Sistema Colle Koltanowski – Quinta parte

Massimiliano Ferri – Fritz 5.32

1. d4 Cf6 2. Cf3 d5 3. e3 e6 4. Ad3 Ad6 5. Cbd2 0-0 6. 0-0 Cbd7 7. e4

Colle Koltanowski - Quinta parte
Sistema simmetrico del Colle Koltanowski. Il bianco effettua la spinta tematica in e4.

7. … Cxe4 8. Cxe4 dxe4 9. Axe4 Cf6 10. Ad3 b6 11. De2 Ab7

Questa è una posizione chiave. Il bianco gioca una novità teorica.

12. Aa6

La teoria suggerisce 12. Ag5. Attualmente ci sono 33 partite sul database online.

L’idea di 12. Aa6 è quella di semplificare la posizione e avere controllo del centro. La visione è quella di portare le torri al centro. Cercare di limitare le spinte di liberazione in c5 o in e5. Tuttavia il gioco del bianco deve essere preciso altrimenti rischia di finire in posizione troppo passiva. 12. Ag5 è più attiva, comporta dei rischi.

Ci sono varie scuole di pensiero:

  • Vi è chi sostiene che se si mira al pareggio sia consigliabile mantenere l’attività dei pezzi.
  • Vi è chi sostiene che la partita perfetta si debba concludere con un pareggio. Quindi mosse precise prive di rischi garantiscono l’equilibrio.

12. … Axa6 13. Dxa6 c6 14. Ag5 h6 15. Axf6 Dxf6 16. Tfe1

Controllando la spinta di reazione in e5.

16. … Tfc8 17 c3 Tc7 18. Tad1 Td8 19. De2 Df5 20. De4 Dxe4 21. Txe4

Il bianco ha un ferreo controllo del centro.

21. … Tcd7 22. Te2 a5 23. a4 Rf8 24. Ted2

Qui possiamo definire conclusa la fase di teoria. Il bianco ha la posizione sotto controllo. Tuttavia il mediogioco è tutt’altro che semplice per chi non lo conosce. E’ necessario allenarsi e apprendere dai propri errori. Vediamo come è proseguita la partita.

24. … Re7 25. g3

Alterare la struttura pedonale in modo corretto è un’abilità padroneggiata dai Grandi Maestri. Fritz 5.32 suggerisce 25. h3. La struttura pedonale rimane flessibile e le case nere non diventano un problema.

25. … Re8 26. Rf1 h5 27. Re2 f6 28. h4

Fermare l’avanzata di un pedone in g5 sembra la scelta logica.

28. … Te7 29. Rf1 g6 30. Td3 b5

Una mossa attiva. Dopo 31. b3 Fritz 5.32 assegna (= 0.00)

31. axb5 axb5 32. Cd2 a4 33. Ce4 Rf7

Una posizione molto importante da cui prendere esempio. La strategia del bianco, basata sul controllo del centro avrebbe dato i suoi frutti dopo 34. Tf3

34. Cxd6 Txd6

Mantenendo intatta la struttura pedonale il bianco mantiene l’equilibrio. Ad esempio 35. Re2 è una buona mossa.

35. d5 e5 36. f3

Bisogna impedire al pedone nero di avanzare!

36. … Re8 37. Re2 Rd7

Fino a qui la posizione del bianco regge.

38. g4

Imprecisa. La mossa indebolisce il pedone in h4. Una torre in h7 lo minaccerebbe di scoperta. La posizione del bianco è retta dalle due torri incolonnate. E’ importante mantenere attive le torri per avere controgioco ed evitare di finire in posizione passiva.

38. … Th7 39. Th1

Una mossa da evitare. Fritz 5.32 assegna vantaggio al nero.

Posizione di analisi

39. g5 fxg5 40. hxg5 Tf7 41. Te3 Tf5 42. Te4 Txg5 43. Tb4 Tg2+ 44. Re3 Tb6 45. c4 Rd6 46. cxg5 g5 47. Txa4 Txb2 48. Ta8 T6xb5 49. Td8 Re7 50. Th8 T5b3+ 51. Re4 Te2+ 52. Rf5 Txf3+ 53. Rxg5 Tg2+ 54. Rh4 Tg4+ 55. Rxh5 Tg2 56. Th7+ Re8 57. Th1 Td3 58. Tb7 Txd5 59. Te1 e4+ 60. Rh4 Th5

Una lunga analisi per dimostrare che in questa posizione il bianco ha ottime chance di reggere. Fritz 5.32 assegna un discreto vantaggio al nero. Se si spinge l’analisi in profondità il vantaggio decresce. L’attività della torre bianca in settima traversa garantisce al re bianco ottime chance di salvezza.

Torniamo alla partita

39. … Rc7 40. Re3

Una mossa controversa. L’idea è raggiungere la casa f5 dopo un eventuale cambio di pedoni sulla colonna g.

40. … Rb6 41. Re4

Spingendosi in centro come suggerisce la teoria dei finali. Tuttavia il finale è tutt’altro che vicino, la presenza delle quattro torri lascia intendere che siamo in una fase avanzata del mediogioco. Osserviamo la linea che Fritz 5.32 suggerisce.

41. Th2 hxg4 42. fxg4 f5 43. h5

Rappresenta una delle migliori chance di controgioco. Il nero ha vantaggio fino a quando la sua struttura pedonale rimane intatta.

41. … Tc7 42. gxh5

Un errore. 42. Tg1 e ancora si gioca.

42. … Tc4+ 43. Re3 gxh5 44. Td2

Un errore. La migliore chance di salvezza per il bianco è fornita dall’attività delle sue torri. Quindi va considerata 44. Tg1.

44. … Rc5

Fritz 5.32 reputa vincente la posizione del nero.

45. Tf2 Txd5 46. f4 a3 47. fxe5 Txe5+ 48. Rd3 axb2 49. Txb2 Td5+ 50. Rc2 Tf5 51. Th2 Tf3 52. Tb3 b4 53. Rd1 Tfxc3 54. Txc3 Txc3 55. Tf2 b3 56. Tf5+ Rb4 57. Txf6 b2 58. Tb6+ Ra3 59. Ta6+ Rb3 60. Tb6+ Ra3

Un errore.

61. Ta6+ Rb3 62. Tb6+ Ra3

Dopo 62. … Ra2 il nero avrebbe vinto. Volto umano da parte di un software. Vi è speranza per il futuro.

Hits: 45

Sistema Colle Koltanowski – Quarta parte

Sistema Colle Koltanowski - Variante Est Indiana

Per fronteggiare in modo estremamente efficace il Sistema Colle Koltanoski, il nero può adottare quello che viene definito setup est-indiano.

Il MF Brancaleoni Maurizio è pratico di ogni antidoto per fronteggiare il Colle:

Tuttavia per testare la mia creatività in tale Sistema, aveva cominciato ad adottare la Variante Est-Indiana.

Il MF Alessio De Santis, che sull’argomento ha scritto un manuale informativo, mette in guardia sulle sottigliezze della posizione.

Se il bianco continua in modo standard giocherà una Est-Indiana con un tempo di svantaggio. Ci sono due soluzioni:

  • Avanzare il pedone in c4 (Setup Grunfeld).
  • Avanzare con un tempo solo il pedone in e4.

In questo articolo focalizzeremo l’attenzione sulla seconda opzione.

1. d4 Cf6 2. Cf3 g6 3. Cbd2

Rafforzando il controllo sulla casa e4. Il nero potrebbe optare per 3. … d5, ove il bianco dovrebbe adottare altri accorgimenti per evitare di subire dei colpi tattici. Nel parleremo nel corso della prossima lezione sul Sistema Colle Koltanowski.

3. … Ag7 4. e4 d6 5. Ad3 0-0 6. 0-0

In questa posizione le strade si diramano:

  • 6. … c5 sbilanciando la posizione. Il nero gioca per la vittoria, ma aumentano anche le probabilità di sconfitta.
  • 6. … Cbd7 l’idea è sostenere la spinta in e5 senza bloccare i pedoni del lato di donna.
  • 6. … Cc6 con l’idea di spingere in e5 e continuare a fare pressione sulle case centrali.
  • Vi sono altre idee meno sviluppate che possono essere usate come armi a sorpresa.

6. … Cc6 7. c3 e5

Questa è la linea principale in quanto più giocata e ritenuta solida per ambo i giocatori.

Ora le opzioni sono offerte al bianco:

  • Aronian è un esperto di 8. h3
  • Grachev preferisce 8. Te1
  • La moda del momento ed i motori di analisi suggeriscono 8. dxe5

8. dxe5 Cxe5 9. Cxe5 dxe5

Nell’attuale database, le partite giocate nel 2018 in cui si è raggiunta questa posizione sono 12.

Xiong Jeffery ha uno score di due pareggi ed una vittoria. Le altre partite si sono concluse con 9 pareggi.

10. Cc4

L’unica mossa giocata in era moderna. Nei primi anni 2000 andava di moda 10. Dc2.

Nuovamente è il nero a dover scegliere:

  • 10. … De7 di cui osserveremo gli sviluppi.
  • 10. … Ch5 la mossa suggerita da Komodo e ritenuta soddisfacente per pareggiare.

10. … De7 11. Ag5

L’inchiodatura prodotta dall’alfiere è quella che ha offerto al bianco i migliori frutti. Entrambi gli schieramenti sono privi di debolezze. A gioco corretto la partita è destinata a finire in parità.

11. … h6

Se il nero vuole evitare di spingere i pedoni dell’arrocco può considerare 11. … c6. Ad ogni modo 11. … h6 nelle partite in cui si è raggiunta questa posizione costituisce un must. In un unica occasione si era vista 11. … Te8 con spartizione del punto alla 30ª mossa.

12. Ah4 Td8 13. De2

Xiong e Shankland da questa posizione avevano ottenuto due pareggi.

Vediamo quello che è successo nella Buriani Andrea (2081) Vs. Mattia Sfera (2000) – 11° Open di Vignola anno 2012.

13. … Ae6 14. b4

La mossa sembra logica per ottenere l’iniziativa sul lato di donna. Tuttavia ora il nero conquista iniziativa sul lato di re, sfruttando il vantaggio di controllare la colonna centrale. 14. Cxe5 Dd6 15. f4 g5 16. Ag3 fxg3 17. Axf4 Ce8 offre vantaggio al nero. Mentre 14. Tfd1 offre al bianco buone opportunità.

14. … g5 15. Ag3 Ch5 16. Dxh5 Txd3

Cedere l’alfiere di case chiare costituisce un grave errore. Il bianco poteva lottare per la parità con 16. Ca5 continuando a mettere sotto pressione il lato di donna del nero.

17. Cxe5 Txg3 18. fxg3 Axe5 19. Dxh6

Il software asserisce che il nero si trova in posizione vincente. Giudicare in modo corretto la posizione a partire dalla 14ª mossa, senza l’ausilio di un motore di analisi, richiede l’esperienza di un Grande Maestro.

19. … Ag4

Per il bianco è una doccia fredda. Il nero minaccia 20 … Ag7.

20. Tf5 Axf5 21. exf5 Axc3 22. Tf1 Df6

Vi è poco da commentare. Cambiare le regine consente al nero di entrare in un finale facilmente vinto. Lo svicolo in h5 costa un altro pedone.

23. Dh5 Axb4 24. h4 Ac5+ 25. Rh1 Td8

Valorizzare il pezzo di vantaggio con tutte quelle colonne aperte è semplice.

26. Rh2 gxh4 27. gxh4 Td4 28. g3 Ad6 29. Rg2 Dg7

Il bianco dovrebbe rassegnarsi al cambio delle regine per mezzo di 30. Dg5.

30. Tf3 Tg4

La pressione su g3 è insostenibile ed il bianco scelse l’abbandono.

Hits: 39

Sistema Colle Koltanowski – Terza parte

Sistema Colle Koltanowski 7. ... Cbd7

Del Sistema Colle Koltanowski conosciamo già il setup base. Inoltre abbiamo fatto esperienza con il setup più comune, messo sul tavolo da parte del nero.

In questo post analizzeremo una partita di scacchi, nel quale il nero sviluppa il Cavallo b8 in d7. Il secondo giocatore intende forzare la creazione di un pedone bianco in d4. Se l’idea è corretta dal punto di vista strategico, possiamo definirla, al tempo stesso, molto pericolosa. Il bianco ottiene ottime prospettive di attacco. Il Sistema Colle Koltanowski è un’apertura solida che comporta pochi rischi. Lo sviluppo del cavallo in d7 può essere una valida opzione, per quei giocatori che necessitano di alterare la posizione, costringendo il bianco ad attaccare, per evitare di finire in un finale inferiore.

1. d4 d5 2. Cf3 Cf6 3. e3 e6 4. Ad3 c5 5. c3 Cbd7

Nel mio database online ci sono 87 partite con questo ordine di mosse, mentre l’ordine con 5. … Cc6 si è verificato in 320 partite.

6. Cbd2 Ad6 7. 0-0 0-0 8. Te1

Questa è la posizione base. Il bianco gioca una mossa preparatoria alla spinta tematica in e4. A questo punto il nero ha due opzioni.

  • 8. … Dc7
  • 8. … e5

8. … Dc7

8. … Dc7 9. e4 cxd4 10. cxd4 dxe4 11. Cxe4

Questa è una posizione complessa che necessiterà di verifiche da parte di qualche top playier.

La vecchia linea partiva con 11. … Af4 con l’idea di evitare di cedere la coppia degli alfieri. Si è scoperto che il bianco ottiene buon gioco piazzando il Cavallo in e5

Il nero ha quindi tentato 11. … Cxe4 a cui il bianco replica con 12. Txe4! con idea Th4 e attacco lungo la colonna (h).

Alcuni hanno quindi optato per la solida 11. … Ae7, ma le partite non fanno testo in quanto il dislivello tra i due giocatori era troppo ampio. Tuttavia vi è la Igor Gazik (2260) Vs. Federic Josef (2271) in cui ha vinto il bianco.

La novità è data dalle recenti analisi di Komodo. Al nero viene suggerita 11. … b6 e se il bianco opta per 12. Cxd6 Dxd6 il nero ha sufficiente controgioco sulle case chiare.

Ovviamente la linea va testata dal punto di vista umano. Cedere la coppia degli alfieri senza un compenso strutturale è un compito gravoso. Il bianco ha il pedone isolato in d4, l’idea del nero consiste nel fare un blocco in d5. Le chance di vittoria per il nero sono irrisorie e sarà costretto ad una lunga difesa. A volte la mossa migliore non è effettivamente la mossa migliore.

8. … e5

8. … e5

Il nero prende di petto la questione centrale. Ho sperimentato questa reazione giocando con Massimo Tomasetti. Il nero vuole conquistare l’iniziativa, ma il bianco gode ancora del tratto di vantaggio.

9. e4 cxd4 10. cxd4

A questo punto il nero ha quattro opzioni a disposizione:

  • 10. … Dc7
  • 10. … dxe4
  • 10. … Te8
  • 10. … h6

Le prime due concedono vantaggio al bianco. 10. … Te8 è ancora giocata, in modo sporadico.

10. … h6

Questa spinta di pedone è l’elaborato dei giocatori per corrispondenza e permette al nero di restare in partita, anche se il bianco ha un lievissimo vantaggio, che a gioco corretto sarà neutralizzato dal nero.

11. exd5 exd4

Nel database ci sono varie partite interessanti, specialmente giocate per corrispondenza. Seguiamo le orme della Onischuk Alexander Vs. Jan-Krzysztof Duda, giocata a Khanty-Mansiysk nel Campionato Mondiale di Scacchi a Squadre del 2017.

12. Cc4 Cb6

Il nero giocava in modo sistematico 12. … Ac5 è le patte sono abbondanti. Duda prova una novità, che Komodo reputa solo leggermente inferiore.

13. Cxd6 Dxd6

In questa posizione qualche coraggioso può tentare 14. h3 cercando attività dei pezzi con Af1-b3-Ab2. Komodo reputa che vi sia compenso per il pedone in d5

14. Cxd4 Cbd5 15. Af1 Td8

La posizione è aperta, ma gli alfieri bianchi sono nelle case di partenza, mentre il nero ha conquistato il centro con i pezzi. Non essendoci debolezze strutturali la posizione può essere considerata pari.

16. Cb5 Db6 17. Df3 Ad7

Komodo afferma che per spremere la posizione si deve cercare il cambio delle donne con 17. Dd4. Tuttavia la sua valutazione è =0,16 per due GM la vittoria è pura utopia.

18. Cc3 Ac6 19. Cxd5 Txd5

Il nero si è attivato. I suoi pezzi dominano la scacchiera limitando l’attività degli alfieri del bianco.

20. b3 Te5 21. Dc3 Cg4

Giocando in modo preciso il nero ha creato pressione nei punti chiave della posizione bianca. Ora segue una manovra forzata in cui il bianco deve cedere la coppia degli alfieri.

22. Ae3 Cxe3 23. Dxe5

In questa posizione è stato sancito il pareggio. Il nero avrebbe giocato 23. … Cc2 riconquistando la qualità. La posizione è valutata =0.00.

Hits: 126

Sistema Colle Koltanowski – Seconda parte

Colle Koltanowski

Nel Sistema Colle Koltanowski conosciamo il setup base del bianco.

Il nero si può opporre opponendo 3 diversi tipi di setup:

  • Sviluppo del Cavallo in c6, con idea di fare pressione su d4.
  • Sviluppo del Cavallo b in d7, con idea di creare un pedone isolato in d4.
  • Fianchetto dell’alfiere di re in g7, con idea di giocare una Difesa Est-Indiana con un tempo in più.

Analizziamo oggi gli sviluppi derivanti dal piazzamento del Cavallo in c6. E’ il setup più usato, quindi lo possiamo definire setup base o setup principale.

1. d4 Cf6 2. Cf3 e6 3. e3 c5 4. Ad3 Cc6 5. 0-0 d5 6. c3 Ad6 7. Cbd2 0-0

Nella posizione del diagramma il bianco dispone di vari piani che mirano alla spinta in e4.

  1. 8. dxc5 Axc5 9. e4
  2. 8. De2 e5 9. dxc5 Axc5 10. e4
  3. 8. e4
  • La prima opzione è consigliata dal Maestro Fide Alessio De Santis, perché il nero ha l’opzione 8. … e4 che crea confusione nella posizione.
  • La seconda opzione l’analizzeremo tra poco.
  • Dopo 8. e4 cxd4 9. cxd4 e5 10. dxe5 Cxe5 11. Cxe5 Axe5 12. exd5 Dxd5 la situazione al centro è stata liquidata ed il nero esce dalla fasa di apertura senza problemi.

8. De2 e5 9. dxc5 Axc5 10. e4

La posizione è stata raggiunta nel Campionato Mondiale Blitz del 2015, tra Vladimir Kramnik e Levon Aronian.

10. … h6

In genere si consiglia di non muovere i pedoni dell’arrocco senza motivo. Il nero poteva optare per:

  • 10. … Ag4
  • 10. … Te8
  • 10. … Ae6
  • 10. … d4
  • 10. … dxe4

La mossa del testo mira a prevenire una futura Ag5 o Cg5, lasciando un tempo al bianco poiché non è chiaro come egli possa mantenere il vantaggio del tratto.

11. exd5 Cxd5 12. Ce4

Kramnik adotta delle semplificazioni per ampliare lo spazio di manovra dei propri pezzi. Ora l’alfiere in c5 deve scegliere se ritirarsi in b6 o in e7.

12. … Ab6

Aronian gioca una novità avvallata dall’approvazione del software. In precedenza si era vista per 5 volte Ae7, con uno score di 4 vittorie e 1 patta, ma il punteggio elo del nero era sempre superiore a quello del bianco.

13. Cg3

Una mossa solida che mira a controllare la casa f5. Komodo suggerisce al bianco di andare a caccia di pedoni con 13. Ac4 che minaccia Td1 13. … Cf6 14. a4 Af5 15. Cg3 Ad7 16. Cxe5 Cxe5 17. Dxe5, ma il nero ha compenso con il piazzamento delle torri in c8 ed e8.

13. … Te8

Si poteva difendere il pedone anche con 13. … Dc7.

14. Te1

Nel Sistema Colle Koltanoski preferisco sviluppare la Torre di re in d1. Kramnik sceglie di accresce la pressione sul pedone e5.

14. … Ag4

Oltre a limitare la mobilità del Cavallo in f3, questo sviluppo aumenta la coordinazione dei pezzi pesanti.

15. h3 Ae6

Komodo suggerisce 15. Ae4. Sia Kramnik che Aronian hanno scartato il salto di Cavallo in f4.

Posizione di analisi dopo 15. h3 Cf4

16. Axf4 exf4 17. Dxe8+ Dxe8 18. Txe8+ Txe8 19. Ce4 Axf3 20. gxf3

I pedoni sul lato di re hanno poca rilevanza, con la sua maggioranza il nero è improbabile che riesca a crearsi un pedone passato. Mentre il 3 contro 2 sul lato di donna favorisce il bianco, ma la presenza di alfieri contrari fa presumere che la partita sia destinata ad un pareggio.

16. Ac2 Dc7 17. De4

Il bianco ha conquistato l’iniziativa.

17. … Cf6 18. Dh4 Ch7

Aronian avrebbe dovuto difendersi con 18. .. De7. Essendo una partita blitz possiamo pensare che abbia istigato Kramnik ad entrare in complicazioni.

19. Axh6 gxh6 20. Dxh6 f5

Aronian deve prendere contromisure all’idea Ch5, dovendo impedire l’immediata Dxh7+. La spinta in f5 è quindi più precisa, rispetto alla spinta in f6. Ora Kramnik potrà contare su 3 pedoni passati per il pezzo sacrificato.

21. Cxf5 Axf5 22. Axf5 Dg7 23. Dh4 Tf8 24. De4

Il nero opta per le semplificazioni, avendo intravisto un attacco sul pedone arretrato in f2. Il bianco si oppone optando per un raggruppamento centrale.

24. … Cg5

Il Cavallo è intoccabile. Dopo 25. Cxg5 Dxg5 le difesa della casa f5 è vanificata dalla pressione esercitata dal salto di cavallo in e7.

25. Dc4+ Df7 26. Dxf7+ Txf7 27. Cxg5 Txf7 28. Ce4

Al termine delle semplificazioni il bianco esce con la prospettiva di avanzare i pedoni passati, mentre il nero deve continuare a esercitare pressione su f2, per evitare che il bianco possa mettere in moto la sua maggioranza.

28. … Td8 29. Tad1 Txd1 30. Txd1 Tf4 31. Te1

Alla pressione su f2 Aronian ha anteposto la passivizzazione dei pezzi bianchi. Komodo reputa pari la posizione.

31. … Ce7 32 g3 Tf8 33. Rg2 Cd5 34. Te2

Il bianco sblocca il cavallo.

34. … Cf6 35. Cd6 e4 36. b4

Komodo suggerisce 36. c4 per impedire la linea 36 … e3 37. fxe3 Cd5 dove il nero si libera del pedone debole e massimizza l’attività dei suoi pezzi, riconquistando il pedone in c3 o in e3. 36. Cxb7 è possibile, ma poi il bianco è costretto a lottare per il pareggio.

Posizione di analisi dopo 36. Cxb7

36. … e3 37. fxe3 Ce4 creando una gabbia intorno al Cavallo in b7. 38. c4 Ac7 39. c5 Cxg3 40 Tf2 Cf5

Il pedone in e3 non può essere salvato. Se ad esempio 41. e4 Ce3+ 42. Rg1 Ah2+ ed il bianco perde la qualità perché dopo 43. Txh2 segue 43. … Tf1#

Torniamo alla partita.

36. … Td8 37. Cxe4 Cxe4 38. Txe4 Td2 39. Tf4 Txa2

Kramnik evita lo scacco perpetuo che poteveva verificarsi dopo 39. Tg4+ Rh8 40. Th4+ Rf8 41. Tg4+ ecc…

40. c4 a5 41. c5 Ac7

Komodo reputa che il nero abbia migliori prospettive dopo dopo 40. … Ta4 e preferisce 41. bxa5 perché se in partita il nero avesse optato per Aa7 si sarebbe portato in vantaggio.

42. Tg4+ Rf7 43. bxa5 Txa5 44. Tb4 Txc5 45. Txc7

Le prospettive sono mutate nuovamente. Con i 3 pedoni passati l’unico ad avere chance concrete di vittoria è il bianco.

45. … Rg6 46. Tb2 Ae5 47. Te2 Tb5 48. h4 Ad4 49. g4

La posizione è ancora pari, ma i pedoni bianchi hanno cominciato a muoversi. Se Kramnik avesse voluto giocare per il pari, gli sarebbe stato sufficiente muovere la torre lungo la seconda traversa. Infatti il re bianco si trovava dentro una fortezza.

49. … Af6 50. h5 Rg5 51. Rg3 Tb3+ 52. f3 Rh6 53. Te8 Rg7 54. Te4 Ag5

Aronian sceglie la difesa classica, consistente nel bloccare la catena di pedoni bianchi per mezzo dell’alfiere.

55. Te5 Af6 56. Tf5 Tb4

La posizione è ancora pari anche se Komodo assegna al bianco un vantaggio dopo 57. g5.

Noi che conosciamo i finali di torri, sappiamo che dopo 57. … Axg5 Txg5+ possiamo entrare in un finale di patta teorica. Le Nalimov Endgame Tablebase confermano che giocando in modo corretto il finale è pari.

57. g5 Ae7

Sfidando la sorte. Non siamo a conoscenza del tempo rimasto sull’orologio dei due giocatori, ma siamo sicuri che Aronian fosse a conoscenza che dopo Axg5 il finale fosse pari. Forse voleva giocare ancora per vincere anche a costo di peggiorare la sua posizione.

58. f4 Td4 59. Rg4 Ad6 60. Tf6 Ae7 61. h6+ Rg8 62. h7+

Ovviamente 62. … Rxh7 perde per via di 63. Tf7+ ed i due pedoni passati decidono la sfida.

62. … Rh8 63. Tf7 Aa3

Aronian perde la bussola entrando in una posizione complicata. Komodo suggerisce 63. … Te4 mantenendo l’equilibrio.

64. g6 Td6

Svista. Si continuava a lottare con 64. …Ab4. 64. … Td6 è un aiutomatto in 3 mosse. Forse la bandierina di Aronian era sull’orlo del non ritorno ed ha permesso una conclusione artistica.

65. Tf8

1-0

 

Hits: 266

Sistema Colle Koltanowski – Prima parte

Sistema Colle Koltanowski

Il Sistema Colle Koltanowski si caratterizza per le mosse d4-Cf3-c3-e3-Ad3-Cbd2. L’ordine delle mosse è variabile in funzione delle opzioni offerte dal nero.

L’idea del bianco è giungere alla spinta in e4 quando il proprio sviluppo risulti completato. La spinta in e4 è il fulcro delle idee a disposizione del bianco e quando non riesce ad eseguirla uscirà sconfitto dalla battaglia di apertura.

Nel corso dell’ultimo secolo sono stati trovati vari antidoti al Sistema Colle Koltanowski, che tuttavia rimane un arma temibile se usato per affrontare giocatori di categoria superiore. Infatti il Sistema Colle Koltanowki è caratterizzato dall’applicazione di idee semplici ed il nero pur giocando in modo aggressivo ha niente più che la parità.

Il fatto che il Colle sia considerato un sistema nel quale siano state sviscerate tutte le idee, lo rende poco attraente agli occhi dei GM. E’ un apertura considerata fuori moda e per questo troppo sottovalutata. Tra gli esordienti è un arma potente, proprio perché il nero, ritenendola innocua, evita di preparasi a fondo e già nelle prime fasi dell’apertura, commette errori strategici che garantiscono al bianco un chiaro vantaggio.

Errori comuni nel Sistema Colle Koltanowski

1. d4 d5 2. Cf3

Gli esordienti sono soliti contrapporre i pedoni centrali. Hanno minor dimestichezza con le difese indiane, per cui vedremo molto frequentemente questo primo setup, che può essere raggiunto con l’inversione di mosse: 1. Cf3 d5 2. d4

2. … Cf6 3. e3 c5

3. e3 è una mossa preferibile a 3. c3, poiché se il nero giocasse 3. … Af5 il bianco potrebbe contestare la diagonale con 4. Ad3 e dopo 4. … Axd3 ricatturare con il pedone c2.

Il bianco ha un piano semplice nello sviluppo del cavallo in c3 e nella spinta del pedone in e4.

Per tale ragione, il nero opta per un approccio più aggressivo alla zona nevralgica della scacchiera.

4. c3 c4

Ho visto giocare la spinta in c4 da molti giocatori esordienti. L’idea consiste in una rapida espansione sul lato di donna. Il pedone in c4 sottrae la casa d3 all’alfiere in f1. Tuttavia ora il bianco dispone di un piano semplice ed efficare per ottenere iniziativa e conseguente vantaggio.

5. b3!

Il bianco è già in attacco. Alla seconda mossa, il nero ha provato a conquistare l’iniziativa per mezzo di una leva: – La spinta in c5. Ora è il bianco ad effettuare una leva ed è molto più pericolosa, perché con l’ausilio dell’alfiere in f1 minaccia la conquista del pedone in c4.

Il nero ha due scelte:

  • 5. … b5
  • 5. … cxb3
5. …b5

Il nero pensa di difendere il cuneo in c4 e non si avvede delle idee tattiche e strategiche a disposizione del bianco.

6. a4!

Il bianco aziona una seconda leva, con l’intenzione di distruggere il lato di donna del nero e aprire la strada per i propri pezzi pesanti.

6. … a6? 7. axb5 axb5 8. Txa8

Il bianco ha già partita vinta.

6. … bxa4 7. bxc4!

Il pedone a4 è debole ed il nero è costretto a difenderlo passivizzando un alfiere in d7 o portando la donna in a5. Dopo il cambio in c4, il bianco sviluppa l’alfiere con guadagno di tempo e conquistando l’avamposto in e5, attacca due volte il pedone f7, costringendo il nero a chiudere la diagonale c8-h3, con la spinta in e6. Il bianco gode di un vantaggio strutturale e dinamico. 10. Df3

In coordinazione con i pezzi leggeri la regina bianca effettua un attacco decisivo sulla diagonale f3-h8, perché il cavallo in f6 deve difendere il matto in f7.

Queste varianti dimostrano che, nel Sistema Colle Koltanowski il nero deve fare attenzione a non trascurare lo sviluppo.

5. … cxb3

Il nero fiuta il pericolo e cerca di limitare i danni. Il bianco esce in vantaggio dalla prima fase di apertura e lo può fare in due modi:

  • 6. axb3
  • 6. Dxb3

6. axb3

Con questa configurazione pedonale appare logico, rinunciare alla spinta in e4 e spingere in c4. Dopo il cambio dxc4 bxc4 il nero avrà due pedoni vulnerabili in a7 e b7. Il bianco potrà scegliere se spostare i pezzi pesanti sulle colonne (a) e (b) o se continuare la sua azione centrale per mezzo della spinta in e4.

6. … Af5 7. Ad3 Axd3 8. Dxd3

La regina è ben piazzata al centro e può sostenere ambo le spinte.

8. … e6

Minaccia di cambiare dei pezzi con 9. … Ab4+ dopo 9. c4.

9. 0-0 Cc6 10. Cbd2!

Il nero sviluppa prima il cavallo in c6 perché non ha ancora deciso quale che sia la miglior casa per l’alfiere di case scure. Il bianco sviluppa il cavallo in d2 ed è pronto per l’avanzata cruciale in e4.

10. … Ae7 11. e4!

Il nero evita di portare l’alfiere in d6, perché l’arrivo di un pedone in e5 creerebbe una forchetta ad alfiere e cavallo. Il bianco ha messo in atto la sua idea e grazie alla sua maggiore influenza sul centro lo possiamo considerare in vantaggio.

11. … dxe4 12. Cxe4 Cxe4 13. Dxe4 0-0 14. Af4

Il bianco ha un piccolo vantaggio posizionale. Una sua idea potrebbe essere Ag3-Dg4-Af4-Ah6 creando pressione sull’arrocco. Può anche instaurare una strategia di controllo con l’ausilio delle torri. Quindi Tfe1-Tad1 con l’idea di avanzare i pedoni al centro. Mentre per il nero è difficile suggerire qualcosa di diverso da Af6-Tfe8-Tac8.

6. Dxb3

Il bianco vincola l’alfiere alla difesa della casa b7.

6. … e6 7. Cbd2 Ae7 8. c4!

Dopo avere spezzato la propria struttura pedonale, se il bianco perseguisse l’idea originaria di spingere in e4, si ritroverebbe con 3 isole di pedoni contro 2. Ciò costituisce uno svantaggio, perciò opta per indebolire la solida struttura pedonale nera.

8. … 0-0 9. Aa3

Se il pedone rimane in e3, l’alfiere di case scure ha problemi di mobilità, per tale motivo è utile contrapporlo all’alfiere buono del nero. Un suo cambio andrebbe a vantaggio del bianco, che rimarrebbe con l’alfiere buono di case chiare, contro l’alfiere cattivo del nero.

9. … Cc6 10. cxd5 Cxd5

Il nero evita 10. … cxd5. L’opzione avrebbe rivitalizzato l’alfiere in c8, ma il nero avrebbe dovuto accollarsi 3 isole di pedoni. Ora il bianco ha idee come Tac1-Ad3-Axe7-0-0. Anche in questo caso le mosse possono essere giocate in vario ordine. La posizione che ne risulta è solida ed il primo giocatore può ritenersi soddisfatto di avere mantenuto un piccolo vantaggio dovuto alla maggiore attività dei pezzi.

Sistema Colle Koltanowski contro Sistema Colle Koltanowski

Vediamo quello che succede se il nero decide di copiare il sistema adottato dal bianco.

1. d4 d5 2. Cf3 Cf6 3. e3 e6 4. Ad3 Ad6 5. Cbd2 Cbd7 6. c3 c6 7. 0-0 0-0

I due giocatori si specchiano nella stessa struttura, ma il bianco ha il vantaggio del tratto.

8. e4!

Il bianco giunge per primo alla spinta tematica. La minaccia di un doppio in e5 costringe il nero a prendere provvedimenti.

  • 8. … e5
  • 8. … dxe4

8. … e5 9. exd5 exd4 10. dxc6 dxc3 11. cxd7 cxd2 12. dxc8=D dxc1=D 13. Dcxc1!

Come si può notare il nero non è in grado di copiare le mosse del bianco all’infinito.

Per tale ragione dopo 8. … e5 9. exd5 il nero è costretto ad accollarsi un pedone isolato. 9. … cxd5 10. dxe5 Cxe5 11. Cxe5 Axe5 12. Cf3

Il bianco possiede un avamposto nella casa d4, mentre il nero ha 3 isole di pedoni. Il vantaggio strategico è nelle mani del bianco.

8. … dxe4 9. Cxe4 Cxe4 10. Axe4 e5

Il nero pensa di risolvere i problemi di apertura con un inversione di mosse. Ma gli è sfuggito un aspetto tattico.

11. dxe5 Cxe5 12. Cxe5 Axe5

In questa posizione se il bianco si limita ad effettuare un attacco doppio con 13. Dh5 viene stoppato da 13. … f5. Tuttavia vi è una strada più diretta che conduce alla conquista di un pedone.

13. Axh7+! Rxh7 14. Dh5+

Nel Sistema Colle Koltanowski il sacrificio di alfiere in h7 è una costante tematica.

Vi consigliamo di approfondire la conoscenza del Maestro Edgard Colle e del suo connazionale Gerge Koltanowski.

Hits: 170