Sistema Colle Koltanowski – Terza parte

Sistema Colle Koltanowski 7. ... Cbd7

Del Sistema Colle Koltanowski conosciamo già il setup base. Inoltre abbiamo fatto esperienza con il setup più comune, messo sul tavolo da parte del nero.

In questo post analizzeremo una partita di scacchi, nel quale il nero sviluppa il Cavallo b8 in d7. Il secondo giocatore intende forzare la creazione di un pedone bianco in d4. Se l’idea è corretta dal punto di vista strategico, possiamo definirla, al tempo stesso, molto pericolosa. Il bianco ottiene ottime prospettive di attacco. Il Sistema Colle Koltanowski è un’apertura solida che comporta pochi rischi. Lo sviluppo del cavallo in d7 può essere una valida opzione, per quei giocatori che necessitano di alterare la posizione, costringendo il bianco ad attaccare, per evitare di finire in un finale inferiore.

1. d4 d5 2. Cf3 Cf6 3. e3 e6 4. Ad3 c5 5. c3 Cbd7

Nel mio database online ci sono 87 partite con questo ordine di mosse, mentre l’ordine con 5. … Cc6 si è verificato in 320 partite.

6. Cbd2 Ad6 7. 0-0 0-0 8. Te1

Questa è la posizione base. Il bianco gioca una mossa preparatoria alla spinta tematica in e4. A questo punto il nero ha due opzioni.

  • 8. … Dc7
  • 8. … e5

8. … Dc7

8. … Dc7 9. e4 cxd4 10. cxd4 dxe4 11. Cxe4

Questa è una posizione complessa che necessiterà di verifiche da parte di qualche top playier.

La vecchia linea partiva con 11. … Af4 con l’idea di evitare di cedere la coppia degli alfieri. Si è scoperto che il bianco ottiene buon gioco piazzando il Cavallo in e5

Il nero ha quindi tentato 11. … Cxe4 a cui il bianco replica con 12. Txe4! con idea Th4 e attacco lungo la colonna (h).

Alcuni hanno quindi optato per la solida 11. … Ae7, ma le partite non fanno testo in quanto il dislivello tra i due giocatori era troppo ampio. Tuttavia vi è la Igor Gazik (2260) Vs. Federic Josef (2271) in cui ha vinto il bianco.

La novità è data dalle recenti analisi di Komodo. Al nero viene suggerita 11. … b6 e se il bianco opta per 12. Cxd6 Dxd6 il nero ha sufficiente controgioco sulle case chiare.

Ovviamente la linea va testata dal punto di vista umano. Cedere la coppia degli alfieri senza un compenso strutturale è un compito gravoso. Il bianco ha il pedone isolato in d4, l’idea del nero consiste nel fare un blocco in d5. Le chance di vittoria per il nero sono irrisorie e sarà costretto ad una lunga difesa. A volte la mossa migliore non è effettivamente la mossa migliore.

8. … e5

8. … e5

Il nero prende di petto la questione centrale. Ho sperimentato questa reazione giocando con Massimo Tomasetti. Il nero vuole conquistare l’iniziativa, ma il bianco gode ancora del tratto di vantaggio.

9. e4 cxd4 10. cxd4

A questo punto il nero ha quattro opzioni a disposizione:

  • 10. … Dc7
  • 10. … dxe4
  • 10. … Te8
  • 10. … h6

Le prime due concedono vantaggio al bianco. 10. … Te8 è ancora giocata, in modo sporadico.

10. … h6

Questa spinta di pedone è l’elaborato dei giocatori per corrispondenza e permette al nero di restare in partita, anche se il bianco ha un lievissimo vantaggio, che a gioco corretto sarà neutralizzato dal nero.

11. exd5 exd4

Nel database ci sono varie partite interessanti, specialmente giocate per corrispondenza. Seguiamo le orme della Onischuk Alexander Vs. Jan-Krzysztof Duda, giocata a Khanty-Mansiysk nel Campionato Mondiale di Scacchi a Squadre del 2017.

12. Cc4 Cb6

Il nero giocava in modo sistematico 12. … Ac5 è le patte sono abbondanti. Duda prova una novità, che Komodo reputa solo leggermente inferiore.

13. Cxd6 Dxd6

In questa posizione qualche coraggioso può tentare 14. h3 cercando attività dei pezzi con Af1-b3-Ab2. Komodo reputa che vi sia compenso per il pedone in d5

14. Cxd4 Cbd5 15. Af1 Td8

La posizione è aperta, ma gli alfieri bianchi sono nelle case di partenza, mentre il nero ha conquistato il centro con i pezzi. Non essendoci debolezze strutturali la posizione può essere considerata pari.

16. Cb5 Db6 17. Df3 Ad7

Komodo afferma che per spremere la posizione si deve cercare il cambio delle donne con 17. Dd4. Tuttavia la sua valutazione è =0,16 per due GM la vittoria è pura utopia.

18. Cc3 Ac6 19. Cxd5 Txd5

Il nero si è attivato. I suoi pezzi dominano la scacchiera limitando l’attività degli alfieri del bianco.

20. b3 Te5 21. Dc3 Cg4

Giocando in modo preciso il nero ha creato pressione nei punti chiave della posizione bianca. Ora segue una manovra forzata in cui il bianco deve cedere la coppia degli alfieri.

22. Ae3 Cxe3 23. Dxe5

In questa posizione è stato sancito il pareggio. Il nero avrebbe giocato 23. … Cc2 riconquistando la qualità. La posizione è valutata =0.00.

Hits: 126

4 risposte a “Sistema Colle Koltanowski – Terza parte”

  1. ciao,
    stavo leggendo con interesse l’articolo. Visto che però non è firmato, volevo capire chi è l’autore dei commenti, se è un maestro, o se sono presi da dei libri specializzati di cui non è citata la fonte.
    grazie

    1. Buona Sera.
      Danilo è uno dei soliti ignoti o è anche un giocatore di scacchi con annessa fide card!?
      Ove non indicato diversamente, ciò che si trova in questo portale è frutto del bagaglio scacchistico del soggetto identificabile al seguente link.
      Grazie per l’apprezzamento ed il commento.

  2. Ciao
    Si, sono giocatore iscritto alla fide
    Ho compilato la form con i dati richiesti
    Non era richiesto il mio codice tessera.
    Grazie per la risposta
    Se può’ essere utile wp permette anche l’esposizione del campo autore
    Inoltre il plugin rpb che utilizzate può esporre diagrammi intermedi e farvi rispiarmare
    Un sacco di lavoro direttamente dal pgn.
    Saluti
    Danilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *