Campionato Britannico di scacchi 2018

Campionato Britannico di scacchi

Il campionato britannico di scacchi 2018 si svolge a Hull City dal 28 Luglio al 5 Agosto. Nel torneo principale risultano iscritti 65 giocatori.

Oggi si è disputato il 4° turno e si sono affrontati i due favoriti del torneo.

Il super gm Adams Michael ha condotto i pezzi bianchi contro il più giovane David Wei Liang Howell. I due spartivano il primo posto grazie al 3 su 3 maturato nei turni precedenti. Vediamo come è andata.

Adams Michael Vs. David Howell

Adams Michael vs. David Howell

1. e4 e6

Howell ha impiegato ben 7 minuti per decidersi a impostare una Difesa Francese.

2. d4 d5 3. Cd2

Il bianco opta per la Variante Tarrash. Lo sviluppo del cavallo in d2 divenne popolare negli anni ’70, grazie al contributo del Campione del Mondo Anatoly Karpov. Rispetto alla Variante Winawer in cui il bianco gioca il cavallo in c3, il bianco si riserva l’opzione di sostenere il centro con il pedone. Lo svantaggio è che si blocca l’alfiere in c1 e si perderanno alcuni tempi per risistemare i pezzi. Se il centro si chiude i tempi di sviluppo hanno meno valore. Ci sono 3 idee principali:

  • 3. … c5 variante aperta.
  • 3. … Cf6 variante chiusa.
  • 3. … cxd4 variante Rubinstein.

Aleksandr Morozevich ha proposto una sua idea. 3. … Ae7 lo scopo è mettere il bianco in zugzwang in apertura! Ad esempio dopo 4.Cgf3 Cf6 5.e5 Cfd7 il bianco non ha l’opzione di spinta del pedone in f4. Dopo 4.Ad3 c5 5.dxc5 Cf6 il nero pareggia il gioco liquidando la situazione al centro. Mentre 4.e5 c5 5. Dg4 Rf8!? conduce ad oscure complicazioni.

3. … c5 4. Cgf3 cxd4 5. exd5

Il nero può ricatturare in d5 in due modi:

  • 5. … exd5 è stato lo scontro teorico nel match del 1974 tra Karpov e Kortchnoj. Il nero si accolla un pedone isolato cercando di massimizzare l’attività dei propri pezzi. Se il bianco riesce ad arrivare in finale godrà di un piccolo vantaggio.
  • 5. … Dxd5 il nero espone la propria regina all’attacco dei pezzi bianchi. Il vantaggio di sviluppo passa di mano, ma il nero mantiene un pedone in più al centro. Chi predilige il vantaggio strutturale può trovare, in questa linea, il proprio naturale campo di battaglia.

5. … Dxd5 6. Ac4 Dd7

6. Cb3 è una imprecisione poiché il nero può giocare efficacemente 6. … e5.  Lo sviluppo della regina in d7 è uno degli ultimi elaborati della teoria delle aperture. Tuttavia la sottigliezza tra 6. … Dd8 6. … Dd7 6. … Dd6 può essere spiegata solo da chi ha un ampio bagaglio teorico-pratico, dell’apertura in questione, in quanto in genere la regina finisce con l’essere riciclata in c7.

7. 0-0 Cc6 8. Cb3 a6

Il bianco adotta il consueto ordine di mosse che gli garantisce la ricattura del pedone. 7. … a6 previene lo scacco di alfiere in b5. E’ una mossa standard che il nero è solito giocare prima o poi. 7. … Cf6 è la linea classica. Ultimamente il nero ha elaborato un piano che prevede lo sviluppo del cavallo in e7.

9. Cxd4 Cxd4 10. Cxd4 Dc7

Con le regine in gioco i due scacchisti dispongono di un numero di opzioni maggiori. 9. Dxd4 è considerata una proposta di patta. Comunque il proverbio recita:

  • Se vuoi pareggiare mettiti nelle condizioni di giocare per vincere.

11. De2 Ad6

L’alfiere poteva essere difeso, anche, spostandolo in b3 o in d3. 10. Ad3 è un arma più da battaglia. Adams vi aveva vinto una partita con Alexey Dreev nel 1995. Forse Howell aveva studiato quella partita e voleva apportare qualche miglioramento. e2 è la naturale casa di sviluppo per la regina bianca, il nero prosegue nel piano di controllo della diagonale b8-h2.

Posizione di analisi

A questo punto komodo suggerisce 12. Cf5 Axh2+ 13. Rh1 Ae5 14. Te1 g6

Il bianco ha compenso per il pedone sacrificato grazie al vantaggio di sviluppo e al possesso della coppia degli alfieri. La posizione rimane complessa e necessita della esperienza di un GM che abbia il coraggio di metterla in pratica.

Torniamo alla partita

12. h3 Ce7 13. Ae3

Adams gioca la mossa sperimentata nel 6° open internazionale di Cesme dal sedicenne azero IM Abdulla Gadimbayli contro il MF Deniz Özen. La partita si era conclusa patta alla mossa 37.

13. … 0-0 14. Tad1

Adams gioca la novità suggerita da Komodo. Tuttavia la posizione è troppo semplice per mettere in difficoltà l’avversario. Seguirà una reazione logica.

14. … b5 15. Ab3 Cg6

Il nero opta per l’espansione sul lato di donna, che gli permette di aprire una diagonale utile allo sviluppo dell’alfiere di case chiare. Da g6 il cavallo prepara delle semplificazioni sulla casa f4.

16. c4 bxc4 17. Dxc4 Ah2+

Il pedone passato va spinto ed il bianco opta per l’unico piano attivo che la posizione gli consente. Howell ha impiegato 18 minuti per catturare il pedone. Lo scacco in h2 è una sottigliezza. In h1 il re bianco può essere esposto all’azione dell’alfiere in b7. Diciamo che queste quisquiglie sono cose da computer, ma che nelle posizioni aride o particolarmente tecniche, fanno la loro differenza.

18. Rh1 Dxc4 19. Axc4 Af4 20. Axf4 1/2-1/2

Al torneo non vige la regola di Sofia e i due gm si sono risparmiati un bel pò di fatica. Adams aveva ancora 54 minuti e 19 secondi sull’orologio. La 19ª mossa di Howell è stata giocata quando mancavano 44 minuti e 1 secondo alla fine della sua partita.

Hits: 155

Repertorio di apertura con il nero

repertorio di apertura

Abbiamo illustrato un possibile repertorio di apertura con il bianco. Ora vediamo come si può strutturare un repertorio di apertura con il nero.

Con il nero dopo 1. e4 amo giocare la difesa francese 1. … e6. Dopo 2. d4 d5 3. Cd2 Cf6 4. e5 per conquistare spazio 4. … Cfd7 5. Ad3 posizionando l’alfiere in vista di un eventuale arrocco corto  5. … c5 per conquistare spazio sull’ala di donna ed aprire la colonna c per i propri pezzi pesanti. 6. c3 sostenendo il centro 6. … Cc6 7. Ce2 cxd4 8. cxd4 f6! la catena dei pedoni è stata attaccata alla base ed ora viene minata alla punta; la pratica di gioco ha dimostrato che il bianco ha miglior gioco cambiando in f6 poiché il nero rimane con un pedone debole in e6, il quale blocca anche la strada all’alfiere delle case bianche, nonostante ciò il nero ha diverse risorse per complicare il gioco.

Ad esempio dopo aver posto l’alfiere in d6, la regina in c7 ed avere arroccato corto la colonna (f) aperta può essere utilizzata per sferrare un attacco contro il re avversario.

Quando mi trovo ad affrontare un avversario che non apre con il pedone di re, preferisco una struttura di tipo est-indiano, che si verifica fianchettando il proprio alfiere di re.

Ecco un possibile sviluppo:

1. d4  Cf6 2. c4 g6 3. Cc3 Ag7 4. e4  d6; Il bianco ha conquistato il centro, ma il nero non si è limitato a sviluppare il lato di re,  ha posto le basi per un contrattacco al centro stesso, che potrà avvenire tramite e5 oppure c5.

Vediamo un possibile sviluppo con la spinta in e5:

5. Cf3 il  bianco ci prova a controllare e5 5. … 0-0 6. Ae2 e5!;

a prima vista il nero sembra perdere un pedone dopo:

7. dxe5 dxe5 8. Dxd8 Txd8 9. Cxe5

in realtà dopo 9. … Cxe4! 10. Cxe4 Axe5; il nero riconquista il pedone raggiungendo un ottima posizione!

Per tale ragione solitamente il bianco non effettua tutti questi cambi, preferendo mantenere la tensione centrale, con mosse quali 7. Ae3 o 7. 0-0; nel caso decida di sigillare il centro per mezzo della spinta 7. d5 un buon piano consiste nell’occupare la casa c5 con il cavallo in b8, ad esempio

7) … a5; per impedire che il bianco scacci il cavallo con la spinta di un pedone in b4 8. 0-0 Ca6! 9. Ae3 Cc5; dato che al bianco non conviene privarsi della coppia degli alfieri, il nero non teme di farsi doppiare i pedoni!

7. Ae3 e 7. 0-0 sono mosse buone per il bianco e solitamente il nero opta per una spinta in f5 cercando di assalire il lato di re con la propria massa pedonale, dato che in questo settore della scacchiera dispone di più spazio, il bianco farà altrettanto sul lato di donna , non sono rari i casi in cui conquisti un notevole vantaggio materiale, ma finisca con il prendere matto per aver sottovalutato l’attacco del nero.

Hits: 24

Difesa Francese variante islandese o Bogoljubow

Difesa Francese variante islandese
Difesa Francese variante islandese bogoljubow

La Difesa Francese variante islandese è una sottovariante della variante Bogoljubow.

  1. e4 e6 2. d4 d5 3. Cc3 Ab4 [Variante Winawer] 4. e5 c5 5. Ad2 [Variante Bogoljubow] di cui Marco Sala è uno specialista.  5. … Ce7 6. f4 [Variante islandese, teorizzata dal GM Throstur_Thorhallsson].

In genere il bianco prosegue con 6. a3 ottenendo gioco equilibrato. Marco prediligeva 6. Cb5 che comunque è fastidiosa.

Se nella variante islandese il nero replica con 6. … cxd4 si può avere 7. Cb5 Axd2+ 8. Dxd2 0-0 9. Cf3 Cbc6 10. Ad3

Difesa Francese variante islandese Bogoljubow

La Thorhallsson – Blees fu determinante per decidere l’esito del torneo di Hafnarfjordur nel 1995.

I moderni software di scacchi suggeriscono 6. … Cf5 7. Cf3 cxd4 8. Cb5 Ac5 9. b4

Difesa Francese variante islandese Thorhallsson

In questa posizione 9. … Ae7 sembra buona per il nero, ma vediamo quello che successe nella Thorhallsson – Djurhuus giocata a Gausdal Eikrem mem 1996. Thorhallsson aveva raggiunto una posizione vincente dopo 14. c3 Cc4 15. Axc4 dxc4 16. f5 Ac6 17. fxe6 fxe6 18. Tf1 d3 19. Cd4!!! ed il nero è distrutto.

Difesa Francese variante islandese attacco devastante

Nella Difesa Francese variante islandese Thorhallsson ha subito una inaspettata sconfitta con il giovane cinese Wang Yiye. La variante Bogoljubow è veramente tecnica, ma come abbiamo visto il gioco può andare facilmente fuori equilibrio ed il possesso dell’iniziativa gioca un ruolo fondamentale. La partita citata faceva parte del match amichevole Islanda – Cina, quindi non è da escludere che il GM islandese abbia voluto forzare la posizione con il più giovane MI cinese.

L’idea di promuovere il pedone su colonna (e) è veramente affascinante, sembra che il bianco si possa salvare, ma come evidenziato è l’iniziativa la vera chiave della variante.

difesafrancese variante islandese scaccomatto in 4 mosse

Chi muove vince ed in questo caso è il nero a poter produrre uno scaccomatto in 4 mosse!

Hits: 57