Diving Chess – Scacchi in Immersione

Diving Chess - Rajko Vujatovic
Diving Chess

Diving Chess è una disciplina inserita nelle Olimpiadi della mente. La sesta edizione si è svolta a Londra il 27 Agosto 2018, presso l’impianto Third Space Gym a Soho.

Rajko Vujatovic si è laureato Campione del Mondo di scacchi in immersione per il terzo anno consecutivo.

In questa edizione ha totalizzato 3 vittorie ed un pareggio, mentre Etan Ilfeld and William Taylor hanno spartito il secondo posto totalizzando 3 punti.

Edizioni precedenti
Podio 2015
James Heppell (Inghilterra) medaglia d’oro, Etan Ilfeld (USA) medaglia d’argento, Alain Dekker (Sudafrica) medaglia di bronzo.

Nel 2016 Rajko Vutatovic e Etan Ilfed hanno condiviso il primo posto con 4,5 punti su 5, mentre James Heppell e Paul Rosario hanno condiviso la medaglia di bronzo.

Nel 2017 furono in 4 a condividere la medaglia d’oro:

Nel diving chess i pezzi sono fissati su una scacchiera magnetica posta in fondo alla piscina. Ogni scacchista ha diritto a riflettere sulla propria mossa per il tempo che riesce a stare in immersione. Prima di riemergere la mossa deve essere stata eseguita.

Poiché appena un giocatore ha eseguito la propria mossa l’avversario ha l’obbligo d’immergersi, Rajko Vujatovic ha rilasciato una intervista dove spiega che i suoi avversari hanno cercato di metterlo in difficoltà muovendo velocemente. Chi ha frequentato un corso di nuovo, avrà imparato che la fatica aumenta con la permanenza in acqua. Dopo essere riemersi, occorre un pò di tempo per riuscire ad immergersi nuovamente in modo efficace.

Al pari del Chess Boxing, il Diving Chess vuole mettere in luce quanto sia importante la preparazione fisica nel gioco degli scacchi.

Nei video si può notare l’utilizzo di mute speciali e come alcuni atleti utilizzino dei pesi per agevolare l’immersione.

L’edizione del 2018 è stata filmata da Reuters ed il video è stato trasmesso live in Ucraina, Stati Uniti, Israele, Filippine, Regno Unito (sui canali Sky News e BBC News), Australia e svariati altri paesi.

Come si può notare dall’archivio fotografico del Club 64 di Modena gli amici in giallo blu sono stati i primi a promuovere un evento di Chess Diving in Italia.

 

Auguriamoci che la disciplina prenda piede su tutto lo stivale e che qualche nostro valente scacchista approcci la prossima edizione delle Olimpiadi della mente!

 

 

Hits: 39

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *