Magnus Carlsen è ancora Campione del Mondo

Magnus Carlsen è ancora campione del mondo di scacchi

Magnus Carlsen è ancora Campione del Mondo di scacchi.

Il ragazzo di Miami ci ha provato a metterlo in difficoltà nelle partite classiche. Prima a provato a fargli perdere la pazienza, poi ha provato a conquistare qualcosa in più di un semplice vantaggio posizionale. Nella dodicesima partita è sembrato Magnus ad avere il braccino corto e ad offrire il pareggio in quello che sembrava una posizione vantaggiosa.

Diciamo che gli spareggi rapid erano il traguardo a cui miravano entrambi.

Tuttavia fin dalla prima partita si è visto che la preparazione alla nuova cadenza di gioco era diametralmente opposta a quella vista fino ad ora. Carlsen era stato sorpreso dalla tenacia di Caruana nel gioco classico, ma con meno tempo a disposizione il maghetto che nutre sangue italiano non ha avuto i riflessi per coordinare le mosse giuste in un finale di torre con pedone in meno. I software dicono che vi erano ancora chance di salvezza grazie alla torre attiva, poi i pedoni collegati e passati del Campione del Mondo hanno emesso la sentenza.

Quello che stupisce è gara 2. Qui si è visto l’impreparazione psicologica al match di Caruana. L’americano cerca subito l’iniziativa, ma finisce al contrario in posizione passiva. Con il re nel mezzo e la torre h1 che non gioca, la mossa logica è arrocco. Tuttavia a causa di un sacrificio di cavallo si va incontro al perpetuo. In primis il Campione la deve giocare e probabilmente la gioca, ma intanto metti palla al centro e provi a resistere nella terza per dare tutto nella quarta. Sbagliando i calcoli si è trovato in posizione persa e ha rassegnato. Tutto il mondo aveva capito che la terza partita si sarebbe chiamata agonia.

Nella terza partita Caruana gioca la Difesa Siciliana, risorsa a cui ricorre quando è obbligato a vincere. Carlsen adotta il Sistema Marockzy, con i pedoni c4 ed e4, una scelta solida che sembra premiare la ricerca del pareggio. Tuttavia Carlsen incomincia a sbilanciarsi sul lato di re e Caruana ottiene le sue chance di rientrare in partita. Dopo il cambio dei pezzi Carlsen ha pedoni passati sul lato di donna e Caruana sul lato di re. Ancora una volta il tempo ha giocato la sua parte e l’amico di Miami ha cominciato a fare errori lasciando comparire una secondo regina bianca sulla scacchiera.

Alcuni hanno scherzato affermando che Magnus Carlsen si è confermato Campione del Mondo nel gioco Blitz, a onor del vero le partite erano rapid. Noi popolo italico possiamo consolarci guardando alle 12 partite classiche, dove è mancato un briciolo di esperienza in più per portare a casa quel punto che sembrava dovesse arrivare da un momento all’altro e poi non è arrivato. Chissà, siamo sicuri che l’astro di Miami ci riproverà e allora la storia avrà un altro finale.

Hits: 27

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *