Corso di scacchi per bambini occhio al cavallo

occhio al cavallo

La seconda lezione del corso di scacchi per bambini dai 7 ai 14 anni di livello intermedio, ha avuto luogo nella sede di Radio Talpa, mercoledì 8 novembre dalle ore 16 alle ore 18.

Erano presenti Davide Caminneci, Gani Sejdi, Dante Badioli e Alberto Tonti. Gli impegni scolastici si stanno facendo più corposi e qualche giovane scacchista a dovuto dare forfait per preparsi all’imminente compito in classe.

Mentre Dante ed Alberto si affrontavano in una partita amichevole, Davide e Gani hanno scelto di sfidare scacchisti più esperti, come Claudio e Joseph.

Gli adulti farebbero bene a prendere esempio da questi bambini che sportivamente si autoincoraggiano prima di incrociare i legnetti.

Terminate le partite abbiamo preso confidenza con la lezione del giorno:

Come approffitare di un cavallo posto in mezzo alla scacchiera!?

La posizione del diagramma si verifica nella difesa Alekhine il nero non fissa il pedone in e4 per mezzo della replica 1. … e5 e sviluppa il cavallo per fare pressione sulla casa centrale con l’idea di mangiare il pedone indifeso, ma tale pedone ora è libero e può attaccare efficacemente il Cavallo in f6!

Se il cavallo torna nella casa g8 il bianco si ritroverebbe con ben 3 tempi di vantaggio, quindi, dispone soltanto delle case e4 e d5 per sottrarsi all’attacco del pedone, poichè in h5 e in g4 sarebbe catturato dalla regina in d1.

Vediamo quello che può succedere se si porta nel nostro territorio.

Verosimilmente il nero è obbligato a muovere il cavallo in d5!

Alberto ha proposto di attaccarlo ancora per mezzo di 3. Ac4 che sviluppa un pezzo, ma ho fatto notare che il cavallo potrebbe portarsi in b6 attaccando a sua volta l’alfiere ed anche la mossa 3. … c6 potrebbe essere giocabile per indurre il bianco a giocare la scorretta 4. Axd5 che cede la coppia degli alfieri, ma tale strategia non è corretta, meglio giocare mosse buone piuttosto che tendere deboli tranelli all’avversario. Quindi abbiamo appurato che 3. c4 è una mossa di attacco più precisa, si attacca un pezzo avversario con uno di minor valore! A questo punto è stata proposta la mossa 3. … Cb4, ma ho fatto notare che il bianco si porta in vantaggio per mezzo della spinta 4. d4 che sottrae buone vie di fuga al cavallo ed anche 4. a3 è una mossa interessante che guadagna tempi di sviluppo sul pezzo troppo esposto del nero.

Davide è stato fiero di proporre 4. d4 che consolida il pedone in e5 e permette all’alfiere in c1 di entrare in gioco!

Ho fatto notare che dopo solo 4 mosse di apertura il bianco si è impossessato del centro, il nero ha soltanto girovagato con il proprio cavallo, se non vuole soccombere velocemente deve reagire urgentemente per mezzo di leve che mettano pressione ai pedoni troppo avanzati del primo giocatore.

4. … d6 è una mossa che soddisfa le nostre priorità, attaccare la punta della catena pedonale e aprire la strada per lo sviluppo di un pezzo.

Il pedone in e5 è attaccato, il nero minaccia di catturarlo e di cambiare le regine nella casa d1, facendo perdere l’arrocco al re bianco. E’ stato proposto di difenderlo per mezzo di 5. Af4, questa è stata l’imbeccata giusta per esporre il concetto, “difendi con il pezzo di minor valore”! 5. f4 è una mossa solida, il quarto pedone si porta in avanti supercontrollando il centro! Il bianco uscirà dalla fase di apertura con un piccolo vantaggio, per ora non è nostra priorità studiare come potrebbe continuare la partita, ma è utile osservare cosa può succedere su 5. Af4

Davide e Gani ci hanno salutato, per loro era giunta l’ora di rincasare, quindi abbiamo fatto esercizi di tattica per mezzo di due semplici quiz.

Il nero ha il vantaggio di un pezzo, deve evitare che il bianco riesca a barattare il proprio pedone d3 con quello in e5. A tale scopo il nero deve conquistare l’avamposto in d4 con il cavallo b8. Come fare?!

Alberto ha trovato immediatamente la soluzione, il cavallo raggiunge d4 dalla casa c6, dopo essersi installato in d4 il re nero si porterà nel pressi del pedone d3 e dopo averlo catturato insieme al pedone in e4 procederà nella conduzione a regina del pedone in e5!

Ho posto nelle mani di Alberto e Dante un cavallo nero per ciascuno. Ho montato la posizione del diagramma dicendo loro:

  • “Eseguite la mossa più incisiva”.

Come in una corsa di galoppo i cavalli sono piombati in f3, lo scacco che permette di catturare la regina in d4 e pareggiare il finale, ma attenzione!

Qui i bambini hanno messo il piede in fallo!

Dopo 1. Rg2 Cxd4 2. Rf2 è stata proposta Cc2 che attacca la torre in e1, dimenticandosi di quello che avevo spiegato loro nella prima lezione di scacchi di livello intermedio, a ragion del vero per Dante questa era la sua prima lezione.

3. Te4 Il cavallo sarà ben presto dominato Ca3 4. Tb4 Cc2 5. Tc4 Ca3 6. Tc5

Con l’ausilio del re il bianco catturerà il cavallo che si trova intrappolato
Cb1 7. Re3 Ca3 8. Rd3 Cb1 9. Rc2 Ca3+ 10. Rb2

il cavallo cade e sappiamo già come dare scaccomato con re e torre!

Nella posizione del diagramma si può notare come il bianco abbia costretto re e cavallo del nero a rifugiarsi sulla ottava traversa, la posizione ai neofiti potrebbe sembrare persa, in realtà il nero è riuscito a costruire una fortezza!

  1. … Cf7+! Il cavallo prende d’assedio il re bianco!

a 2. Re6 segue la ritirata 2. Cd8+! per non ripetere la posizione il re bianco è costretto a portarsi in f6.

Questa è una posizione chiave da ricordare! Il cavallo si porta in c6 attaccando il pezzo pesante, è corretto rilevare che anche Rf8 avrebbe condotto al pareggio, tuttavia…

La torre bianca è sotto attacco, se 3. Tc7 segue 3. … Cd8! Tornando a controllare la casa e6! Il re bianco non riesce ad avvicinarsi e non vi è modo di assaltare la fortezza costruita dal nero!

Al termine di questa nozione sulla tecnica difensiva ho concesso ai bambini di svagarsi con alcune partite semi-amichevoli, per la prima volta hanno sperimentato l’emozione di giocare con l’ausilio dell’orologio!

Mercoledì 15 novembre è prevista la terza lezione del corso di scacchi gratuito per bambini, alle ore 16, sempre nella sede di Radio Talpa.

Hits: 2115

Corso di scacchi per bambini

corso di scacchi per bambini

Il corso di scacchi gratuito, riservato a bambini dai 7 ai 14 anni è giunto alla quinta lezione e mercoledì 1 novembre si è tenuto nella sede di Radio Talpa.

Ora, possiamo considerarlo di livello intermedio, seguendo i link potrete leggere i temi trattati nelle altre lezioni:

  1. Corso di scacchi gratuito per bambini prima lezione
  2. Corso di scacchi gratuito per bambini seconda lezione
  3. Corso di scacchi gratuito per bambini terza lezione
  4. Corso di scacchi gratuito per bambini quarta lezione

Considerato che il giorno era di festa non siamo rimasti stupiti dal lieve calo nel numero dei presenti!

Alle 15.30 sono arrivati Alberto Tonti con suo fratello Federico Tonti e ne abbiamo approfittato per ripassare lo scaccomatto con la torre, dopo circa un quarto d’ora ci hanno raggiunto Nicola Terenzi e Pietro Bugo ed alle 16.15 è arrivato anche Gani Sejdi!

In circa mezz’ora di lezione abbiamo sviluppato vari temi

  1. Promozione del pedone: Il re che raggiunge la 6° traversa posizionato davanti al proprio pedone vince in tutte le varianti. Nella posizione della foto, se la mossa spetta al nero, il re bianco si posiziona nella casa d7 se il re nero si pone nella casa f8, mentre si posiziona nella casa f7 se si posiziona nella casa d8 ed il pedone è inarrestabile. Se la mossa spetta al bianco dopo 1) Rd6 – Rd8; 2) e6 – Re8; 3) e7 – Rf7 segue 4) Rd7 ed il pedone sarà nuovamente promosso.

La posizione del diagramma e quella alla quale deve aspirare il difensore: Se la mossa spetta al bianco dopo 1) Rd6 – Rd8 [conquistando l’opposizione del re] la partita si avvia ad un rapido pareggio; se 2) Rd5 segue Re7! se 3) Re5 segue Re8! tornando alla posizione di partenza. Al posto di 2) Rd5 il bianco può provare a spingere il pedone ma dopo 2) e7 – Re8; 3) Re6 si produce una posizione di stallo! Se la mossa spetta al nero dopo aver posizionato il re in e7 ed aver conquistato l ‘opposizione , il bianco non può fare progressi poiché se si posiziona in d5 od in f6 il nero replicherà con Re8! Quando il re bianco avanzerà nella sesta traversa il re nero non farà altro che riconquistare l’opposizione! Ecco una possibile variante: 1) … – Re7!; 2) Rd5 – Re8!; 3) Rd6 – Rd8! 4) e7 – Re8; 5) Re6 stallo!

Si detiene l’opposizione quando, con la mossa all’avversario, il proprio re si trova sulla stessa colonna, traversa o diagonale del re nemico ed è separato da esso da un numero dispari di caselle.

2. Imparare a usare al meglio i propri pezzi: La torre è un pezzo molto forte. Per accrescerne il valore è meglio posizionarla su colonna aperta, in modo da poterla infiltrare nelle file nemiche. Se ne abbiamo la possibilità è meglio posizionare entrambe le torri su colonne aperte. Ancora migliore è raddoppiare le torri sulla colonna o colonne aperte!

Quando controlliamo una colonna aperta con la torre, possiamo usare il nostro pezzo pesante per penetrare nelle linee nemiche. In questo esempio si può notare come la torre in campo avversario attacchi due pedoni, uno dei due cadrà: Dopo Te7, se il nero protegge il pedone d7 con Rc8 o Td8, il bianco può catturare il pedone f7, se il nero protegge il pedone f7 con Tf8, il bianco può catturare il pedone in d7.

Sono stato felicemente sorpreso nel constatare che i bambini si sono accorti subito che dopo Te8+, il nero può replicare con Txe8, ma la successiva Txe8# produce lo scaccomatto!

3. La torre può dominare il cavallo: ho chiesto ai bambini per quale motivo la torre ha un valore superiore a quello del cavallo, mi hanno risposto che la torre si muove in orizzontale e verticale, mentre il cavallo si muove a L. Giusto, ma nella posizione della foto si capisce bene perchè la torre è superiore al cavallo; il cavallo è dominato, non può effettuare mossa senza che sia catturato dalla torre; il re bianco non può correre in suo soccorso ed il re nero catturerà il cavallo passando dalla casa d2 o dalla casa b4.

Massimo Tomasetti, che aveva appena finito la partita con Claudio Benelli, è intervenuto facendo notare che il cavallo è imprevedibile e può dare il doppio a re e torre! E’ esatto, ma re e torre posso produrre lo scaccomatto, mentre re e cavallo, non sono in grado di farlo!

La lezione è terminata con i bambini che hanno giocato qualche partita amichevole, riuscire a riprodurre per la prima volta lo scaccomatto del barbiere deve essere fonte di grande soddisfazione!

Hits: 379