. … Rxg3 2. Aa3 Rf3 3. Ac5 g3 4. d5 exd5 5. a4 ed è il bianco a promuovere.

Hits: 224

Top 10 siti di scacchi per google

TOP10

Il gioco online ha di gran lunga superato il gioco di scacchi al tavolino. Il così detto OTB (on the board) ha ruolo drasticamente marginale rispetto al gioco online.

Vediamo oggi quali sono i top 10 siti di scacchi per google:

1. Chess.com

Chess.com ha oltre 11 milioni di utenti. La sua diffusione è agevolata dall’avere la dizione chess (scacchi) nella sua direttory ed è quindi facilmente trovabile dall’utente amatoriale. Ha un bel forum con GM che pubblicano interessanti articoli. Tuttavia vi è pure molta pubblicità è questo è grande limite per coloro che hanno una connessione a consumo. Inoltre è invasivo e ci sono hackers che tentano di phishare l’account ed informazioni personali. Chess.com offre una funzionalità di training che però è limitata per i non membri. Insomma sta sfruttando la sua ampia popolarità a fini commerciali e quando gli utenti scopriranno altre piattaforme gratuite il suo declino sarà inesorabile.

2. Lichess.org

Lichess.org è una piattaforma di scacchi che si caratterizza per assenza di pubblicità e per il fatto di avere un codice opensource.

Il numero di utenti è in costante crescita e nell’ultimo periodo si è arricchito con la presenza del Campione del Mondo di scacchi. Il forum è suddiviso in varie lingue e gli utenti possono creare anche il loro forum personale o di club. Ci sono tutorial per imparare a giocare e si possono creare studi. Si può giocare anche a scacchi eterodossi come ad esempio: – Crazyhouse, Chess960, King Of The Hill, Three-Check, Antichess, Atomic, Horde, Racing Kings.

La funzione di training è gratuita ed illimitata. All’utente vengono sottoposte posizioni raggiunte in partita da altri utenti e per ogni risposta esatta viene assegnato un punteggio.

3. Chess24.com

Chess24 è una delle più nuove piattaforme di scacchi e una delle più complete. Puoi seguire i tornei dal vivo, giocare a scacchi o apprendere con video di scacchi di diversi maestri. E molti degli strumenti sono gratuiti! Una delle cose migliori è l’interfaccia perché ha uno stile fresco e moderno. E ogni giorno puoi seguire e leggere le ultime notizie sugli scacchi. Ha molti strumenti per tutti gli amanti degli scacchi! (Recensione di Alberto Chueca).

A mio avviso vi è troppa pubblicità e l’interfaccia grafica è poco chiara. I pezzi sono piccoli ed è molto facile commettere errori. Inoltre consuma troppa banda ed è sconsigliato per chi ha connessioni a consumo.

4. Chessbase.com

Chessbase è uno dei più famosi ed utili software di scacchi. All’interno del portale vengono pubblicate news quotidianamente. La pubblicità è limitata alla propaganda di software scacchistico. E’ anche possibile giocare partite online. La funzione guest è molto pratica. La scacchiera ha una grafica più che discreta e gli esercizi di tattica sono molto divertenti. Si possono anche visualizzare miriadi di video online.

5. Chess-Results.com

Chess-Result.com è il sito internazionale per visualizzare i tornei di scacchi.

L’archivio dei tornei di chess-results.com contiene più di 280.000 tornei da tutto il mondo, dai tornei di club fino ai Campionati europei e alle Olimpiadi degli scacchi. Ciò è reso possibile dal programma Swiss-Manager, un programma di amministrazione per i tornei di scacchi, che lavora a stretto contatto con chessresultings.com.

I tornei si possono seguire in tempo reale con la visualizzazione del turno odierno e della classifica turno per turno. Ci sono anche le statistiche individuali dei giocatori o delle squadre. E’ tradotto in molte lingue tra cui quella italiana.

6. Fide.com

Fide.com è il portale ufficiale della Federazione Scacchistica Internazionale. E’ possibile consultare il proprio rating fide e quello di tutti gli scacchisti del mondo. Vi sono le classifiche dei top 100 giocatori al mondo; sia in ambito maschile che femminile e giovanile. Vi è la sezione dedicata alle regole e alla commissione arbitrale. E’ anche possibile trovare informazioni sui principali tornei del mondo.

7. Chessgames.com

Chessgames è uno dei più grandi database di scacchi. La piattaforma festeggia i 16 anni ed è un riferimento per molti giocatori di ogni parte del mondo. Si può utilizzare per conoscere le partite famose, studiare aperture o finali di scacchi. Vi è una sezione dedicata alle notizie dove vi è un focus sui più importanti tornei del mondo. Vi è pure una sezione dedicata alla problemistica. Il forum potrebbe essere migliorato sotto il profilo grafico. Tuttavia ogni utente può creare il proprio profilo e fornire informazioni agli altri utenti.

8. Chesstempo.com

Chesstempo.com è il portale maggiormente utilizzato per fare esercizi di tattica online. Ha il più grande database di puzzle al mondo ed è utile per prepararsi ai tornei OTB. Vi è pure un forum dove si parla un pò di tutto.

9. Gameknot.com

Gameknot.com è un sito di scacchi indirizzato al gioco per corrisponenza. I membri hanno più funzionalità, mentre i guest possono giocare un numero partite contemporanee limitato. E’ possibile partecipare a match a squadre e la grafica è decente. Vi è pure la funzione allenamento. Tuttavia i guest possono risolvere un numero massimo di 10 quiz quotidiani.

La pubblicità ha nulla a che vedere con gli scacchi, ma è poco invasiva.

10. Chessbomb.com

Chessbomb.com è un portale nel quale è possibile seguire in tempo reale i più importanti tornei del mondo. E’ gratuito e senza pubblicità. Si può chattare con gli altri utenti previa registrazione e le partite possono essere osservate con l’ausilio di un motore di scacchi.

Hits: 145

Arun J nuove idee per insegnare scacchi ai bambini

Arun J

Abbiamo già scritto un articolo su come insegnare ai bambini il gioco degli scacchi. Ora è uscito un interessante articolo in cui Arun J mette a disposizione la sua decennale esperienza. Grazie ai suoi insegnamenti i bambini scopriranno la gioia di giocare a scacchi.

bambini scacchi

Pazienza

Essere un genitore di un bambino che si approccia agli scacchi (o un insegnante di scacchi per bambini piccoli) è come essere un giardiniere per un letto di rose. Il bambino brilla con diversi colori proprio come le rose quando iniziano a fiorire. Il problema è che dovremo nutrirlo con pazienza, tempo e tolleranza.

Idea

Lezioni brevi, adeguatamente strutturate con diverse attività sono le migliori. I bambini piccoli hanno difficoltà a mantenere la concentrazione durante lezioni prolungate. Quindi assicuratevi di velocizzare le vostre lezioni mentre sono ancora felicemente interessati.

scacchi per bambini

Eccessiva spinta verso l’apprendimento

Non spingere! Molti genitori guidati dal facile successo non riescono a riconoscerlo. Spingono spingono affinché il loro bambino diventi il prossimo GM. Li stressano e fanno si che i bambini odieranno il gioco per il modo in cui viene loro presentato.

Apprendere divertendosi e la gioia della scoperta

Il divertimeto motiva i bambini sopra ogni altra cosa. La gioia nello scoprire qualcosa di nuovo è la cosa più eccitante per un bambino. Il gioco non dovrebbe essere presentato come un dizionario che aspetta di essere memorizzato, ma come un libro da colorare che dovrebbe essere vissuto con l’esperienza.

Idea

I bambini amano i giochi ed i quiz. Date ai vostri bambini dei semplici esercizi da risolvere. Assegnate un punteggio per le risposte positive e dei punti negativi per le risposte errate. Ricordatevi che il sistema di punteggio deve essere spiegato in anticipo. Ai bambini non piace essere presi in giro.

apprendimento scacchi

Lasciate che i bambini disegnino la loro scacchiera su dei fogli di carta A3. Lasciate che i bambini colorino la loro scacchiera. Permettete ai bambini di giocare con dei pezzi di loro fantasia. Fate attenzione che i pezzi non siano troppo piccoli.

Inculcare curiosità ed interesse

Stressare i bambini con fatti e concetti difficili li renderà solo annoiati. Alla fine, perderanno il loro interesse. Ciò che conta di più è instillare costantemente un senso di timore reverenziale, alimentando la loro curiosità  per gli scacchi. Incoraggiate l’abitudine di porvi domande.

Idea

Associate scacchi e matematica. Gli scacchi possono essere usati come una piattaforma attraverso la quale i bambini possono affinare la loro logica e persino le abilità matematiche. Ogni pezzo ha un proprio valore. Quindi tre pedoni equivalgono a 3 punti, mentre una regina e due alfieri equivalgono a 15 punti. Usando questa relazione si possono inventare tanti quizi e possono essere usati come esercizi durante una lezione. Ma ricorda: i bambini più piccoli potrebbero trovare difficoltà quando hanno bisogno di un numero maggiore a quello presente sulle dita delle due mani per trovare la soluzione.

gioia degli scacchi

Racconta una storia e spiega i concetti

Arun J è bravo nel combinare le parole con le immagini. Suggerisce di combinare la musica e ballare con le immagini. Arun J suggerisce di combinare concetti astratti con cose reali che i bambini possono capire. E’ importante intrecciare il filo del discorso con una storia che sia in grado di incuriosire i bambini.

Idea

Ad esempio i bambini trovano difficoltà nel capire il movimento del cavallo. Risulta utile associare al suo movimento la vista di un vero cavallo. Spiegare come gli equini venivano usati nelle giostre medioevali stimolerà la loro fantasia, invogliandoli a riflettere sulla curiosa mossa ad L. Gli scacchi si sono evoluti nel corso dei secoli. Mostrare ai bambini foto di vecchi set di scacchi stimolerà la loro voglia di apprendimento.

set di scacchi

Infine Arun J fa notare che su internet vi sono tanti siti che spiegano come far giocare i bambini. Terminare una lezione con i bambini che saltano è molto semplice. Terminare una lezione in modo efficace, con i bambini che hanno appreso è un risultato preferibile. Per camminare nella giusta direzione si consiglia di pensare e pianificare le lezioni in anticipo.

 

Hits: 145

Gestire il tempo nella partita di scacchi

gestire il tempo

Saper gestire il tempo nella partita di scacchi è tipicità dei Maestri.

La maggior parte dei bambini e dei ragazzi tende a muovere in modo rapido.

In una partita blitz la rapidità è un arma apprezzabile.

Vincere le partite facendo cadere la bandierina dell’avversario è una valida abilità.

Tuttavia quando il tempo di gioco supera i 5 minuti occorre essere più riflessivi.

Prendiamo come base di riferimento il torneo sociale 2018.

Il tempo di riflessione è impostato in 1 ora a testa.

Il mio consiglio è di suddividere la partita nelle classiche 3 fasi:
  1. Apertura
  2. Mediogioco
  3. Finale

Per quello che concerne la fase di apertura ricordiamoci di studiare le prime mosse.

Dedicate 1 minuto ad ogni singola mossa. Anche se le risposte del vostro avversario rientrano nel vostro bagaglio di apertura. Fate questo per le prime 5 mosse.

Disponetevi a riflettere almeno 2 minuti per le successive 5 mosse.

Quindi dopo 10 mosse avrete impiegato circa 15 minuti.

Si entra ora nella fase calda della partita. La matematica lascia lo spazio all’estro individuale ed alla fantasia.

Evitate di giocare la prima mossa che vi balza per la mente.

Cercate di costruire un piano di gioco.

Indicare un tempo di riflessione per ogni singola mossa risulta essere fuorviante.

Dovrete prevedere una sequenza di gioco.

Se avete elaborato una sequenza di 3-4 mosse dedicate solo 30 secondi per verificare la replica del vostro avversario. Se tutto è in armonia con quanto da voi programmato giocate la vostra mossa senza esitare.

Per elaborare un piano di gioco consiglio di dedicare almeno 7-8 minuti.

Facciamo un breve riassunto:
  • 15 minuti per le prime 10 mosse.
  • 10 minuti per le successive 5 mosse.

Intorno alla 15 mossa di gioco si verificano spesso svariate combinazioni.

Fermatevi a riflettere almeno 5 minuti per verificare tutte le minaccie del vostro avversario.

Vi rimangono ancora 30 minuti. Se avete riflettuto bene ed applicato la teoria delle aperture la vostra posizione sarà buona. Avrete quindi bisogno di meno tempo per trovare buone mosse. Al contrario se avrete applicato una cattiva apertura dovrete cambiare ritmo. Cercate di concentrare la vostra attenzione sul controgioco. Date massima attività ai pezzi che vi rimangono. Dovrete complicare il gioco e quindi avrete bisogno di tempo di riflessione. Ciò andrà a discapito del finale. Tuttavia è inutile avere ancora 20 minuti sull’orologio se il vostro re si trova in posizione di scaccomatto.

Consideriamo quindi che siete ancora in partita.

Vediamo come continuare a gestire il tempo.

Dedicate almeno 7-8 minuti per elaborare un altro piano di 3-4 mosse. Come in precedenza prendetevi 30 secondi di riflessione prima di ogni singola scelta.

Quindi siete giunti indenni alla ventesima mossa e vi rimangono ancora 20 minuti di riflessione.

Ora è il vostro estro a dovervi guidare nei meandri delle combinazioni.

Siete liberi d’inventare. Ricordatevi che vi servirà un pò di tempo da dedicare al finale. Tuttavia senza riflessione al finale rischiate di non arrivare.

Il mix perfetto si ottiene con l’esperienza. Se siete abili nel blitz potrete spendere tempo di riflessione. Mentre se siete persone riflessive dovrete sforzarvi di prendere decisioni velocemente.

Se riuscirete a superare la venticinquesima mossa avrete evitato la miniatura. Essendo il vostro primo torneo a cadenza classica potrete ritenervi soddisfatti.

Potete anche gestire il tempo in maniera differente. Tuttavia per farvi un esempio:

Studiate le partite commentate del GM Moroni Luca per farvi una idea di come gestire il gioco. Osservate come i suoi avversari hanno gestito il tempo. In quel caso il tempo di riflessione era superiore. Ad ogni modo prendere esempio dai giocatori più esperti è la via per cominciare.

Hits: 81