Lorenz Maximilian Drabke – In Ricordo

Lorenz Maximilian Drabke
Lorenz Maximilian Drabke fotografato da Karl Koopmeiners.

Lorenz Maximilian Drabke era nato il 5 Novembre 1984 ed il 13 Agosto 2018 è scomparso a seguito di un incidente in bicicletta. Le dinamiche per accertare le responsabilità sono ancora in corso, ma sembra che una macchina lo abbia tamponato da dietro intorno alle ore 20.

Aveva cominciato la sua carriera scacchistica giocando per la federazione italiana. Nell’archivio storico della FSI troviamo le sue partecipazioni ai campionati italiani giovanili.

Nel 1997 arrivò 16° nella sede di Laveno-Mombello. Era ancora una seconda categoria e ci domandiamo se qualcuno avesse già intravisto il suo talento.

Nel 1998 giunse 8° in quel di Porto San Giorgio. Nel giro di un anno era già passato CM.

Nel 1999 si tornò a Laveno-Mombello e la manifestazione fu ricordata per aver consentito la partecipazione anche a giocatori stranieri. Vinse lo svizzero Loetscher Roland, ma il titolo di Campione Italiano U20 fu assegnato al riminese Roberto Costantini, secondo classificato per un punto di bukholz. Lorenz Maximilian Drabke si classificò 9°.

Nel 2001 aveva già conquistato il titolo di Maestro Fide, ma fu solamente 9° nel torneo di Bratto della Presolana.

In seguito si trasferì alla federazione tedesca conquistando il titolo di Maestro Internazionale.

Nel 2003 partecipò al torneo First Saturday GM di Budapest. In quella occasione incontrò il giovane Magnus Carlsen. Nella Difesa Slava rimase in ritardo di sviluppo e si fece travolgere in 20 mosse. Arrivò 7° due posizioni dietro l’attuale Campione del Mondo di Scacchi, ma quattro posti avanti a David Howell.

Nel 2004 partecipò al 5° Campionato Europeo individuale ad Antalya. Vi erano fior fior di GM, solo per citarne alcuni: Aronian, Mamedyarov, Radjabov, Ivanchuck, Gashimov, Navara, Naiditsch, Jobava, Cheparinov. Al primo turno incontrò l’azero attuale n° 3 al mondo e non andò molto meglio. Nella Partita Inglese l’attacco di Mamedyarov si concluse con un colpo tattico alla 30ª mossa. Per la cronaca vinse Vassily Ivanchuck con 9 punti. Lorenz Maximilian Drabke si piazzo 54° con 5,5 punti su 13.

Lorenz Maximilian Drabke è stato un membro delle Forze Armate Tedesche della NATO fin dal 2004. Si è unito al team per 13 volte vincendo il titolo a squadre in 11 occasioni. Per 4 volte ha vinto il titolo individuale.

Nel 2018 con la sua squadra Bundeswehr aveva conquistato il secondo posto dietro la Polonia, staccati di solo mezzo punto. Nella prestazione individuale si era piazzato 7° con 5 punti su 7.

Pubblichiamo senza commenti quella che si ritiene la sua ultima partita ufficiale di scacchi.

Lorenz Maximilian Drabke

A 33 anni nel fiore della sua attività agonistica Lorenz Maximilian Drabke è partito per i lidi di Caissa. Gli amici che lo hanno conosciuto lo hanno salutato con cordoglio sui social.

Hits: 585

Saint Louis 2018 – Vince Nakamura

Saint Louis 2018

 

Saint Louis 2018 ha visto la vittoria di Hikaru Nakamura. Il samurai americano è stato protagonista di un epico testa a testa con l’azero Shakhriyar Mamedyarov. Nel rapid i due GM hanno hanno rimontato l’incredibile sprint di un Fabiano Caruana in forma Mondiale. Nel blitz vi è stata la strabiliante performance di Maxime Vachier-Lagrave che se non fosse incappato in un disastroso terzo giorno di gara, avrebbe potuto ambire a un qualcosa in più della seconda piazza.

Il Saint Louis 2018 seguiva la formula del torneo Your Next Move e del Paris GCT. Hikaru Nakamura rafforza la leadership nel Grand Chess Tour, portando a 8 i punti di vantaggio su Maxime Vachier-Lagrave. All’astro americano sarà sufficiente non sfigurare nella Sinquefield Cup, per aggiudicarsi il 1° premio del GCT 2018.

Nel giorno di gara n° 1 si sono giocate 3 partite rapid. La cadenza era fissata in 25 minuti + 10 secondi per mossa.

Saint Louis 2018

11 Agosto 2018 – Saint Louis 2018

Turno 1.
  1. Sergey Karjakin (1)1/2-1/2Levon Aronian (1)
  2. Leinier Dominguez (1)1/2-1/2Maxime Vachier-Lagrave (1)
  3. Viswanathan Anand (2)1-0Hikaru Nakamura (0)
  4. So Wesley (0)0-1Shakhriyar Mamedyarov (2)
  5. Alexander Grischuk (0)0-1Fabiano Caruana (2)
Turno 2.
  1. Levon Aronian (1)0-1Fabiano Caruana (4)
  2. Shakhriyar Mamedyarov (3)1/2-1/2Alexander Grischuk (1)
  3. Hikaru Nakamura (2)1-0So Wesley (0)
  4. Maxime Vachier-Lagrave (3)1-0Viswanathan Anand (2)
  5. Sergey Karjakin (3)1-0Leinier Dominguez (1)
Turno 3.
  1. Leinier Dominguez (2)1/2-1/2Levon Aronian (2)
  2. Viswanathan Anand (3)1/2-1/2Sergey Karjakin (4)
  3. So Wesley (1)1/2-1/2Maxime Vachier-Lagrave (4)
  4. Alexander Grischuk (2)1/2-1/2Hikaru Nakamura (3)
  5. Fabiano Caruana (6)1-0Shakhriyar Mamedyarov (3)

Chi avrebbe scommesso, che dopo il giorno 1, Fabiano Caruana fosse alla guida del plotone con il tabellino immacolato?!

Saint Louis 2018

12 Agosto 2018 -Saint Louis 2018

Turno 4.
  1. Levon Aronian (3)1/2-1/2Shakhriyar Mamedyarov (4)
  2. Hikaru Nakamura (4)1/2-1/2Fabiano Caruana (7)
  3. Maxime Vachier-Lagrave (6)1-0Alexander Grischuk (2)
  4. Sergey Karjakin (5)1/2-1/2So Wesley (2)
  5. Leinier Dominguez (3)1/2-1/2Viswanathan Anand (4)
Turno 5.
  1. Viswanathan Anand (4)0-1Levon Aronian (5)
  2. So Wesley (2)0-1Leinier Dominguez (5)
  3. Alexander Grischuk (3)1/2-1/2Sergey Karjakin (6)
  4. Fabiano Caruana (8)1/2-1/2Maxime Vachier-Lagrave (7)
  5. Shakhriyar Mamedyarov (5)1/2-1/2Hikaru Nakamura (5)
Turno 6.
  1. Levon Aronian (5)0-1Hikaru Nakamura (7)
  2. Maxime Vachier-Lagrave (7)0-1Shakhriyar Mamedyarov (7)
  3. Sergey Karjakin (7)1/2-1/2Fabiano Caruana (9)
  4. Leinier Dominguez (6)1/2-1/2Alexander Grischuk (4)
  5. Viswanathan Anand (4)0-1So Wesley (4)

Dopo il 2° giorno Caruana conduce con due punti di vantaggio su Nakamura, Vachier-Lagrave, Mamedyarov, Karjakin. (La vittoria vale due punti, il pareggio vale un punto).

Saint Louis 2018

13 Agosto 2018 – Saint Louis 2018

Turno 7.
  1. So Wesley (5)1/2-1/2Levon Aronian (6)
  2. Alexander Grischuk (5)1/2-1/2Viswanathan Anand (5)
  3. Fabiano Caruana (9)0-1Leinier Dominguez (8)
  4. Shakhriyar Mamedyarov (9)1-0Sergey Karjakin (7)
  5. Hikaru Nakamura (9)1-0Maxime Vachier-Lagrave (7)
Turno 8.
  1. Levon Aronian (8)1-0Maxime Vachier-Lagrave (7)
  2. Sergey Karjakin (8)1/2-1/2Hikaru Nakamura (10)
  3. Leinier Dominguez (9)1/2-1/2Shakhriyar Mamedyarov (10)
  4. Viswanathan Anand (6)1/2-1/2Fabiano Caruana (10)
  5. So Wesley (7)1-0Alexander Grischuk (5)
Turno 9.
  1. Alexander Grischuk (6)1/2-1/2Levon Aronian (9)
  2. Fabiano Caruana (11)1/2-1/2So Wesley (8)
  3. Shakhriyar Mamedyarov (12)1-0Viswanathan Anand (6)
  4. Hikaru Nakamura (12)1-0Leinier Dominguez (9)
  5. Maxime Vachier-Lagrave (8)1/2-1/2Sergey Karjakin (9)

Nel terzo giorno di gara Caruana, a causa di uno scivolone con il sorprendente cubano Dominguez, ha ceduto la leadership al duo Nakamura Mamedyarov.

Il torneo blitz prevedeva 18 turni di gioco a cadenza 5 minuti + 3 secondi per mossa.

Saint Louis 2018
Tatev Abrahamyan

14 Agosto 2018 – Saint Louis 2018

Turno 1.
  1. So Wesley (8)
    01
    Caruana Fabiano (12)
  2. Nakamura Hikaru (12)
    01
    Karjakin Sergey (10)
  3. Anand Viswanathan 6)
    01
    Vachier-Lagrave Maxime (9)
  4. Grischuk Alexander (6.5)½ – ½Mamedyarov Shakhriyar (12.5)
  5. Dominguez Leinier (9.5)½ – ½Aronian Levon (9.5)
Turno 2.
  1. Caruana Fabiano (12.5)½ – ½Aronian Levon (10)
  2. Mamedyarov Shakhriyar (13)½ – ½Dominguez Leinier (10)
  3. Vachier-Lagrave Maxime (9.5)½ – ½Grischuk Alexander (7)
  4. Karjakin Sergey (11)1 – 0Anand Viswanathan (6)
  5. So Wesley (8)
    01
    Nakamura Hikaru (13)
Turno 3.
  1. Nakamura Hikaru (13.5)½ – ½Caruana Fabiano (13)
  2. Anand Viswanathan (6.5)½ – ½So Wesley (8.5)
  3. Grischuk Alexander (7.5)½ – ½Karjakin Sergey (11.5)
  4. Dominguez Leinier (10)
    01
    Vachier-Lagrave Maxime (10.5)
  5. Aronian Levon (11)1 – 0Mamedyarov Shakhriyar (13)
Turno 4.
  1. Caruana Fabiano (13)
    01
    Mamedyarov Shakhriyar (14)
  2. Vachier-Lagrave Maxime (11)½ – ½Aronian Levon (11.5)
  3. Karjakin Sergey (12)½ – ½Dominguez Leinier (10.5)
  4. So Wesley (9)½ – ½Grischuk Alexander (8)
  5. Nakamura Hikaru (14)½ – ½Anand Viswanathan (7)
Turno 5.
  1. Anand Viswanathan (7.5)½ – ½Caruana Fabiano (13.5)
  2. Grischuk Alexander (8.5)½ – ½Nakamura Hikaru (14.5)
  3. Dominguez Leinier (11.5)1-0So Wesley (9)
  4. Aronian Levon (12)½ – ½Karjakin Sergey (12.5)
  5. Mamedyarov Shakhriyar (14)0-1Vachier-Lagrave Maxime (12)
Turno 6.
  1. Caruana Fabiano (13.5)
    01
    Vachier-Lagrave Maxime (13)
  2. Karjakin Sergey (12.5)
    01
    Mamedyarov Shakhriyar (15)
  3. So Wesley (9.5)½ – ½Aronian Levon (12.5)
  4. Nakamura Hikaru (15.5)1 – 0Dominguez Leinier (11.5)
  5. Anand Viswanathan (8.5)1 – 0Grischuk Alexander (8.5)
Turno 7.
  1. Grischuk Alexander (9.5)1 – 0Caruana Fabiano (13.5)
  2. Dominguez Leinier (12)½ – ½Anand Viswanathan (9)
  3. Aronian Levon (13.5)1 – 0Nakamura Hikaru (15.5)
  4. Mamedyarov Shakhriyar (16)1 – 0So Wesley (9.5)
  5. Vachier-Lagrave Maxime (14)1 – 0Karjakin Sergey (12.5)
Turno 8.
  1. Caruana Fabiano (14.5)1 – 0Karjakin Sergey (12.5)
  2. So Wesley (10)½ – ½Vachier-Lagrave Maxime (14.5)
  3. Nakamura Hikaru (16.5)1 – 0Mamedyarov Shakhriyar (16)
  4. Anand Viswanathan (9.5)½ – ½Aronian Levon (14)
  5. Grischuk Alexander (10.5)1 – 0Dominguez Leinier (12)
Turno 9.
  1. Dominguez Leinier (12)
    01
    Caruana Fabiano (15.)
  2. Aronian Levon (14)
    01
    Grischuk Alexander (11.5)
  3. Mamedyarov Shakhriyar (17)1 – 0Anand Viswanathan (9.5)
  4. Vachier-Lagrave Maxime (15)½ – ½Nakamura Hikaru (17)
  5. Karjakin Sergey (12.5)
    01
    So Wesley (11)

Dopo il quarto giorno Mamedyarov e Nakamura si ritrovano ancora appaiati. Caruana mantiene la terza piazza e Vachier Lagrave sente il profumo del podio.

Mamedyarov Nakamura blitz Saint Louiz

15 Agosto 2018 – Saint Louis 2018

Turno 10.
  1. Caruana Fabiano (16)½ – ½So Wesley (11.5)
  2. Karjakin Sergey (13.5)1 – 0Nakamura Hikaru (17)
  3. Vachier-Lagrave Maxime (15.5)½ – ½Anand Viswanathan (10)
  4. Mamedyarov Shakhriyar (17.5)½ – ½Grischuk Alexander (12)
  5. Aronian Levon (15)1 – 0Dominguez Leinier (12)
Turno 11.
  1. Aronian Levon (15)
    01
    Caruana Fabiano (17)
  2. Dominguez Leinier (13)1 – 0Mamedyarov Shakhriyar (17.5)
  3. Grischuk Alexander (12)
    01
    Vachier-Lagrave Maxime (16.5)
  4. Anand Viswanathan (10-5)½ – ½Karjakin Sergey (14)
  5. Nakamura Hikaru (17.5)½ – ½So Wesley (12)
Turno 12.
  1. Caruana Fabiano (17)
    01
    Nakamura Hikaru (18.5)
  2. So Wesley (12)
    01
    Anand Viswanathan (11.5)
  3. Karjakin Sergey (14)
    01
    Grischuk Alexander (13)
  4. Vachier-Lagrave Maxime (17.5)1-0Dominguez Leinier (13)
  5. Mamedyarov Shakhriyar (18.5)1-0Aronian Levon (15)
Turno 13.
  1. Mamedyarov Shakhriyar (19.5)1 – 0Caruana Fabiano (17)
  2. Aronian Levon (16)1 – 0Vachier-Lagrave Maxime (17.5)
  3. Dominguez Leinier (13.5)½ – ½Karjakin Sergey (14.5)
  4. Grischuk Alexander (13)0-1So Wesley (13)
  5. Anand Viswanathan (12)½ – ½Nakamura Hikaru (19)
Turno 14.
  1. Caruana Fabiano (18)1 – 0Anand Viswanathan (12)
  2. Nakamura Hikaru (20)1 – 0Grischuk Alexander (13)
  3. So Wesley (13.5)½ – ½Dominguez Leinier (14)
  4. Karjakin Sergey (15.5)1 – 0Aronian Levon (16)
  5. Vachier-Lagrave Maxime (18.5)1 – 0Mamedyarov Shakhriyar (19.5)
Turno 15.
  1. Vachier-Lagrave Maxime (19.5)1 – 0Caruana Fabiano (18)
  2. Mamedyarov Shakhriyar (20.5)1 – 0Karjakin Sergey (15.5)
  3. Aronian Levon (17)1 – 0So Wesley (13.5)
  4. Dominguez Leinier (14.5)½ – ½Nakamura Hikaru (20.5)
  5. Grischuk Alexander (13.5)½ – ½Anand Viswanathan (12.5)
Turno 16.
  1. Caruana Fabiano (18.5)½ – ½Grischuk Alexander (14)
  2. Anand Viswanathan (13)½ – ½Dominguez Leinier (15)
  3. Nakamura Hikaru (21.5)1 – 0Aronian Levon (17)
  4. So Wesley (14.5)1 – 0Mamedyarov Shakhriyar (20.5)
  5. Karjakin Sergey (16)½ – ½Vachier-Lagrave Maxime (20)
Turno 17.
  1. Karjakin Sergey (16)
    01
    Caruana Fabiano (19.5)
  2. Vachier-Lagrave Maxime (20.5)½ – ½So Wesley (15)
  3. Mamedyarov Shakhriyar (20.5)
    01
    Nakamura Hikaru (22.5)
  4. Aronian Levon (18)1 – 0Anand Viswanathan (13)
  5. Dominguez Leinier (15.5)½ – ½Grischuk Alexander (14.5)
Turno 18.
  1. Caruana Fabiano (20)½ – ½Dominguez Leinier (16)
  2. Grischuk Alexander (15.5)½ – ½Aronian Levon (18)
  3. Anand Viswanathan (13.5)½ – ½Mamedyarov Shakhriyar (21)
  4. Nakamura Hikaru (22.5)
    01
    Vachier-Lagrave Maxime (21.5)
  5. So Wesley (15)
    01
    Karjakin Sergey (17)

Maria Grazia De Rosa Hikaru Nakamura

Hikaru Nakamura festeggia la vittoria nel Sant Louis 2018 insieme a Maria Grazia De Rosa.

Classifica parziale Grande Chess Tour 2018

 

  1. Hikaru Nakamura punti 33
  2. Maxime Vachiere-Lagrave punti 25
  3. Sergey Karjakin punti 24
  4. Wesley So punti 23
  5. Levon Aronian punti 19
  6. Shakhriryar Mamedyarov punti 15
  7. Alexander Ghrischuk punti 12
  8. Fabiano Caruana punti 11
  9. Viswanathan Anand punti 9

Ringraziamo i fotografi del Grand Chess Tour per le foto.

 

Hits: 172

Amos Burn e la sua pipa

Amos Burn

Amos Burn fu un giocatore di scacchi inglese, che diede il meglio di se tra la fine del 1800 e gli inizi del 1900.

Fu allievo di Wilhelm Steinitz e le sue partite hanno carattere prettamente difensivo. Ciò non significa che non fosse un abile tattico.

La posizione si è verificata nel 1910, nella Edmond MacDonald Vs. Amos Burn.

MacDonald abile stratega e preminente giocatore di attacco, aveva sacrificato una qualità per stanare il re nero. Burn si era difeso restituendo parte del bottino e grazie a dei tatticismi ne era uscito con un pezzo di vantaggio, pur tuttavia a causa della estraneità dei pezzi pesanti sul fulcro della scena, sembrava sul orlo del collasso.

Appunto. Sembrava. Perché Amos Burn trovò una delle mosse più strabilianti di tutti i tempi.

33. … Dg4!!!

La regina nera può essere catturata in 3 modi differenti. MacDonald giocò la più logica 34. Txg4 che riguadagna il pezzo, ma dopo 34. … Cf3+ il destriero del nero compirà razzie sul lato di donna ed il bianco fu costretto alla resa alla 49ª mossa.

Amos Burn era noto per il suo vezzo di fumare la pipa mentre giocava. Un pò come lo era Lasker per i suoi sigari.

Osserviamo la Frank James Marshall vs. Amos Burn, giocata nel 1900 a Parigi, con le simpatiche note del Maestro di oltre oceano.

1. d4

Il britannico Amos Burn era un giocatore di scacchi molto conservativo che amava stare seduto alla scacchiera per lunghe sessioni di gioco. Egli amava fumare la sua pipa mentre studiava la scacchiera.

1. … d5 2. c4 e6

Burn cominciò la caccia all’interno delle sue tasche, alla ricerca di pipa e tabacco.

3. Cc3 Cf6 4. Ag5 Ae7

Queste mosse non necessitano di lunghe riflessioni o molti commenti, ma Burn aveva tirato fuori la sua pipa e cercava una spazzola per pulirla.

5. e3 0-0 6. Cf3 b6 7. Ad3 Ab7 8. cxd5 exd5

Burn aveva iniziato a riempire la sua pipa ed io ho accellerato le mie mosse.

9. Axf6 Axf6 10. h4

Questa mossa lo ha indotto in riflessione ed ancora non aveva acceso la sua pipa. La minaccia è Axh7+ Rxh7 Cg5+ conosciuto come Attacco Pillsbury.

10. … g6 11. h5 Te8 12. hxg6 hxg6

Ora era alla ricerca dei fiammiferi.

13. Dc2 Ag7 14. Axg6 fxg6

Burn accese un fiammifero ed apparve nervoso. Il fiammiferò bruciò le sue dita ed uscì.

15. Dxg6

Un altro fiammifero era sulla sua strada.

15. … Cd7 16. Cg5

Burn stava ansimando e finalmente si accese.

16. … Df6 17. Th8+ Rxh8

Povero Burn. Penso di averlo raggirato. Se solo fosse riuscito ad accendere quella pipa, avrebbe potuto essere tutta un altra storia.

18. Dh8#

La prese con naturalezza e ci stringemmo la mano, poi la sua pipa si spense.

La storia narrata da Frank James Marshall è squisitamente sottile. Le allegorie con cui ha giocato con i termini, dimostrano la più alta conoscenza della lingua inglese. Giudicate voi se la partita giocata dai due Grandi Maestri sia meritevole di valicale i confini del tempo.

 

Hits: 79

Due torri contro torre e cavallo

Due torri contro torre e cavallo

Due torri contro torre e cavallo non è una sfida tra la famosa libreria bolognese e la rinomata rivista scacchistica. Piuttosto parliamo di quella fase della partita, in cui un giocatore ha conquistato la qualità e ci sono ancora pedoni sulla scacchiera. Prendiamo spunto da una partita di Alexander Alekhine per illustrare quali sono le manovre che permettono di convertire il vantaggio materiale.

Elementi strategici da perseguire
  1. Restringere il raggio di azione del cavallo. Manovrare al fine di ingabbiarlo. Utile è la sua inchiodatura.
  2. Demolire gradualmente i punti di forza della posizione avversaria. In genere la forza di chi è in svantaggio risiede in avamposti collocati in mezzo alla scacchiera.
  3. Minacciare il cambio delle torri. In genere è un passo avanti decisivo verso la vittoria, specialmente se chi manovra il cavallo non dispone di pedoni passati.

Esempio di finale con due torri contro torre e cavallo

La posizione si è verificata dopo la 35 ª mossa del nero, nella Alexander Alekhine Vs. Isaac Kashdan, a Pasadena nel 1932.

36. Tf5 inizia una manovra d’inchiodatura.

36. … Rg6 37. Tc5 Rh7 38. Re2 L’idea è parare Cg4 con f3. Se il nero rimane passivo il bianco porta un pedone in b6 e gioca Tc7.

38. … g5 39. b4 Rg7 40. a4 Cg4

L’unico gioco attivo del nero consiste nel fare pressione su f2.

41. f3 exf3+ 42. gxf3 Ch2 43. f4

Oltre a salvare il pedone f3, si creano le prerogative per distruggere il lato di re del nero. Il cavallo è confinato sulla scacchiera e dopo 43. … g4 sarebbe decisiva 44. Th5

43. … gxf4 44. exf4 Cg4 praticamente obbligata. Se 44. … Txf4 segue 45. Tc7+ ed il nero è costretto a cambiare la torre, con conseguente caduta del lato di donna.

45. Rf3 Cf6 46. b5 Cd7 Il nero prova un trucco. La casa c7 risulta minata a causa delle reciproche inchiodature.

47. Tcd5 Cf6 48. Tf5 Altra inchiodatura che permette di guadagnare un tempo importante.

48. … Rg6 49. Tc5 axb5 50. Txb5 In tal modo il bianco minaccia il raddoppio sulla colonna (b), con conseguente cattura del pedone b7.

50. … Tc7 51. T5b6 Tf7 52. a5 Rg7 53. Tb5 Tc7 54. Tdb6 continuando a sfruttare i temi dell’inchiodatura il bianco ha migliorato la propria posizione.

54. … Tc3+ 55. Re2 Tc4 56. Txb7+ Rg6 57. f5+ Rg5 58. a6 Ta4 59. a7 Ce4 tirando l’ultimo trucco.

60. Re3 ed il nero ha abbandonato.

 

 

 

 

Hits: 115

Gambetto di Re – Idee in apertura

gambetto di re

Il Gambetto di Re è la più classica delle aperture romantiche. Nel corso dei secoli il nero ha provato vari antidoti ed il bianco ha dovuto arricchirsi d’ingegno per trovare nuove vie di attacco.

Quando il nero accetta il pedone il bianco ha a disposizione due mosse principali.

3. Cf3

3. Ac4

Oggi focalizzeremo la nostra attenzione sulla seconda opzione. Vedremo all’opera il fondatore della scuola russa: Michail Čigorin; opposto ad uno dei più forti giocatori austriaci di tutti i tempi: Carl Schlechter.

Michail Čigorin Vs. Carl Schlechter

Gambetto di Re Accettato – Variante Bogoljubov

1. e4 e5 2. f4 exf4 3. Ac4 Cf6

Il nero si può opporre al gambetto di alfiere in 3 modi:

  • 3. … d5
  • 3. … Dh4+
  • 3. … Cf6

La replica giocata da Schlechter sembra essere la più efficace. E’ approvata anche da Komodo. Nel Memorial Tal blitz del 2018, Viswanathan Anand vi ha vinto una bella partita contro Alexander Morozevich.

L’idea consiste nel sostenere la spinta in d5 anche a fronte della spinta e5 del bianco. Tale idea si verifica anche in altre aperture ed è stata una delle cause per le quali 3. Ac4 è stata soppiantata da 3. Cf3.

4. Cc3

Questa mossa di sviluppo è la più naturale. Serve a difendere il pedone in e4 e a controllare la spinta di reazione in d5.

4. … Cc6

Anche il nero gioca una naturale mossa di sviluppo. Tuttavia come la storia ha dimostrato, si tratta di una imprecisione. 4. … c6! con l’idea di sostenere la spinta in d5 è l’elaborato delle ultime novità in apertura, in questa variante del Gambetto di Re.

5. Cf3 Ab4 6. 0-0

Intorno agli anni 2000 i giocatori per corrispondenza hanno tratto buoni frutti da 6. Cd5. Era considerata una mossa strategica più sottile. I recenti software approvano la mossa giocata da Michail Čigorin nel 1899, ma lo score del bianco con tale sistema non è proficuo.

6. … 0-0 7. e5

L’alternativa è 7. Cd5

7. … Cg4

Questo salto di cavallo è giocato in maniera sistematica ed il nero ha un ottimo score. Tuttavia esattamente un secolo dopo questa partita, Viktor Korchnoj adottò 7. … d5 in una partita con l’inossidabile Boris Spassky.

8. d4

8. Cd5 è stata tentata con scarsi risultati. Dopo 8. d4 il bianco si appresta a giocare Axe3 dopo il salto di cavallo, confidando nell’apertura della colonna (f).

8. … d6

8. … Axc3 è inferiore.

9. h3

Il nero ha azionato la sua reazione centrale ed il bianco è costretto a giocare con precisione.

9. Axf4 dxe5 10. Cxe5 Dxd4+! offre al nero un leggero vantaggio.

9. … Ce3 10. Axe3 fxe3 11. Cd5 Aa5?

Il nero mette il piede in fallo. Lo stesso Schlechter troverà il miglioramento 4 anni dopo, in una partita contro Geza Maroczy.

12. exd6!

Il nero è in grave difficoltà. Se 12. … Te8 l’indebolimento della casa f7 deciderà la partita e dopo 12. … cxd6 il bianco ha un chiaro vantaggio strutturale.

12. … Dxd6 13. Cg5!

Non vi è fretta per recuperare il pedone, Komodo asserisce che il bianco ha un vantaggio vincente. Il nero poteva continuare a lottare con 12. … Ae6.

13. … Dg6

Il nero prova a controllare le case chiave, ma si tratta di un controllo provissorio. Il Grande Maestro russo ha visto una combinazione che gli permette di portare in gioco anche l’alfiere in c4.

14. Cxf7

14. Txf7 sarebbe stata più precisa, ma la mossa del testo è sufficiente per vincere. Il pedone f7 è difeso tre volte, ma i pezzi pesanti sono cattivi difensori contro i pezzi leggeri, perché i cambi vanno a loro svantaggio.

14. … Txf7

14. … Ae6 sarebbe stata la difesa migliore. Era necessario impedire all’alfiere in c4 di entrare in gioco.

15. Ce7+!

Una mossa che conquista la regina in nera in modo forzato.

15. … Cxe7 16. Axf7+ Dxf7 17. Txf7

Schlechter ha abbandonato.

Dopo 17. … Rxf7 18. Dh5+ la regina bianca conquista l’alfiere in a5 e lo svantaggio materiale sarebbe eccessivo. Una degna conclusione per un Gambetto di Re.

 

Hits: 99

Gawain Jones – Michael Adams

Gawain Jones - Michael Adams

Gawain JonesMichael Adams è stata la partita di cartello, nel settimo turno del Campionato Britannico di Scacchi 2018.

Il numero 3 ed il numero 1 di tabellone conducevano il torneo con mezzo punto di vantaggio su David Howell. Osserviamo come è andata.

Gawain Jones – Michael Adams

1. e4 e5 2. Cf3 Cc5 3. Ab5 a6 4. Aa4 Cf6 5. 0-0 Ae7 6. Te1 b5 7. Ab3 0-0

Siamo nella variante più classica della Partita Spagnola.

8. a4 b4

Jones gioca la variante anti-marshall. Adams adotta il seguito che, recentemente, sta riscuotendo più credito. 8. … Ad7 è in generale la più giocata. Ding Liren e Levon Aronian sono i Grandi Maestri che hanno maggiore esperienza con l’anti-marshall.

9. d4 d6

9. d4 è diventato un must. Non è chiaro perché il bianco abbia abbandonato 9. d3 che aveva dato ottimi risultati. Vi è una Carlsen-Aronian del 2017 ove il nero ha pareggiato, ma il bianco ha sciupato un vantaggio vincente alla 34ª mossa. La mossa che conosco meglio è 9. c3, ove mi trovo male a fronteggiare 9. … d5. In effetti il nero può giocare il sacrificio di pedone anche in questa variante. Anche se il bianco ha inserito la spinta in a4 che è una mossa caratteristica nel Marshall, ed il nero ha aggiunto la mossa b4 che in genere non si gioca, il tratto tematico d5 sembra giocabile.

10. dxe5 Cxe5

La ricattura di cavallo in e5 ha conquistato il favore dei GM. 10. … dxe5 era giocata da Aronian, ma nel 2018 anche lui si è convertito a 10. … Cxe5.

11. Cxe5 dxe5 12. Dxd8 Txd8

Se il bianco vuole evitare il cambio delle donne può optare per 11. Cbd2.

13. Cbd2 Ac5

Adams ha affrontato questa posizione con il colore bianco nel 2017 contro Tomashesky.

14. Cf3 Ab7

Adams ricalca le orme della Bondi Andrea-Cortigiani Mario giocata per email nel 34° Campionato Italiano Magistrale nel 2017.

15. Cxe5 Cxe4 16. Rf1 Rf8

In precedenza si era visto 16. Ae3. Komodo giudica giocabile, ma inferiore, la novità di Jones.

17. a5 Ad4

Adams mette il piede in fallo. 17. … Cd2 mantiene la parità.

18. Cxf7 Td7 19. Cg5 Cxg5 20 Axg5 Axb2

Verosimilmente, la variante ha un carattere forzato.

21. Tad1 Txd1 22. Txd1 Ac6

Il bianco è stato impreciso. 19. Ae3! avrebbe mantenuto il vantaggio. La torre è intoccabile per via dello scacco in c5.

23. Af4 Ab5+ 24. Rg1 Tc8

Komodo assegna al bianco un leggerissimo vantaggio. Si tratta di una valutazione esigua. In realtà è difficile fare progressi.

25. Td5 Af6 26. Th5 h6 27. Tf5 Re8

Il bianco ha provato a creare debolezze, ma i tatticismi non funzionano.

Posizione di analisi Gawain Jones – Michael Adams

28. Axh6 c5

Il nero minaccia 27. … c4 28. Aa2 b3 29 cxb3 cxb3 30. Axb3 gxh6 31. Txf6 Tc1+ 32. Ad1 Txd1#

29. Ad5 Aa4 30. Ae4 Td8

31. h4 Td4

Il carattere della posizione è cambiato completamente. I pezzi bianchi da attivi sono diventati statici e passivi. Il nero ha attivato i propri pezzi e dispone di una posizione vincente.

32. f3 Txf3! con idea Ae3+ e gxh6 dopodichè i pedoni neri promuovono.

Torniamo alla partita Gawain Jones – Michael Adams

28. Tc5 Td8 29. h3 c6

La posizione del bianco si è fatta difficile. La torre in mezzo alla scacchiera cerca di limitare i danni. Il 3 contro 2 sul lato di donna favorisce il nero. Per riuscire a pareggiare il bianco dovrebbe essere estremamente preciso.

30. Tf5 Ad4 31. Ac7?! Td7

Il bianco gioca in modo impreciso. Vi sono le premesse per finire in posizione compromessa. 31. Ae5! g6 32. Tf6 Axe5 33. Te6+ Rf8 34. Txe5 permetteva al bianco di continuare a lottare.

32. Ab6 Axb6 33. axb6 Tb7 34. c4 bxc3

Impensabile che un GM non abbia considerato la presa al varco. Dobbiamo pensare che abbia sbagliato a valutare la posizione.

35. Tc5 Txb6 36. Txc3 a5

Togliamo dalla scacchiera i pedoni sul lato di donna ed i due alfieri. Il FEN: 4k3/8/1rp5/p7/8/2R5/8/6K1 b – – 0 1 è una posizione di patta teorica.

37. f4 a4 38. Ac2 Tb7 39. f5 Td7

Se le imprecisioni aumentano il compito del nero si fa più semplice. Andava giocata 39. Ae6 per impedire alla torre nera di attivarsi.

40. Tg3 Rf8 41. f6 gxf6

I computer suggeriscono miglioramenti, ma il giudizio sulla posizione non cambia.

42. Tg8+ Re7 43. Tg7+ Rd8 44. Tg6 Td2

45. Ag8 a3 46. Txf6 a2 47. Axa2 Txa2 48. Txh6 c5

Sembra che il nero abbia un matto in 55 mosse.

49. Th5 Tc2 50. h4 Re7 51. g4 Ad3 52. Td5 c4 53. h5 Re6 54. Tc5 Rd6 55. Tc8 Re5 56. Te8+ Rf4 57. h6 Rg5 58. Rh8 Rg6

E la Gawain Jones – Michael Adams si è conclusa con il risultato 0-1

A due turni dalla fine del Campionato Britannico di scacchi 2018 i favoriti conducono la classifica:

  1. Adams Michael (1) punti 6
  2. Howell David (2) punti 5,5
  3. Jones Gawain (3) punti 5
  4. Mcshane Luke (4) punti 5
  5. Pert Nicholas (6) punti 5
  6. Fodor Tamas (7) punti 5
  7. Ghasi Ameet (8) punti 5
  8. Fernandez Daniel (13) punti 5
  9. Hebden Mark (16) punti 5

Hits: 118

Biel 2018 – Vince Mamedyarov Shakhriyar

Biel 2018

Il 51° Festival Internazionale di scacchi organizzato a Biel, è stato un doppio round robin, composto da sei partecipanti.

  1. Magnus Carlsen 2842 Elo
  2. Shakhriyar Mamedyarov 2801 Elo
  3. Maxime Vachier-Lagrave 2779 Elo
  4. Peter Svidler 2753 Elo
  5. David Navara 2741 Elo
  6. Nico Georgiadis 2526 Elo

Si sono dati battaglia dal 22 Luglio al 1 Agosto 2018, poiché il 21 Luglio è stato riservato alla cerimonia di inaugurazione dell’evento.

Il tempo di riflessione prevedeva 100 minuti per le prime 40 mosse + 50 minuti per le prossime 20 mosse + 15 minuti per il resto della partita con un aggiunta di 30 secondi a partire dalla prima mossa.

Biel 2018
Georgiadis, Mamedyarov, Vachier-Lagrave, Carlsen, Svidler, Navara.
Biel 2018 turni

I primi 3 turni hanno riservato poche sorprese:

Turno 1
1Vachier-Lagrave6Svidler½-½ (39)
2Carlsen5Navara1-0 (64)
3Mamedyarov4Georgiadis1-0 (28)
Turno 2
6Svidler4Georgiadis1-0 (56)
5Navara3Mamedyarov½-½ (44)
1Vachier-Lagrave2Carlsen0-1 (80)
Turno 3
2Carlsen6Svidler½-½ (26)
3Mamedyarov1Vachier-Lagrave1-0 (32)
4Georgiadis5Navara0-1 (39)

L’idolo di casa Georgiadis era fermo a zero e in molti pensavano che la vittima sacrificale, sarebbe stata asfaltata anche nei turni successivi.

Grande sorpresa quando al 4° turno l’imponderabile si è manifestato in seconda scacchiera.

Turno 4
3Mamedyarov6Svidler½-½ (41)
4Georgiadis2Carlsen½-½ (58)
5Navara1Vachier-Lagrave½-½ (28)
Turno 5
6Svidler (2½)5Navara (2)½-½ (40)
1Vachier-Lagrave (1)4Georgiadis (½)1-0 (36)
2Carlsen (3)3Mamedyarov (3)½-½ (67)

Al giro di boa i due favoriti spartivano il primo posto con 3,5 punti su 5. Carlsen si era giocato il vantaggio del tratto con Mamedyarov. Considerato che stava usando il torneo di Biel 2018, come preparazione alla sfida con Fabiano Caruana, le speranze di chi vedeva l’azero sul gradino più alto del podio hanno avuto conferme.

Turno 6
6Svidler (3)1Vachier-Lagrave (2)0-1 (31)
5Navara (2½)2Carlsen (3½)½-½ (45)
4Georgiadis (½)3Mamedyarov (3½)0-1 (31)

Il 28 Luglio vi è stato il giorno di riposo in cui si è disputato un torneo blitz, a cui hanno partecipato 150 giocatori. Cadenza 3 minuti + 2 secondi.

Blitz Biel 2018

Donchenko Alexander ha vinto con 11 punti su 13. Dragun Kamil ha concluso alla pari con Moussard Jules con 10 punti su 13, ma è stato premiato dal sistema di spareggio 105 a 104.

Turno 7
4Georgiadis (½)6Svidler (3)0-1 (28)
3Mamedyarov (4½)5Navara (3)1-0 (68)
2Carlsen (4)1Vachier-Lagrave (3)½-½ (49)
Turno 8
6Svidler (4)2Carlsen (4½)½-½ (36)
1Vachier-Lagrave (3½)3Mamedyarov (5½)½-½ (42)
5Navara (3)4Georgiadis (½)½-½ (52)

Mamedyarov - Carlsen - Biel 2018

Indietro di un punto a due turni dalla fine, il norvegese era chiamato alla conquista del punto intero, per ambire alla vittoria di Biel 2018. Con il nero contro il numero 3 del mondo l’impresa sembrava improbabile.

Turno 9
5Navara (3½)6Svidler (4½)½-½ (40)
4Georgiadis (1)1Vachier-Lagrave (4)½-½ (42)
3Mamedyarov (6)2Carlsen (5)1-0 (57)

Turno 10
6Svidler (5)3Mamedyarov (7)½-½ (38)
2Carlsen (5)4Georgiadis (1½)1-0 (49)
1Vachier-Lagrave (4½)5Navara (4)1-0 (39)
Classifica Finale Biel 2018
Punti
1.Mamedyarov, Shakhriyar7.5/10
2.Carlsen, Magnus6/10
3.Vachier-Lagrave, Maxime5.5/10
4Svidler, Peter5.5/10
5Navara, David4/10
6.Georgiadis, Nico1.5/10

Ringraziamo Lennart Ootes e Simon Bohnenblust per le foto.

Chi volesse visionare tutte le partite le può scaricare in Biel PGN 2018.

Hits: 196

Campionato Britannico di scacchi 2018

Campionato Britannico di scacchi

Il campionato britannico di scacchi 2018 si svolge a Hull City dal 28 Luglio al 5 Agosto. Nel torneo principale risultano iscritti 65 giocatori.

Oggi si è disputato il 4° turno e si sono affrontati i due favoriti del torneo.

Il super gm Adams Michael ha condotto i pezzi bianchi contro il più giovane David Wei Liang Howell. I due spartivano il primo posto grazie al 3 su 3 maturato nei turni precedenti. Vediamo come è andata.

Adams Michael Vs. David Howell

Adams Michael vs. David Howell

1. e4 e6

Howell ha impiegato ben 7 minuti per decidersi a impostare una Difesa Francese.

2. d4 d5 3. Cd2

Il bianco opta per la Variante Tarrash. Lo sviluppo del cavallo in d2 divenne popolare negli anni ’70, grazie al contributo del Campione del Mondo Anatoly Karpov. Rispetto alla Variante Winawer in cui il bianco gioca il cavallo in c3, il bianco si riserva l’opzione di sostenere il centro con il pedone. Lo svantaggio è che si blocca l’alfiere in c1 e si perderanno alcuni tempi per risistemare i pezzi. Se il centro si chiude i tempi di sviluppo hanno meno valore. Ci sono 3 idee principali:

  • 3. … c5 variante aperta.
  • 3. … Cf6 variante chiusa.
  • 3. … cxd4 variante Rubinstein.

Aleksandr Morozevich ha proposto una sua idea. 3. … Ae7 lo scopo è mettere il bianco in zugzwang in apertura! Ad esempio dopo 4.Cgf3 Cf6 5.e5 Cfd7 il bianco non ha l’opzione di spinta del pedone in f4. Dopo 4.Ad3 c5 5.dxc5 Cf6 il nero pareggia il gioco liquidando la situazione al centro. Mentre 4.e5 c5 5. Dg4 Rf8!? conduce ad oscure complicazioni.

3. … c5 4. Cgf3 cxd4 5. exd5

Il nero può ricatturare in d5 in due modi:

  • 5. … exd5 è stato lo scontro teorico nel match del 1974 tra Karpov e Kortchnoj. Il nero si accolla un pedone isolato cercando di massimizzare l’attività dei propri pezzi. Se il bianco riesce ad arrivare in finale godrà di un piccolo vantaggio.
  • 5. … Dxd5 il nero espone la propria regina all’attacco dei pezzi bianchi. Il vantaggio di sviluppo passa di mano, ma il nero mantiene un pedone in più al centro. Chi predilige il vantaggio strutturale può trovare, in questa linea, il proprio naturale campo di battaglia.

5. … Dxd5 6. Ac4 Dd7

6. Cb3 è una imprecisione poiché il nero può giocare efficacemente 6. … e5.  Lo sviluppo della regina in d7 è uno degli ultimi elaborati della teoria delle aperture. Tuttavia la sottigliezza tra 6. … Dd8 6. … Dd7 6. … Dd6 può essere spiegata solo da chi ha un ampio bagaglio teorico-pratico, dell’apertura in questione, in quanto in genere la regina finisce con l’essere riciclata in c7.

7. 0-0 Cc6 8. Cb3 a6

Il bianco adotta il consueto ordine di mosse che gli garantisce la ricattura del pedone. 7. … a6 previene lo scacco di alfiere in b5. E’ una mossa standard che il nero è solito giocare prima o poi. 7. … Cf6 è la linea classica. Ultimamente il nero ha elaborato un piano che prevede lo sviluppo del cavallo in e7.

9. Cxd4 Cxd4 10. Cxd4 Dc7

Con le regine in gioco i due scacchisti dispongono di un numero di opzioni maggiori. 9. Dxd4 è considerata una proposta di patta. Comunque il proverbio recita:

  • Se vuoi pareggiare mettiti nelle condizioni di giocare per vincere.

11. De2 Ad6

L’alfiere poteva essere difeso, anche, spostandolo in b3 o in d3. 10. Ad3 è un arma più da battaglia. Adams vi aveva vinto una partita con Alexey Dreev nel 1995. Forse Howell aveva studiato quella partita e voleva apportare qualche miglioramento. e2 è la naturale casa di sviluppo per la regina bianca, il nero prosegue nel piano di controllo della diagonale b8-h2.

Posizione di analisi

A questo punto komodo suggerisce 12. Cf5 Axh2+ 13. Rh1 Ae5 14. Te1 g6

Il bianco ha compenso per il pedone sacrificato grazie al vantaggio di sviluppo e al possesso della coppia degli alfieri. La posizione rimane complessa e necessita della esperienza di un GM che abbia il coraggio di metterla in pratica.

Torniamo alla partita

12. h3 Ce7 13. Ae3

Adams gioca la mossa sperimentata nel 6° open internazionale di Cesme dal sedicenne azero IM Abdulla Gadimbayli contro il MF Deniz Özen. La partita si era conclusa patta alla mossa 37.

13. … 0-0 14. Tad1

Adams gioca la novità suggerita da Komodo. Tuttavia la posizione è troppo semplice per mettere in difficoltà l’avversario. Seguirà una reazione logica.

14. … b5 15. Ab3 Cg6

Il nero opta per l’espansione sul lato di donna, che gli permette di aprire una diagonale utile allo sviluppo dell’alfiere di case chiare. Da g6 il cavallo prepara delle semplificazioni sulla casa f4.

16. c4 bxc4 17. Dxc4 Ah2+

Il pedone passato va spinto ed il bianco opta per l’unico piano attivo che la posizione gli consente. Howell ha impiegato 18 minuti per catturare il pedone. Lo scacco in h2 è una sottigliezza. In h1 il re bianco può essere esposto all’azione dell’alfiere in b7. Diciamo che queste quisquiglie sono cose da computer, ma che nelle posizioni aride o particolarmente tecniche, fanno la loro differenza.

18. Rh1 Dxc4 19. Axc4 Af4 20. Axf4 1/2-1/2

Al torneo non vige la regola di Sofia e i due gm si sono risparmiati un bel pò di fatica. Adams aveva ancora 54 minuti e 19 secondi sull’orologio. La 19ª mossa di Howell è stata giocata quando mancavano 44 minuti e 1 secondo alla fine della sua partita.

Hits: 155

José Raúl Capablanca il GM cubano

José Raúl Capablanca

Di José Raúl Capablanca hanno parlato in molti. Quando si incontra un bambino prodigio, ci si chiede come possa esplicitare il proprio talento, senza un’adeguata esperienza.

Ascoltando le parole di Harry Golombek, le partite di José Raúl Capablanca sono intrise di serenità. Esse hanno una lucida chiarezza cristallina; sono un modello di perfezione non presente in altri Grandi Maestri e sono un prodotto di arte suprema.

Il match per il titolo di Campione Cubano del 1901 ha visto di fronte il 28enne Juan Corzo e il 13enne futuro ambasciatore di Cuba. Corzo era detentore del titolo e per l’astro nascente si è trattato del primo banco di prova negli scacchi professionistici. L’inizio fu traumatico. Come spesso accade quando si difetta di esperienza, si gusta il sapore del tappeto. Sotto 2-0 José Raúl Capablanca dimostrò di aver appreso la lezione, imponendosi con il punteggio di +4 -2 =6.

Sebbene la nostra profondità di pensiero non sia paragonabile a quella del GM cubano, abbiamo oggi, gli strumenti per commentare il gioco dei due antagonisti.

Capablanca bambino
Capablanca goca con suo papà. Il bambino prodigio si allena per affrontare i giocatori più adulti di lui.

Juan Corzo Vs. José Raúl Capablanca

Ottava partita del match

1. e4 e5

A inizio secolo l’apertura del pedone di re era la mossa più giocata. La scuola ipermoderna doveva ancora fare breccia nella elite.

2. Cc3 Cc6

La Partita Viennese andava di moda per sottrarsi al fastidioso controgambetto ideato da Ernst Falkbeer.

3. f4 exf4

Le mosse caratterizzano il Gambetto Viennese.

4. Cf3 g5

Il bianco sottrae alla Regina lo scacco in h4 ed il nero difende il pedone in g5. A inizio secolo vi erano piani che consideravano l’espansione sul lato di re. Come suol dirsi si giocava in una sola porta, il primo che arrivava vinceva. L’evoluzione della strategia scacchistica ha portato alla concezione di pensiero che si poteva giocare anche a due porte. Uno attacca sul lato di donna e l’altro sul lato di re. Incantevole il gioco di colui che è in grado di padroneggiare, nel corso della stessa partita, l’attacco su ambo i lati della scacchiera.

5. h4 g4

I software suggeriscono di contenere lo svantaggio per mezzo di 5. h3 o 5. g3, 5. d4 è la continuazione classica. Se il nero cattura in h4 il suo lato di re sarebbe sbriciolato. Quindi avanza, cosa farà il bianco?

6. Cg5 h6

Il bianco avanza. Consapevole che per l’equino vi sarà una unica opzione.

7. Cxf7 Rxf7

La posizione è denominata Gambetto Hampee-Allgaier-Thorold ed è considerata buona per il nero. Tuttavia è molto insidiosa. José Raúl Capablanca si vantava di non aver mai letto un libro sulle aperture di scacchi. L’esperto Corzo lo sfida, quindi, in un terreno che gli sarebbe dovuto essere, poco famigliare. Come afferma Golombek la scelta strategica fu corretta. Capablanca evitò di giocare la teoria del tempo. Purtroppo per il bianco il nero trovò dei miglioramenti!

8. d4 d5

Komodo suggerisce di continuare la corsa con 8. … f3. L’idea è destabilizzare l’intero lato di re del bianco. Capa gioca una mossa logica, apre la strada per tutti i pezzi. Il bianco avrebbe dovuto mantenere l’equilibrio con 9. Axf4.

9. exd5 De7+

Il bianco recupera il pedone senza curarsi della protezione del proprio re. Il nero passa al controattacco.

10. Rf2 g3+

10. Ae2 avrebbe incocciato in 10. … f3 ed il bianco si sarebbe ritrovato privo di compenso. Colui che è stato il 1° Campione del Mondo ufficiale di scacchi era diventato famoso per la manovra Re2, non stupisce che il re bianco vada a caccia di noie pur di spiazzare i pezzi del nero.

11. Rg1 Cxd4

Capablanca dimostra di aver recepito la lezione dei GM dell’epoca. Restituisce il pezzo e massimizza l’attività di quelli rimasti sulla scacchiera.

12. Dxd4 Dc5 13. Ce2 Db6

Il re bianco è circondato ed ora si minacca 14. … Ac5. Komodo trova 14. b4 ed il nero esce dalla fase di apertura con vantaggio.

14. Dxb6 axb6 15. Cd4 Ac5

Juan Corzo
Juan Corzo ad inizio 1900.

Corzo rovina la struttura pedonale di Capablanca, ma la chiave della posizione è la complicata posizione del re bianco. Il re in g1 si trova sotto la spada di damocle dell’alfire in c5. Il pedone in f4 è quindi difeso in modo indiretto ed il pedone in g3 è un colosso.

16. c3 Ta4

Il nero minaccia 17. … Txd4

17. Ae2 Axd4+ 18. cxd4 Txd4

Il bianco che possiede la coppia degli alfieri si ritrova in posizione persa. La mobilitazione delle truppe fa la differenza. La torre nera tiene sotto scacco l’intera retroguardia del bianco a cui non riesce l’utilizzo delle torri a causa della nefasta posizione del re.

19. b3 Cf6

Il nero gioca naturali mosse di sviluppo e gli sarà sufficiente applicare principi classici per accerchiare il re bianco.

20. Ab2 Td2

Torre in settima.

21. Ah5+ Cxh5

Sacrificio di qualità per mantenere l’iniziativa.

22. Axh8 f3

Sgombero di una casa affinché il cavallo conquisti l’avamposto. Si noti che 22. Tf1 è impedita da 22. … f2+.

23. gxf3 Cf4

Torre e cavallo abbinati al pedone passato costituiscono una titanica arma di attacco.

24. Ae5 Tg2+ 25. Rf1 Tf2+ 26. Re1 Cd3+

Il bianco ha evitato la rete di matto giocando la miglior difesa. Nonostante ciò ha perso un pezzo ed in posizione compromessa ha scelto l’abbandono.

Hits: 213

Vantaggio di sviluppo e debolezze

Vantaggio di Sviluppo

Peter Heine Nielsen e Jan Timman si sono affrontati nel 2002 al torneo Sigeman & Co.

La loro partita è molto istruttiva. L’astro nascente danese ha mostrato al grande pubblico come si gestisce il vantaggio di sviluppo. L’eclettico GM olandese ha creato debolezze nel lato di re del bianco, ma è rimasto in svantaggio di sviluppo sottovalutando le debolezze nel proprio lato di donna.

Peter Heine Nielsen Vs. Jan Timman

1. d4 d5 2. c4 c6

Il nero opta per una Difesa Slava.

3. Cf3 Cf6 4. Cc3 dxc4

Entrando nel Gambetto Slavo Accettato.

5. a4 Af5

Il bianco adotta la variante posizionale per recuperare il pedone. Il nero può sviluppare l’alfiere in una casa attiva evitando che venga murato dai propri pedoni.

6. Ce5 Cbd7 7. Cxc4 Cb6 8. Ce5 a5

Il bianco perfeziona il recupero del pedone ed evita di semplificare la posizione poiché gode del vantaggio di spazio. Il nero stoppa l’espansione del bianco sul lato di donna.

9. g3

Questa è una posizione chiave. Il nero ha la necessità di completare lo sviluppo. Il bianco ha un piano semplice basato sulle mosse Ag2 e conseguente spinta in e4.

9. … Cfd7

9. … e6 è più tranquilla. Timman preferisce rimuovere immediatamente l’avamposto.

10. Cxd7 Dxd7 11. e4 Ag4

Peter Heine Nielsen ha ben chiaro il concetto inerente il vantaggio di sviluppo. Jan Timman ritiene che con il pedone in f3 l’arrocco del bianco sarà più debole.

12. f3 Ah3 13. Axh3 Dxh3

In genere l’attacco sul re è più pericolo rispetto ad un attacco sul lato di donna. Ma in questa posizione molti pezzi leggeri sono stati cambiati e gli altri pezzi sono ancora nelle loro case di partenza. L’attacco del nero è quindi illusorio.

14. Db3

Una mossa tematica che persegue il vantaggio di sviluppo attaccando un pezzo indifeso.

14. … Ta6 15. Ae3 Dg2

Lo sviluppo del bianco è quasi completo. Il nero incunea la regina ma la sua posizione è al collasso. Dopo 14. … e6 il bianco avrebbe un vantaggio molto chiaro e la resistenza sarebbe stata comunque difficile.

16. 0-0-0 Dxf3

Giocare senza pezzi per andare a caccia di un pedone. Gli esordienti lo fanno. Prestate attenzione all’onda che si abbatterà sulla posizione del nero.

17. The1 g6 18. d5 Ag7

Nielsen ha azionato il proprio ariete. Timman non può fare altro che osservare l’alta marea che ingloberà il suo lato di donna.

19. Axb6 0-0

Per il pezzo non vi è adeguato compenso. Senza l’azione di leve in grado di sguarnire l’arrocco del bianco non si possono fare progressi.

20. Ad4 Axd4 21. Txd4 Df2 22 Ted1 Dxh2 23. Dxb7

In questa posizione Timman ha abbandonato. Sarebbe potuto seguire 23. … Taa8 24. T4d2 Dxg3 25. dxc6 ed il pedone bianco è destinato alla promozione. Se la regina bianca arriva in e7 si può considerare anche il cambio delle 4 torri.

Da parte del futuro secondo di Viswanathan Anand una eccellente dimostrazione di cosa significhi il vantaggio di sviluppo.

Hits: 146